Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
TERAPIA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITÀ DELL'ETÀ EVOLUTIVA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TERAPISTA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITÀ DELL'ETÀ EVOLUTIVA)
Insegnamento
INFORMATICA MEDICA, ATTIVITA' SEMINARIALI 2
MEP3051907, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2015/16

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
TERAPIA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITÀ DELL'ETÀ EVOLUTIVA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TERAPISTA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITÀ DELL'ETÀ EVOLUTIVA)
ME1851, ordinamento 2011/12, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 3.0
Tipo di valutazione Giudizio
Denominazione inglese MEDICAL INFORMATICS, SEMINARS 2
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Salute della Donna e del Bambino (DSB)
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di TERAPIA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITÀ DELL'ETÀ EVOLUTIVA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TERAPISTA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITÀ DELL'ETÀ EVOLUTIVA)

Docenti
Responsabile ALESSANDRA CASTELLITI
Altri docenti MASSIMO DE MARI
LORENZA SVANELLINI

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
ALTRO Altre attività quali l'informatica, attività seminariali ecc. MED/48 3.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo trimestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 3.0 30 45.0

Calendario
Inizio attività didattiche 08/01/2018
Fine attività didattiche 09/03/2018
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2011

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: I Genitori e il figlio disabile: Conoscenza delle fasi evolutive relative all'infanzia.

Gestualità ed accoglienza del bambino con disabilità neuropsicomotoria: non si richiede alcun prerequisito
Conoscenze e abilita' da acquisire: I genitori e il figlio disabile: Approfondimenti della relazioni inter-familiari.

Gestualità ed accoglienza del bambino con disabilità neuropsicomotoria: 1. Far acquisire una maggiore consapevolezza allo studente in formazione, di che cosa significhi avvicinarsi ad una professione dove la figura del terapista viene coinvolta in primo piano nella relazione umana, emotiva, fisica e gestuale; 2.Fornire allo studente linee comportamentali pratiche attraverso strumenti specifici, per poter essere in grado di affrontare alcuni stadi emozionali della relazione con il bambino con disabilità neuro psicomotoria; 3.Sviluppare praticamente un percorso dinamico specifico, che consenta all’operatore di non trovarsi in situazioni, dove la relazione empatica arrivi a superare lo scoglio del giusto equilibrio sfociando quindi nell’incapacità di gestire in modo professionale, l’intervento mirato alla cura del bambino stesso.
Modalita' di esame: Gestualità ed accoglienza del bambino con disabilità neuropsicomotoria: Elaborato finale.
Criteri di valutazione:
Contenuti: I genitori e il figlio disabile: Il prendersi cura, categoria comportamentale; La nascita, significato e storia;Ferita narcisistica; Iperprotezione e dipendenza aggressiva; Importanza dell’individuazione e del distanziamento; Essere sé e diventare adulti; Diritto al riconoscimento dell’identità di genere e della sessualità; I vissuti dei fratelli; Necessità di un progetto; Come aiutare la famiglia?

Gestualità ed accoglienza del bambino con disabilità neuropsicomotoria: 1. Studio e sperimentazione pratica del concetto di Aptonomia; 2.l’aptonomia, è una disciplina recente che si propone di stabilire un contatto affettivo attraverso il contatto fisico; 3.Tecniche di stimolazione psico-corporee, rivolte al bambino con disabilità, mirate a sviluppare il contatto affettivo in maniera costante e rispettosa; 4.“Gesti di cura”. Sperimentazione di modalità gestuali specifiche per bambini con disabilità neuro psicomotoria; 5.Osservazione del linguaggio corporeo
Ascolto del sé; 6.Riconoscimento delle proprie emozioni
Gestione degli aspetti emotivi in relazione all’accoglienza; 7.Bisogni del bambino malato e bisogni del terapista
"Giusta distanza"; 8.Il rapporto con il bambino e la sua famiglia;8.Motivazione e relazione; 9.Lavoro multidisciplinare e l’équipe; 10.Gruppo di supervisione clinica; 11.Dinamiche di gruppo; 12.Simulazioni pratiche d’intervento; 13.Laboratorio grafico; 14.Laboratorio movimento creativo; 15.Video formativi; 16.Rielaborazione dei vissuti; 17. Questionario di gradimento.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: I genitori e il figlio disabile: Proiezione film sul tema; esposizione; lavoro di gruppo.

Gestualità ad accoglienza del bambino con disabilita neuropsicomotoria: Lezione frontale e sperimentazioni laboratoriali.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: I genitori e il figlio disabile: 1.BOLLNOW O.F. Le Tonalità Emotive, Vita e Pensiero Editore, 2009; 2.FERRARI P. Lezioni al Master Genitorialità, Università di Padova, 2003; 3.GREENSPAN S.I., Psicoterapia e sviluppo psicologico, Il Mulino, Bologna, 1999; 4.POSTIGO SOLANA E., Atti del congresso "I paradossi della disabilità", Madrid, Università CEU San Pablo, 19-21 aprile 2012.

Gestualità ad accoglienza del bambino con disabilita neuropsicomotoria: 1.Plutchik, Psicologia e biologia delle emozioni Bollati Boringhieri - 1995; 2.Martinet, “La musica del corpo” ed. Erickson, 2007; 3.Video formativi
Testi di riferimento: