Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
SCIENZE DELLE PROFESSIONI SANITARIE TECNICHE DIAGNOSTICHE
Insegnamento
PERCORSI E PROCESSI ASSISTENZIALI
MEP3053464, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE DELLE PROFESSIONI SANITARIE TECNICHE DIAGNOSTICHE
ME1869, ordinamento 2013/14, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese ROUTES AND PROCESS OF CARE
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Medicina (DIMED)
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di SCIENZE DELLE PROFESSIONI SANITARIE TECNICHE DIAGNOSTICHE

Docenti
Responsabile MASSIMO RUGGE MED/08
Altri docenti STEFANIA BARBIERI
MATTEO FASSAN MED/08
SERENA TASSONI 000000000000

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative MED/45 3.0
CARATTERIZZANTE * Scienze e tecniche di laboratorio biomedico MED/08 4.0
CARATTERIZZANTE Scienze del management sanitario M-PSI/06 2.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 9.0 90 135.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 26/02/2018
Fine attività didattiche 01/06/2018

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: 1)ARGOMENTO:ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI ANALISI CLINICHE
-Conoscenza di base di fisiopatologia.
-Conoscenze elementari di oncologia e di epidemiologia oncologica.
-Conoscenza delle basi teoriche della medicina preventiva applicata alla oncologia.
-Conoscenza dello spettro delle lesioni organiche che conducono allo sviluppo della patologia neoplastica.
2)ARGOMENTO:IDENTIFICAZIONE DEI BISOGNI ASSISTENZIALI E RAPPORTI
CON L'UTENZA
-Conoscenza di base sull'evoluzione normativa del servizio sanitario nazionale.
-Conoscenze di base su accesso e funzionamento dei servizi sanitari.
3)ARGOMENTO:PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI
Non sono richieste specifiche conoscenze propedeutiche.
Conoscenze e abilita' da acquisire: 1)ARGOMENTO:ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI ANALISI CLINICHE
- Lo studente deve acquisire capacità di utilizzare le conoscenze biologiche sulla oncogenesi nella organizzazione degli interventi sanitari di prevenzione oncologica primaria e secondaria.
- Specifiche conoscenze e abilità devono essere acquisite nella organizzazione e nella valutazione di efficacia degli interventi di prevenzione secondaria delle neoplasie oggetto di programmi di screening (carcinoma della mammella, carcinoma della cervice uterina, carcinoma del colon-retto).
2)ARGOMENTO:IDENTIFICAZIONE DEI BISOGNI ASSISTENZIALI E RAPPORTI CON L’UTENZA
Lo studente deve acquisire capacità di:
•ascolto e di rilevazione dei bisogni, teoria dei bisogni e cenni di teoria dei sistemi;
•progettare azioni e strategie per conoscere e valutare le istanze degli utenti;
•valutazione della soddisfazione: indicazioni metodologiche;
•regole di comunicazione.
3)ARGOMENTO:PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI
Il corso si propone di fornire agli studenti le teorie e i modelli di riferimento internazionali di Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni di promozione della salute e del benessere organizzativo in differenti contesti lavorativi con particolare attenzione alle conoscenze necessarie alla gestione delle Risorse Umane.
Modalita' di esame: 1)ARGOMENTO:ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI ANALISI CLINICHE
L’accertamento di profitto sarà basato su:
- valutazione degli elaborati dai gruppi di studenti costituiti nella classe (4-5 “gruppi di lavoro”; 4-8 studenti per ciascun gruppo)
- esame orale, che verterà sulla materia trattata a lezione.
2)ARGOMENTO:IDENTIFICAZIONE DEI BISOGNI ASSISTENZIALI E RAPPORTI CON L’UTENZA
L’accertamento di profitto sarà basato su: valutazione degli elaborati dai gruppi di studenti costituiti nella classe (4-5 “gruppi di lavoro”; 4-8 studenti per ciascun gruppo, eventuale sessione di presentazione al gruppo classe) - esame orale, che verterà sul programma trattato a lezione
3)ARGOMENTO:PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI
L’esame è scritto, con domande aperte e spazio predefinito per la risposta.
Criteri di valutazione: 1)ARGOMENTO:ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI ANALISI CLINICHE
Il livello di apprendimento sarà valutato sulla base degli elaborati prodotti dai “gruppi di lavoro”. Sarà valutata la capacità di utilizzare le conoscenze teoriche nella programmazione degli interventi di screening oncologico.
2)ARGOMENTO:IDENTIFICAZIONE DEI BISOGNI ASSISTENZIALI E RAPPORTI CON L’UTENZA
Il livello di apprendimento sarà valutato sulla base degli elaborati prodotti dai “gruppi di lavoro”. Sarà valutata la capacità di utilizzare le conoscenze teoriche nella programmazione degli interventi di screening oncologico.
3)ARGOMENTO:PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI
Il livello di apprendimento sarà valutato tenendo conto dell’accuratezza delle risposte alle domande teoriche e della proprietà di linguaggio acquisita. La partecipazione attiva degli studenti durante le lezioni frontali verrà tenuta in considerazione ai fini dell’esame.
Contenuti: 1)ARGOMENTO:ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI ANALISI CLINICHE
Vedi conoscenze e abilità da acquisire.
2)ARGOMENTO:IDENTIFICAZIONE DEI BISOGNI ASSISTENZIALI E RAPPORTI CON L’UTENZA
Vedi conoscenze e abilità da acquisire.
3)ARGOMENTO:PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI
Vedi conoscenze e abilità da acquisire.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: 1)ARGOMENTO:ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI ANALISI CLINICHE
Saranno tenute lezioni frontali concernenti la biologia della oncogenesi e le modalità di cancerogenesi in vari distretti/apparati.
Gli studenti saranno invitati a costituire piccoli gruppi di lavoro. Tali gruppi produrranno brevi relazioni scritte su vari modelli biologici di oncogenesi. Tali elaborati saranno utilizzati per valutare il grado di apprendimento, la capacità di interazione in un lavoro di gruppo e la capacità di applicare in autonomia le informazioni teoriche ricevute nelle lezioni frontali.
2)ARGOMENTO:IDENTIFICAZIONE DEI BISOGNI ASSISTENZIALI E RAPPORTI CON L’UTENZA
Saranno tenute lezioni frontali concernenti teoria dei sistemi, teorie a medio raggio; teorie dei bisogni, principi e regole di classificazione. Cenni sull’evoluzione del SSN. Soddisfazione del paziente e del cliente.
Regole delle comunicazione. Sistemi istituzionali di comunicazione.
Parallelamente allo svolgimento delle lezioni frontali, gli studenti saranno invitati costituire piccoli gruppi di lavoro. Tali gruppi produrranno un piccolo lavoro o una elaborazione di un modello presente in letteratura sui bisogni.
Tali elaborati saranno utilizzati per valutare il grado di apprendimento, la capacità di interazione in un lavoro di gruppo e la capacità di applicare in autonomia le informazioni teoriche ricevute nelle lezioni frontali e le capacità di ricerca proprie.
3)ARGOMENTO:PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI
Nelle lezioni frontali verranno affrontati i temi chiave di psicologia del lavoro e delle organizzazioni che gli studenti dovranno poi approfondire attraverso il libro di testo.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: 1)ARGOMENTO:ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI ANALISI CLINICHE
Saranno consigliati testi di base concernenti i principi della patologia oncologica e la anatomia patologica delle lesioni neoplastiche.
Gli elaborati redatti dai gruppi di lavoro verranno utilizzati come materiale didattico condiviso tra tutti i frequentatori della classe.
2)ARGOMENTO:IDENTIFICAZIONE DEI BISOGNI ASSISTENZIALI E RAPPORTI CON L’UTENZA
Saranno consigliati i riferimenti normativi del SSN, articoli scientifici e articoli metodologici.
Gli elaborati redatti dai gruppi di lavoro verranno utilizzati come materiale didattico condiviso tra tutti i frequentatori della classe in una presentazione e discussione in plenaria.
3)ARGOMENTO:PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI
I materiali didattici presentati a lezione verranno resi disponibili attraverso i canali telematici. La docente è a disposizione degli studenti per chiarire qualunque dubbio incontrato durante lo studio: durante o dopo le lezioni frontali, e/o attraverso i canali telematici.
Testi di riferimento:
  • Tosi Henry, Pilati Massimo, Comportamento organizzativo. --: Egea, --. Cerca nel catalogo
  • R. Rubin, D.S.Strayer, Anatomia Patologica - Patologia d'organo e Molecolare. Padova: PICCIN, 2014. Cerca nel catalogo