Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
FARMACIA
BIOTECNOLOGIE FARMACEUTICHE
Insegnamento
INGEGNERIA PROTEICA
FAO2043069, A.A. 2012/13

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2012/13

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
BIOTECNOLOGIE FARMACEUTICHE
FA0244, ordinamento 2008/09, A.A. 2012/13
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese PROTEIN ENGINEERING
Sito della struttura didattica http://www.farmacia.unipd.it/
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile BARBARA SPOLAORE BIO/10

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline biotecnologiche comuni BIO/10 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 04/03/2013
Fine attività didattiche 15/06/2013
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2015/16 Ord.2008

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
2 Commissione a.a. 2014-2015 01/10/2014 30/09/2015 SPOLAORE BARBARA (Presidente)
POLVERINO DE LAURETO PATRIZIA (Membro Effettivo)
DE FILIPPIS VINCENZO (Supplente)
1 Commissione a.a. 2013/14 01/10/2013 30/09/2014 SPOLAORE BARBARA (Presidente)
POLVERINO DE LAURETO PATRIZIA (Membro Effettivo)
DE FILIPPIS VINCENZO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti:
Risultati di apprendimento previsti: Alla fine del corso, gli studenti saranno in grado di:
-conoscere i determinanti della stabilità di una proteina e il razionale per aumentarla
-descrivere i metodi razionali e combinatoriali utilizzati in ingegneria proteica e le tecniche di selezione dei mutanti
-proporre un approccio di ingegneria proteica per studiare la struttura e funzione delle proteine ​​o per produrre una proteina con una particolare applicazione
-analizzare criticamente la letteratura sulle diverse applicazioni delle tecniche di ingegneria proteica
Contenuti: Prerequisiti: gli studenti devono avere nozioni di biologia molecolare, di biochimica strutturale e di chimica organica per comprendere i metodi di modifica delle proteine ed il razionale delle mutazioni introdotte. E' necessaria la conoscenza della lingua inglese per compredere le diapositive che il docente mostrerà a lezione, il materiale di studio ed eventuali seminari in inglese di docenti stranieri.

Il corso intende fornire agli studenti le basi metodologiche dell’ingegneria proteica e una descrizione delle loro applicazioni nello studio delle relazioni struttura-funzione e nella progettazione di modifiche in proteine di intessere medico e biotecnologico.
Programma: Il corso approfondisce metodi di biologia molecolare e chimici che possono essere utilizzati per studiare la struttura e la funzione delle proteine e per sviluppare proteine con proprietà nuove.
Gli argomenti trattati sono i seguenti:
-Mutagenesi sito-specifica di proteine per aumentare la loro stabilità termodinamica
-Stabilità chimica di proteine e strategie per migliorarla
-Metodologie per creare librerie di mutanti (directed evolution) e metodi di high-throughput screening
-Anticorpi, frammenti di anticorpi e nuove binding proteins sviluppate da domini non-immunoglobulinici
-Permutazione circolare di proteine
-Inteine e loro applicazioni
-Sintesi chimica di peptidi e proteine
-Produzione di proteine e peptidi contenenti amminoacidi non-naturali.

Tutte le tecniche verranno illustrate fornendo esempi di applicazioni nell'ambito della ricerca ed dell'industria biotecnologica
Testi di riferimento: Sheldon J. Park and Jennifer R. Cochran, Protein Engineering and Design. United States of America: CRC Press, Taylor & Francis Group, 2010. Cerca nel catalogo
Note ai testi di riferimento: Articoli e review saranno forniti agli studenti per lo studio individuale.
Metodi didattici: L'insegnamento si svolge in lezioni frontali. Alcune ore verranno dedicate anche alla lettura critica e discussione di pubblicazioni recenti che illustrano le applicazioni delle metodologie dell'ingegneria proteica.
Metodi di valutazione: La verifica dell'apprendimento a fine corso mira a valutare la capacità dello studente di descrivere in maniera critica le principali metodologie utilizzate nell'ingegneria proteica e le loro apllicazioni.
L'esame di fine corso si compone di una prova scritta ed di una orale le cui valutazioni verrano integrate per ottenere il voto finale.
Altro: