Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Psicologia
PSICOLOGIA CLINICA DELLO SVILUPPO
Insegnamento
INDICATORI PRECOCI DI SVILUPPO ATIPICO
PSP6074601, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
PSICOLOGIA CLINICA DELLO SVILUPPO
PS2292, ordinamento 2016/17, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese EARLY MARKERS OF ATYPICAL DEVELOPMENT
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ELOISA VALENZA M-PSI/04

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Psicologia dello sviluppo e dell'educazione M-PSI/04 6.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 6.0 42 108.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 09/10/2017
Fine attività didattiche 12/01/2018

Syllabus
Prerequisiti: In continuità con il corso di base di Psicologia dello Sviluppo il corso si focalizza sulla prime fasi dello sviluppo cognitivo, comunicativo e sociale. Sono quindi necessarie buone conoscenze di base relative alla Psicologia dello Sviluppo
Conoscenze e abilita' da acquisire: L’obiettivo del corso è duplice. Nella prima parte si cercherà di mettere in evidenza il valore e il ruolo specifico che una prospettiva centrata sullo sviluppo riveste per indagare l’architettura e il funzionamento della mente umana in condizioni tipiche, atipiche e di rischio. Nella seconda parte verranno riportati alcuni esempi di indicatori precoci di sviluppo atipico, in particolare disfunzionalità a carico del sistema attentivo, motorio e comunicativo-linguistico che si manifestano nelle prime fasi dello sviluppo e che possono dar luogo a disturbi del neurosviluppo
Modalita' di esame: Esame scritto con 4 domande aperte. Lo studente ha a disposizione un'ora e mezza. Gli studenti stranieri avranno la possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Criteri di valutazione: La valutazione della preparazione dello studente si baserà sull'acquisizione e sulla comprensione dei costrutti teorici previsti dal corso, sulla presentazione adeguata di esperimenti e ricerche e sulle abilità di riflessione critica e di analisi delle problematiche che la disciplina comporta.
Contenuti: 1) L’approccio neurocostruttivista: epigenesi biderezionale probabilistica.
2) Il neurocostruttivismo: implicazioni per lo studio dei disturbi del neurosviluppo
3) Indicatori precoci a carico del sistema attentivo
4) Indicatori precoci a carico del sistema motorio
5) Indicatori precoci a carico del sistema comunicativo e linguistico
6) L’apprendimento implicito nello sviluppo tipico e atipico
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Nelle lezioni frontali gli argomenti saranno trattati nei loro aspetti generali e verranno integrati con la presentazione di esperimenti rappresentativi relativi al programma e con la proiezione di alcuni audiovisivi. Le presentazioni impiegate durante le spiegazioni saranno messe a disposizione degli studenti. Lo studente potrà approfondire alcuni degli argomenti trattati durante il corso durante l’attività di laboratorio Indicatori di Rischio in Epoca Neonatale e nell'Infanzia. Sono previsti incontri tematici in collaborazione con i docenti del corso di laurea
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: In aggiunta al manuale di seguito riportato, la bibliografia richiesta all’esame include una dispensa dal titolo Sviluppo neurotipico e neurodiversità (reperibile presso la biblioteca Metelli, Edificio Psico 2- via Venezia 12) e i seguenti articoli (disponibili su moodle):
1) Karmiloff-Smith A. (1998). Developmental itself is the key to understanding developmental disorders, Trends in Cognitive Science, vol. 2, n. 10, pp. 389-398.
2)Karmiloff-Smith A. (2007). Atypical epigenesis, Developmental Science 10:1 (2007), pp 84–88.
3) Karmiloff-Smith A. , D’Souza D., Dekker T. M., Van Herwegen J., Xu F., Rodic M. & Ansari D (2012) Genetic and environmental vulnerabilities in children with neurodevelopmental disorders, PNAS vol. 109 (suppl. 2) 17261–17265.
4) Keehn B., Muller R-A, Townsend J.(2013). Atypical attentional networks and the emergence of autism, Neuroscience and Biobehavioral reviews, 37, 164-183
5) Nickel L.R. , Thatcher A.R., Keller F., Wozniak R.H. & Iverson J.M. (2013) Posture Development in Infants at Heightened versus Low Risk for Autism Spectrum Disorders, Infancy, 18(5), 639–661
6) Dispaldro M., Leonard L. B.,Corradi N, Ruffino M, Bronte T. & Facoetti a. (2013). Visual attentional engagement deficits in children with Specific Language Impairment and their role in real-time language processing, Cortex, 49, 2126-2139.
7) Sansavini A., Guarini A.,1 Casell M.C. (2011). Preterm Birth: Neuropsychological Profiles And Atypical Developmental Pathways, Developmental Disabilities Research Reviews 17:102–113.
Testi di riferimento:
  • Macchi Cassia V., Valenza E., Simion F, Lo sviluppo della mente umana. Bologna: Il Mulino, 2012. Cerca nel catalogo