Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria
SCIENZE E TECNOLOGIE ALIMENTARI
Insegnamento
CHIMICA GENERALE E INORGANICA CON ELEMENTI DI CHIMICA FISICA
AGN1029222, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
SCIENZE E TECNOLOGIE ALIMENTARI (Ord. 2017)
AG0057, ordinamento 2017/18, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 8.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese FUNDAMENTAL PRINCIPLES OF CHEMISTRY
Sito della struttura didattica http://www.agrariamedicinaveterinaria.unipd.it
Dipartimento di riferimento Dipartimento Agronomia Animali Alimenti Risorse Naturali e Ambiente (DAFNAE)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/scuolaamv/course/view.php?idnumber=2017-AG0057-000ZZ-2017-AGN1029222-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede LEGNARO (PD)
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile SAVERIO SANTI CHIM/02
Altri docenti MARCO BORTOLUS CHIM/02

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE Discipline chimiche CHIM/02 8.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LABORATORIO 1.0 8 17.0 4
LEZIONE 7.0 56 119.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 02/10/2017
Fine attività didattiche 19/01/2018

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
7 Commissione a.a. 2017/18 01/12/2017 30/11/2018 SANTI SAVERIO (Presidente)
BARBON ANTONIO (Membro Effettivo)
FORMAGGIO FERNANDO (Supplente)
TOFFOLETTI ANTONIO (Supplente)
6 Commissione a.a. 2016/17 01/12/2016 30/11/2017 SANTI SAVERIO (Presidente)
BARBON ANTONIO (Membro Effettivo)
FORMAGGIO FERNANDO (Supplente)
TOFFOLETTI ANTONIO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Nessuno
Conoscenze e abilita' da acquisire: Lo studente acquisisce le conoscenze dei principi base della Chimica, dell’Elettrochimica, della Termodinamica di equilibrio e della Cinetica Chimica, nonché i primi rudimenti della pratica in un Laboratorio Chimico.
Modalita' di esame: Prova pratica in laboratorio; prova scritta e verifica orale
Criteri di valutazione: La valutazione della preparazione dello studente si baserà sulla comprensione degli argomenti svolti a lezione e sulle capacità di risolvere esercizi di calcolo chimico, eseguire in laboratorio semplici esperimenti di base e redigere relazioni chiare e concise sul lavoro svolto.
Contenuti: 1° CFU
La composizione della materia.
Gli atomi. Le molecole. La teoria atomica e molecolare: la struttura elettronica degli atomi. L’atomo d’idrogeno. Gli atomi a più elettroni.
Gli orbitali atomici e molecolari. Le energie degli orbitali. Il principio di riempimento e il Sistema Periodico degli elementi.
Il legame chimico.
Legame covalente e ionico. Le interazioni di van der Waals e il legame idrogeno. Il legame metallico.
2° CFU:
Lo stato di aggregazione della materia.
Lo stato solido e liquido della materia. Lo stato gassoso. I gas ideali e le miscele. La legge di Dalton. La legge di Boyle. La legge di Charles e Gay-Lussac. La legge di Avogadro. L’equazione di stato dei gas ideali. I gas reali e l’equazione di stato di van der Waals.
Stechiometria
Formule chimiche, stato di ossidazione, reazioni chimiche.
3° CFU
Concetti fondamentali della Termodinamica.
Energia, sistema, ambiente e universo; proprietà intensive e estensive; funzioni di stato; Energia Interna; calore e lavoro; capacità termica. L’esperimento di Joule: (calore = lavoro). Principio Zero della Termodinamica. il Primo Principio della Termodinamica e la funzione Entalpia. Applicazione del Primo Principio all’espansione dei gas.
4° CFU
Il Secondo Principio della Termodinamica: l’Entropia: definizione statistica e termodinamica. Macchine termiche e rendimento. Ciclo di Carnot disuguaglianza di Clausius. I processi reversibili e irreversibili. L’equazione fondamentale dell’Energia Interna. Il Terzo Principio della Termodinamica. L’Energia di Gibbs. L’Equazione fondamentale dell’Energia di Gibbs.
5° CFU
Termodinamica dei cambiamenti di stato.
La teoria dell'equilibrio: il potenziale chimico.
I sistemi a più componenti.
I processi di mescolamento. Le soluzioni. Le leggi di Raoult e Henry. Lo spostamento dell’equilibrio e il Principio di Le Chatelier. La definizione termodinamica delle proprietà colligative.
6° e 7° CFU
I sistemi a composizione variabile.
L’equilibrio chimico in fase gassosa. La dipendenza dell’equilibrio chimico dalla variazione di Energia di Gibbs. La dipendenza da Temperatura e Pressione. L’equazione di van’t Hoff. L’equilibrio in fase liquida. Gli equilibri ionici in soluzione acquosa. Gli acidi e le basi.
Il prodotto ionico dell’acqua. Calcolo del pH di soluzioni di acidi e basi. Le reazioni d’idrolisi. Le soluzioni tampone. Gli acidi poliprotici e le titolazioni acido-base. I composti ionici poco solubili: il prodotto di solubilità e l’effetto dello ione comune.
Termochimica.
La legge di Hess e l’equazione di Kirchhoff. Misura del calore di reazione. Le reazioni esotermiche ed endotermiche.
Elettrochimica.
La conducibilità delle soluzione acquose di elettroliti e grado di dissociazione. L’elettrolisi. Le leggi di Faraday. Le pile e i potenziali standard. Uso dei potenziali standard per la previsione di una reazione redox.
Cinetica Chimica (cenni).
La velocità di reazione e la costante di velocità. La legge cinetica: l’ordine e la molecolarità di una reazione. Il meccanismo di reazione. La legge di Arrhenius.
8° CFU
Laboratorio.
Il laboratorio prevede l’esecuzione di esperimenti di base (preparazione di soluzioni a titolo noto, titolazione acido-base, misura del pH):
determinazione della quantità di vitamina C negli alimenti;
determinazione della quantità di acido acetico nell'aceto.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: L'insegnamento si svolge mediante lezioni frontali in aula nelle quali viene fatto uso di slide che sono successivamente messe a disposizione degli studenti. Sono previste esercitazioni di laboratorio che prevedono esperimenti chimici di base d'interesse alimentare. E' previsto un seminario sulla chimica in cucina.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Le slide usate a lezione vengono messe a disposizione dello studente all'inizio di ogni argomento.
Testi di riferimento:
  • Peter Atkins, Loretta Jones, Fondamenti di chimica. Bologna: Zanichelli, 2014. Cerca nel catalogo