Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
MEDICINA E CHIRURGIA
Insegnamento
MALATTIE DELL'APPARATO CARDIOVASCOLARE (MOD. SMC 1) (Logistica Treviso)
MEO2046829, A.A. 2016/17

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2013/14

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 6 anni in
MEDICINA E CHIRURGIA (Ord. 2009)
ME1729, ordinamento 2009/10, A.A. 2016/17
Sf0102
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 2.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese CARDIOVASCULAR DISEASES
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Medicina (DIMED)
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile RENATO RAZZOLINI

Corso integrato di appartenenza
Codice Insegnamento Responsabile
MEO2046826 SPECIALITA' MEDICO-CHIRURGICHE 1 (C.I.) RENATO RAZZOLINI

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
MEO2046829 MALATTIE DELL'APPARATO CARDIOVASCOLARE (MOD. SMC 1) (Logistica Treviso) RENATO RAZZOLINI ME1726

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Fisiopatologia, metodologia clinica, propedeutica clinica e sistematica medico-chirurgica MED/11 2.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso IV Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
ATTIVITÀ DIDATTICHE A PICCOLI GRUPPI 0.0 8 0.0
LEZIONE 2.0 16 34.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2016
Fine attività didattiche 20/01/2017
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2018/19 Ord.2015

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus

Caratteristiche comuni al Corso Integrato

Prerequisiti: Prerequisiti
Gli studenti devono aver sostenuto gli esami del primo triennio, la fisiopatologia e aver terminato il corso di Metodologia.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il progetto didattico che anima il corso è basato sull’esigenza di affrontare l’insegnamento delle malattie cardiovascolari e polmonari in modo integrato. Nello studio di queste patologie che, secondo le stime dell’OMS, rappresentano oggi e rappresenteranno nel prossimo futuro, le maggiori cause di morbilità e mortalità nel mondo occidentale ed il principale onere per i sistemi sanitari, l’interdisiplinarietà medico- chirurgica è diventata ormai una via obbligata. Nell’ultimo decennio, vi è stato un notevole avanzamento delle conoscenze e delle tecnologie nel campo delle malattie cardiovascolari e polmonari e spesso questi progressi hanno coinvolto in maniera competitiva l’attività medica e quella chirurgica con la ricerca di tecniche messe appunto dal clinico e dal chirurgo aventi lo stesso obiettivo finale. L’interdisciplinarietà medico-chirurgica nell’ambito delle malattie cardiovascolari e polmonari è diventata una via obbligata anche in considerazione della diffusione di nuove tecnologie e della loro scelta applicativa. Il corso integrato di Specialità medico chirurgiche III attraverso l’integrazione di insegnamenti di diversi settori scientifico disciplinari delle aree clinica, chirurgica dei servizi, si propone di realizzare l’insegnamento integrato delle malattie di cuore, polmoni e vasi.
I principali obiettivi formativi sono:
Mettere gli studenti in condizione di conoscere i quadri clinici, laboratoristici ed anatomo-patologici delle più frequenti malattie del cuore, del polmone e dei vasi di interesse non strettamente specialistico e di comprenderne i meccanismi fisiopatologici.
Saper riconoscere al letto del malato le malattie di cuore, del polmone e dei vasi e saperne cogliere le possibilità di trattamento medico e chirurgico.

In particolare, al termine del corso lo studente deve essere in grado di:
­ Conoscere i meccanismi fondamentali e riconoscere i principali quadri clinici, anatomo – patologici e strumentali di insufficienza cardiaca, cardiopatia ischemica, valvulopatie e malattie vascolari periferiche arteriose e venose, insufficienza respiratoria acuta e cronica, neoplasie del polmone, infezioni polmonari, asma e bronco pneumopatie croniche ostruttive.
­ Conoscere il corretto impiego delle tecniche diagnostiche invasive e non invasive necessarie a stabilire una diagnosi corretta ed una valutazione del paziente che consenta di decidere il trattamento più adeguato (terapia medica, interventistica o chirurgica).
­ Conoscere i principali tipi di intervento chirurgico nelle patologie sopra descritte e le problematiche relative agli specifici interventi chirurgici.
Prerequisiti
Gli studenti devono aver sostenuto gli esami del primo triennio, la fisiopatologia e aver terminato il corso di Metodologia.
Modalita' di esame: Prova orale che verterà su tutte le discipline del corso integrato.
Criteri di valutazione:

Caratteristiche proprie del modulo

Contenuti: 1. Diagnostica strumentale Elettrocardiografia clinica Processo di attivazione elettrica normale del cuore
Ingrandimenti atriali e ventricolari
Disturbi di conduzione
Necrosi, lesione, ischemia
Aritmie atriali e ventricolari

Diagnostica per immagini: radiografia, TAC, RMN, scintigrafia nelle applicazioni cardiologiche
Ecocardiografia
Ecocardiografica monodimensionale, bidimensionale, doppler
Ergometria e valutazione funzionale
Cateterismo cardiaco
Generalità
Cateterismo destro e sinistro e misure emodinamiche
Tecniche angiografiche, con particolare riguardo alla coronarografia e ventricolografia
Indicazioni al cateterismo cardiaco
Tecniche interventistiche (angioplastica e valvuloplastica)

2. Farmaci in terapia cardiovascolare (nel trattamento delle patologie) Inotropi
Diuretici
Vasodilatatori
Antiaritmici
ACE-inibitori e sartanici
Beta-bloccanti
Antitrombotici (antiaggreganti, antipiastrinici, trombolitici)

3. Elettrofisiologia ed elettrofisiologia interventistica
Pacemaker
Cardioversione e defibrillazione
Ablazione transcatetere
Defibrillatori impiantabili e stimolazione biventricolare

4. Insufficienza cardiaca
Insufficienza cardiaca acuta, edema polmonare acuto
Insufficienza cardiaca cronica
Eziologia
Fisiopatologia
Quadro clinico
Esami di laboratorio
Prognosi e terapia
Cenni sul trapianto cardiaco


5. Aritmie cardiache Tachicardie
Bradicardie
Blocchi e dissociazione atrioventricolare
Fibrillazione e flutter atriale

6. Morte improvvisa
7. Malattia reumatica
8. Endocardite infettiva; endocarditi acute e subacute
9. Cardiopatie valvolari Stenosi mitralica Insufficienza mitralica
Stenosi aortica
Insufficienza aortica
Vizi tricuspidali
Vizi combinati

10. Malattie del miocardio Miocarditi
Miocardiopatia
Dilatativa
Ipertrofica
Restrittiva
Aritmogena

11. Malattie del pericardio F: 1 ora
Pericarditi e versamento pericardio
Tamponamento cardiaco
Pericardite costrittiva

12. Cardiopatie congenite Sindromi da iperafflusso polmonare
Sindromi da ipoafflusso polmonare
Principali anomalie congenite delle valvole


13. Cardiopatia ischemica Fisiologia e fisiopatologia della circolazione coronarica e dell’evento ischemico
Angina stabile
Sindromi coronariche acute
Angina instabile
Infarto miocardico acuto
Non-Q
Con onda Q
Epidemiologia
Quadri clinici
Diagnostica strumentale
Prognosi
Trattamento
Indicazioni al trattamento interventistico e alla chirurgia
Stratificazione del rischio del postinfarto
Cardiopatia ischemica cronica

14. Cuore polmonare cronico
15. Tromboembolia polmonare
16. Ipertensione polmonare primitiva

17. Cardiopatie e gravidanza
18. Cardiopatie nell’anziano

19. Il cuore negli sportivi
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento:
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Harrison et al: Harrison's principles of internal medicine, McGraw Hill 2015
Dalla Volta et al, Malattie del cuore e dei vasi.Mc Graw Hill 2005.
Testi di riferimento: