Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Economia e Scienze politiche
ECONOMIA
Insegnamento
EUROPEAN PRIVATE LAW
ECM0013188, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
ECONOMIA
EP2093, ordinamento 2014/15, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese EUROPEAN PRIVATE LAW
Sito della struttura didattica http://www.economia.unipd.it
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali "Marco Fanno"
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione INGLESE
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile LAURENCE KLESTA IUS/01

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative IUS/14 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2018/19 Ord.2014

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: Sono indispensabili conoscenze di base di diritto privato. E’ altresì auspicabile una conoscenza di base del diritto commerciale.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso ha le seguenti competenze e abilità attese:
1. Essere in grado di interpretare l’impatto del processo europeo di regolamentazione sulle relazioni di diritto privato e le attività commerciali.
2. Comprendere gli aspetti essenziali dell’ordinamento giuridico europeo –in particolare le fonti- e il principio di sussidiarietà
3. Analizzare criticamente l’applicazione delle regole riguardanti il Mercato interno.
4. Comprendere come le imprese possono trarre vantaggio dalle libertà fondamentali e perché e come potrebbero essere influenzate dalle regole europee in materia di concorrenza
Modalita' di esame: Presentazione di un lavoro di gruppo incentrato su un argomento/assegnato dal docente ed esame scritto finale comprendente un caso pratico e domande aperte sugli argomenti trattati in aula e nelle letture obbligatorie.
Criteri di valutazione: Il voto finale verrà determinato sulla base della valutazione ottenuta nel lavoro di gruppo (30%) e dell’esame finale (70%). Gli studenti non regolarmente frequentanti verranno valutati esclusivamente sulla base dell’esame scritto.
Contenuti: Il corso è diviso in due parti. Nella prima vengono affrontati i seguenti temi:
- Scopi e politiche dell’UE
- Fonti e teoria della supremazia del diritto europeo
- Relazioni tra diritto europeo e diritti nazionali degli Stati membri

Nella seconda parte vengono trattati i seguenti temi:

- Creazione e funzionamento del Mercato Interno
- Le libertà fondamentali riguardanti i beni, le imprese e i servizi
- Standardizzazione dei prodotti e protezione del consumatore
- Regole in materia di concorrenza, in particolare accordi tra imprese e abuso di posizione dominante

Per informazioni più dettagliate sul programma si rimanda al documento “Course outline” disponibile nel sito del corso (Moodle)
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni, analisi di casi pratici, presentazioni lavori di gruppo.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Per la preparazione dell’esame scritto gli studenti dovranno avvalersi delle slide utilizzate dal docente, dei propri appunti e delle letture integrative. Le slide verranno rese disponibili via Moodle prima di ogni lezione. Le letture obbligatorie verranno indicate dal docente prima delle lezioni. Slide e letture devono intendersi come materiali obbligatori e non reciprocamente sostituibili.
Testi di riferimento:

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Case study
  • Working in group
  • Active quiz per verifiche concettuali e discussioni in classe
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita' Pace, giustizia e istituzioni forti