Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Giurisprudenza
GIURISPRUDENZA
Insegnamento
FONDAMENTI E SVOLGIMENTI DEL DIRITTO EUROPEO
GIP5070878, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2015/16

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
GIURISPRUDENZA (Ord. 2014)
GI0270, ordinamento 2014/15, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum GENERICO - SEDE DI PADOVA [999PD]
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese FOUNDATIONS OF EUROPEAN LAW
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Diritto Pubblico, Internazionale e Comunitario
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile LUIGI GAROFALO IUS/18
Altri docenti PAOLA LAMBRINI IUS/18

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINI O INTEGRATIVE D.M.270/04 Attività formative in ambiti disciplinari affini o integrativi a quelli di base e caratterizzanti, anche con riguardo alle culture di contesto e alla formazione interdisciplinare IUS/18 2.0
BASE Storico-giuridico IUS/18 7.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso V Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 72 153.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
1 A.A. 2019/20 sede di Padova 01/10/2019 30/09/2020 GAROFALO LUIGI (Presidente)
LAMBRINI PAOLA (Membro Effettivo)
SCEVOLA ROBERTO GIAMPIERO FRANCESCO (Membro Effettivo)
PELLOSO CARLO (Supplente)
VIARO SILVIA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: E' propedeutico l'esame di Istituzioni di diritto romano.
Si rammenta che 'Fondamenti e svolgimenti del diritto europeo' è alternativo a 'Diritto romano' e incompatibile con 'Fondamenti del diritto europeo' da 6 cfu.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Conoscenza delle matrici romane del diritto privato europeo, con particolare riferimento alle regole di correttezza e alla tutela apprestata in caso di loro violazione, così come integranti la 'scienza giuridica europea': principi, teorie, regole ed elaborazioni che possano facilitare la comprensione di problemi giuridici e agevolare l'efficace risoluzione dei medesimi, anche attraverso l'acquisizione di una maggiore autonomia di giudizio e il potenziamento della terminologia formalizzata.
Modalita' di esame: Prova orale.
Criteri di valutazione: Il grado di maturità nell'elaborare criticamente i problemi e nell'individuare le possibili soluzioni attingendo alla scienza giuridica europea - in quanto tale di matrice romanistica - costituirà elemento dirimente di valutazione, unitamente alla padronanza della prospettiva europea 'de iure condito' e 'de iure condendo' (ordinamenti nazionali vigenti e progetti di armonizzazione delle legislazioni riguardo specifici ambiti giuridici).
Contenuti: Il corso mira non soltanto ad approfondire le radici romane dell'esperienza giuridica europea, ma anche a mettere in luce le diversità, talora profonde, tra concezioni romane e dogmi dell'attualità, affrontando in specie tre ambiti argomentativi. Nella prima parte del corso vengono analizzati i fondamenti e gli svolgimenti della scienza giuridica innanzitutto in ordine alle concezioni generali e, poi, in relazione a istituti nei quali ravvisare le radici di assetti posteriori (diritto romano arcaico, azione, contratto e possesso), non senza cenni significativi alla configurazione degli studi romanistici anche al fine di individuare esattamente quale sia oggi il ruolo del giurista (o, meglio, se esista ancora una figura definibile come tale). La seconda parte del corso intende approfondire gli echi del diritto romano nell'arte e nel pensiero attraverso una metodologia volta non tanto a individuare i punti di contatto, quanto a sviscerare dall'interno di opere appartenenti ad altri 'saperi' i contenuti romanistici che hanno inciso maggiormente su autori e opere; infine, nella terza parte, l'approfondimento riguarderà aspetti tecnici quali beni comuni e possesso, applicazioni della 'fides' e impieghi dell'azione di dolo, secondo schemi di indagine volti a ricondurre ciascuna fattispecie al quadro dogmatico, sistematico e concettuale di riferimento nell'esperienza giuridica moderna.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Ogni cfu corrisponde a un carico didattico di 8 ore di attività frontale (lezione o seminario) da svolgersi in aula: eventuali esercitazioni potranno essere offerte previa valutazione del docente che, attraverso interventi da parte di studiosi stranieri, si propone di stimolare la discussione tra i discenti conformemente al 'respiro europeo' degli argomenti studiati.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: I testi indicati devono essere studiati per intero.
Testi di riferimento:
  • Luigi Garofalo, Fondamenti e svolgimenti della scienza giuridica. Nuovissimi saggi. Napoli: Jovene, 2019. Cerca nel catalogo
  • Luigi Garofalo, Echi del diritto romano nell'arte e nel pensiero. Pisa: Pacini, 2018.
  • Paola Lambrini, Strutture giuridiche romane e diritto privato europeo. Napoli: Jovene, 2019. In corso di stampa (titolo provvisorio)

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Case study
  • Questioning
  • Problem solving
  • Mappe concettuali
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita' Uguaglianza di genere Ridurre le disuguaglianze Pace, giustizia e istituzioni forti