Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
TECNICHE DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO)
Insegnamento
PREVENZIONE, VERIFICA E CONTROLLO NEGLI AMBIENTI DI LAVORO E RADIOPROTEZIONE
MEP3053109, A.A. 2016/17

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2015/16

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
TECNICHE DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO)
ME1861, ordinamento 2012/13, A.A. 2016/17
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum GENERICO - SEDE di FELTRE (BL) [999FE]
Crediti formativi 8.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese PREVENTION, CONTROL AND MONITORING AT THE WORKPLACE AND RADIATION PROTECTION
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Cardio-Toraco-Vascolari e Sanità Pubblica
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede FELTRE (BL)
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di TECNICHE DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO)

Docenti
Responsabile DANIELA MARCOLINA 000000000000
Altri docenti MARCO DAL PONT 000000000000
MARCO PIUZZI 000000000000

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Scienze della prevenzione e dei servizi sanitari MED/36 2.0
CARATTERIZZANTE Scienze della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro MED/50 4.0
CARATTERIZZANTE Scienze interdisciplinari ICAR/03 2.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 8.0 80 120.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2016
Fine attività didattiche 20/01/2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
10 Commissione 2017/18 Feltre 02/10/2017 30/04/2019 MARCOLINA DANIELA (Presidente)
DAL PONT MARCO (Membro Effettivo)
BARTOLUCCI GIOVANNI BATTISTA (Supplente)
PIUZZI MARCO (Supplente)
9 Commissione 2017/18 Padova 02/10/2017 30/04/2019 GRIGOLETTO MIRKA (Presidente)
BAGGIO LUCA (Membro Effettivo)
BARTOLUCCI GIOVANNI BATTISTA (Supplente)
PAVARIN GIORGIO (Supplente)
8 Commissione 2016/17 Feltre 01/10/2016 30/04/2018 MARCOLINA DANIELA (Presidente)
DAL PONT MARCO (Membro Effettivo)
BARTOLUCCI GIOVANNI BATTISTA (Supplente)
PIUZZI MARCO (Supplente)
7 Commissione 2016/17 Padova 01/10/2016 30/04/2018 GRIGOLETTO MIRKA (Presidente)
BAGGIO LUCA (Membro Effettivo)
BARTOLUCCI GIOVANNI BATTISTA (Supplente)
PAVARIN GIORGIO (Supplente)
6 Commissione 2015/16 Feltre 01/10/2015 30/04/2017 MARCOLINA DANIELA (Presidente)
DAL PONT MARCO (Membro Effettivo)
5 Commissione 2015/16 Padova 01/10/2015 30/04/2017 COMPOSTA ANTONIO (Presidente)
GRIGOLETTO MIRKA (Membro Effettivo)
BARTOLUCCI GIOVANNI BATTISTA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenza di base di chimica, fisica, biologia e delle nozioni fondamentali di fisica atomica
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso è formato da tre insegnamenti
a) Per quanto riguarda l’insegnamento “Vigilanza e Sicurezza negli ambienti di lavoro” l’obiettivo formativo è quello di conoscere le principali norme in materia di sicurezza e in particolare conoscere i principali contenuti del D.Lgs. 81/08. Lo studente a fine corso dovrà sapere l'organizzazione e le competenze dei vari Enti di Vigilanza in materia di sicurezza sul lavoro e in particolare dovrà conoscere gli atti e i compiti dell'Organo di Controllo della ULSS (sopralluogo ispettivo, atti amministrativi e giudiziari.)

b) Relativamente all’insegnamento di “Ingegneria sanitaria e ambientale” le conoscenze e abilità da acquisire sono: la conoscenza degli principali aspetti legislativi dell’igiene edilizia degli ambienti di vita di lavoro e cimiteriali, e i relativi fattori di antigienicità e di rischio e le conseguenti misure di prevenzione da attuare tra cui le modalità di trattamento e smaltimento dei reflui provenienti dagli insediamenti esaminati.

c) Per quanto concerne l’insegnamento di “Radioprotezione” l’obiettivo formativo è acquisire una conoscenza di base degli elementi della fisica delle radiazioni per poter comprendere ed applicare la normativa nazionale e ragionale in materia di radiazioni ionizzanti e non ionizzanti.ti di radioprotezione, con l’obiettivo formativo di fornire le conoscenze necessarie per una gestione autonoma e adeguata del previsto sistema di vigilanza.
Modalita' di esame: Test con domande a risposta multipla e libera.
Eventuale prova orale
Criteri di valutazione: Aderenza culturale delle risposte fornite alle domande sottoposte; punteggio positivo per ogni risposta corretta, negativo per ogni risposta errata o non data
Contenuti: a) I contenuti dell’insegnamento di “Vigilanza e Sicurezza negli ambienti di lavoro” sono:
- Le principali leggi italiane in materia di sicurezza sul lavoro.
- Gli Enti Pubblici di vigilanza e tutela in materia di sicurezza sul lavoro (DTL, Vigili del Fuoco, INAIL e INAIL ex-ISPESL, INPS, ARPAV Sezione antinfortunistica-impiantistica) e in particolare i compiti e le attività dell’Organo di Vigilanza negli ambienti di Lavoro delle ULSS.
- I provvedimenti Amministrativi e Penali dell’Organo di Vigilanza, con particolare attenzione al sistema sanzionatorio (D.Lgs. 758/94).
- La pianificazione e programmazione della vigilanza a livello nazionale, regionale e provinciale come indicato nel Titolo I° del D.Lgs 81/08.
- La vigilanza sul contenuto del Titolo I° del D.Lgs 81/08: definizioni, campo di applicazione, figure della sicurezza aziendale, valutazione dei rischi aziendali, sorveglianza sanitaria, formazione, gestione delle emergenze e dei DPI.
- La vigilanza sul contenuto del Titolo II°, V°, VI° e VII° ossia sui rischi derivanti dai luoghi di lavoro, segnaletica e rischi ergonomici.
- La vigilanza sul contenuto del VIII°, IX°, X° del D.Lgs 81/08, ossia sui rischi lavorativi per la salute derivanti rispettivamente da agenti fisici, chimici e biologici.
- La vigilanza sui sistemi di gestione della sicurezza in relazione all’art. 30 del D.Lgs 81/08 ossia i sistemi esimenti della responsabilità amministrativa di cui al D.Lgs 231/2001.
- Le attività giudiziarie effettuate dall’Organo di Vigilanza ossia le inchieste per infortuni e malattie professionali e gli atti giudiziari ad esse collegati (SIT, identificazione dei soggetti responsabili, redazione del fascicolo tecnico)

b) I contenuti dell’insegnamento di “Ingegneria sanitaria e ambientale” sono:
- Storia ed evoluzione del processo edilizio
- Legislazione delle varie tipologie edilizie di interesse igienico sanitario (residenziale, artigianale-industriale, direzionale, commerciale, etc)
- I principali rischi dei locali: inquinamento indoor, antigenicità, orientamento dei locali, i materiali da costruzione, il radon
- Valutazioni igienico-sanitarie dei locali sia in fase di progettuale (controllo degli elaborati grafici) sia in fase di sopralluogo (verifica ispettiva).
- L’edilizia cimiteriale.
- I sistemi di trattamento, depurazione e smaltimento dei reflui provenienti dagli edifici in presenza o assenza di conduttura dinamica.

c) Per l’insegnamento di “Radioprotezione” i contenuti sono:
- Fondamenti di fisica delle radiazioni
- Il D.Lgs. 230/1995 con particolare riguardo alla protezione sanitaria dei lavoratori e della tutela sanitaria della popolazione.
- La protezione del paziente con il D.Lgs. 187/2000.
- Il sistema sanzionatorio in materia di radiazioni ionizzanti e organi competenti.
- Radioprotezione e risonanza magnetica in ambito sanitario
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali, esercizi e discussione in aula
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Testo del Decreto Legislativo 81/2008 e il testo delle altre leggi citate.
Verrà messo a disposizione degli studenti il materiale didattico presentato durante le lezioni
Testi di riferimento:
  • Signorelli C., D’Alessandro D. e Campolongo S., Igiene Edilizia e Ambientale. Roma: Soc. Editrice Universo, 2007. Cerca nel catalogo