Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Psicologia
COGNITIVE NEUROSCIENCE AND CLINICAL NEUROPSYCHOLOGY
Insegnamento
DEVELOPMENTAL AND AGING BRAIN
PSO2044172, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
COGNITIVE NEUROSCIENCE AND CLINICAL NEUROPSYCHOLOGY (Ord. 2017)
PS1932, ordinamento 2017/18, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese DEVELOPMENTAL AND AGING BRAIN
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Psicologia Generale
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/scuolapsicologia/course/view.php?idnumber=2017-PS1932-000ZZ-2017-PSO2044172-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione INGLESE
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di COGNITIVE NEUROSCIENCE AND CLINICAL NEUROPSYCHOLOGY (Ord. 2017)

Docenti
Responsabile CLARA CASCO M-PSI/01

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Psicologia generale e fisiologica M-PSI/01 6.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 6.0 42 108.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 09/10/2017
Fine attività didattiche 12/01/2018

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
5 2018 01/10/2017 30/09/2018 CASCO CLARA (Presidente)
BATTAGLINI LUCA (Membro Effettivo)
GRASSI MASSIMO (Membro Effettivo)
RONCATO SERGIO (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: nessuno in particolare
Conoscenze e abilita' da acquisire: 1. Apprendere le conseguenze funzionali della patologia del sistema sensoriale centrale durante l'arco di vita
2. Utilizzare i principi dell'apprendimento percettivo e dei metodi di interferenza(tES) utilizzati allo scopo di indurre plasticità durante l trattamento del disturbo sensoriale
3. apprendere la relazione tra valutazione e trattamento in clinica
4. apprendere ad apprezzare l'importanza di un'appropriata valutazione dei risultati a sostegno della pratica clinica
Modalita' di esame: L'esame consiste in tre parti
Parte 1: (valutazione individuale). Avverrà come esame in-aula delle abilità di presentazione e critica dei risultati della ricerca.
Parte 2: (valutazione individuale). Si svolgerà a fine corso consiste di circa 20 domande il cui scopo è di valutare la conoscenza teorica che studente ha acquisito durante le lezioni e tramite la letture delle Course Notes
Parte 3: (valutazione individuale). Si svolgerà a fine corso e consiste nella valutazione delle capacità di risolvere problemi clinici e domande relativi alle esercitazioni pratiche svolte in aula nelle ultime tre lezioni
Criteri di valutazione: critica della ricerca (lavoro pratico in-aula) 20%
Conoscenze teoriche 40%
Esercizi: problemi e domande cliniche 40%

tot 100%
Contenuti: Il corso consiste in una parte introduttiva nella quale saranno illustrati i concetti di base della plasticità cerebrale durante lo sviluppo. In particolare, ci si focalizzerà sullo sviluppo cerebrale postnatale (arborizzazione dendritica, crescita assonale, crescita sinaptica) e sui basilari aspetti della plasticità nel cervello adolescente ed adulto.
Nella seconda parte del corso verranno ulteriormente sviluppati alcuni concetti relativi alla plasticità neuronale, in particolare, i meccanismi di plasticità neuronale e di riorganizzazione corticale, la plasticità “experience expectant”, "use-dependent" ed esperienza-dipendente.
La terza parte del corso si focalizzerà sui metodi per indurre plasticità neuronale nel cervello umano: l’apprendimento percettivo e la stimolazione elettrica transcranica.
La quarta parte del corso verterà sulle basi anatomiche e neurofisiologiche della plasticità nella via ventrale e dorsale del sistema visivo e uditivo e sulla modulazione delle funzioni magno e parvocellulare durante lo sviluppo e l’invecchiamento. In particolare, verranno descrittii fenomeni di plasticità nei sistemi sensoriali durante lo sviluppo e l’invecchiamento. In particolare, per il sistema in fase di sviluppo, verranno discussi gli effetti della esperienza visiva mancante sullo sviluppo corticale. Per il sistema nella fase di invecchiamento verranno discussi i temi della neuropatologia e del declino sensoriale, i meccanismi per compensare il declino sensoriale e i metodo per rovesciare il declino sensoriale inducendo plasticità positiva nei sistemi sensoriali.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: A) LEZIONI FRONTALI ogni settimana per 11-12 settimane
B) LAVORO IN AULA N.1(settimanalmente dalla 2° alla 5° settimana; la valutazione sarà individuale. Consiste in:
1)Presentazione e critica di ricerche: La classe sarà suddivisa in 6 gruppi. Ogni settimana, per 4 settimane consecutive, ogni gruppo dovrà preparare e presentare una ricerca pubblicata (tramite PPT) agli altri gruppi, i cui membri dovranno discutere
Guida per la presentazione:
Titolo, Introduzione (obiettivi dello studio, ipotesi o domande), Metodo (partecipanti, misure, procedure), Risultati, Discussione
2)Guida alla discussione critica: a seguito della presentazione i rimanenti gruppi verranno invitati a: i)discutere la rilevanza dei problemi e quesiti teorici affrontati nell'articolo), ii)discussione dell'opportunità delle variabili dipendenti ed indipendenti scelte , iii) critica dei metodi, inclusi la selezione del campione, le ipotesi, l'analisi statistica e le procedure, iv) discutere la forza e i limiti dell'articolo presentato
ESERCITAZIONI N.2 (saltuariamente durante le lezioni e nelle ultime tre lezioni): Risolvere problemi clinici e rispondere a domande cliniche. gli studenti saranno allenati a risolvere problemi e rispondere domande relative a: i) diagnosi differenziale in visual neuroscience, ii) previsione di risultati, in termini di plasticità neuronale, conseguiti a seguito dell'applicazione di protocolli riabilitativi nelle neuroscienze visive; iii) relazione tra network neurali e compiti sensoriali; iv) relazione tra deficit funzionali e deficit neurali, v) applicazione di protocolli riabilitativi appropriati
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Verrà fornito, disponibile in Moodle, un "selected reading" di paper scientifici rilevanti al corso di insegnamento
Testi di riferimento:
  • Huttenlocher P.R.,, Neural Plasticity. The Effects of Environment on the Development of the Cerebral Cortex. Harward: Harward University Press., 2009. the reading of this test is not mandatory Cerca nel catalogo