Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
TECNICHE DI NEUROFISIOPATOLOGIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TECNICO DI NEUROFISIOPATOLOGIA)
Insegnamento
TIROCINIO (PRIMO ANNO)
MEL1004348, A.A. 2014/15

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2014/15

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
TECNICHE DI NEUROFISIOPATOLOGIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TECNICO DI NEUROFISIOPATOLOGIA)
ME1858, ordinamento 2011/12, A.A. 2014/15
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 7.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese TRAINING AT PUBLIC AND PRIVATE FACILITIES THAT HAVE AN AGREEMENT
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Neuroscienze (DNS)
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di TECNICHE DI NEUROFISIOPATOLOGIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TECNICO DI NEUROFISIOPATOLOGIA)

Docenti
Responsabile PATRIZIA RAMPAZZO

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Tirocinio differenziato per specifico profilo MED/48 7.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Note: Il tirocinio per il CdL in Tecniche di neurofisiopatologia, rappresenta un importante momento della formazione dello studente.
Le attività di tirocinio sono programmate in modo da guidare lo studente ad acquisire gradualmente e progressivamente la competenza professionale relativa agli atti previsti dal profilo professionale del tecnico di Neurofisiopatologia nel paziente adulto come in ambito pediatrico.

1 ANNO:
ELETTROENCEFALOGRAFIA
metodiche di acquisizione dell’Elettroencefalogramma di routine (EEG): raccolta notizie anamnestiche – preparazione del paziente con applicazione dei vari tipi di elettrodi secondo il sistema internazionale 10/20 – misurazione resistenze interelettrodiche – scelta delle prove di attivazione EEG ( Iperpnea IPN, stimolazione luminosa intermittente SLI) e loro durata, valutazione della reattività ai vari tipi di stimoli (tattili, visivi, nocicettivi, acustici )–
VideoEEG: sincronizzazione del segnale EEG con videoregistrazione del paziente e delle sue manifestazioni cliniche: fondamentale per la diagnosi differenziale dei vari tipi di epilessia.
registrazione del tracciato con riconoscimento e discriminazione di grafoelementi patologici dagli artefatti – eventuale intervento di prima assistenza sul paziente in crisi – successiva relazione tecnica del tracciato registrato.
Manutenzione delle apparecchiature utilizzate con applicazione delle norme di sicurezza per la salvaguardia del paziente e del personale.
Pulizia e sterilizzazione degli elettrodi e accessori per esami in cui è necessaria l’asepsi.

Testi utili suggeriti: Testo-Atlante di Elettroencefalografia Clinica (Maria Rita de Feo e Oriano Mecarelli)
Manuale Teorico Pratico di Elettroencefalografia - Oriano Mecarelli - LWW