Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Economia e Scienze politiche
SCIENZE POLITICHE, RELAZIONI INTERNAZIONALI, DIRITTI UMANI
Insegnamento
RELAZIONI INTERNAZIONALI
SPL1000493, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
SCIENZE POLITICHE, RELAZIONI INTERNAZIONALI, DIRITTI UMANI
SP1421, ordinamento 2008/09, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese INTERNATIONAL RELATIONS
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MARCO MASCIA SPS/04

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
SPL1000493 RELAZIONI INTERNAZIONALI MARCO MASCIA SP1843

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE formazione interdisciplinare SPS/04 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 65 160.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/09/2017
Fine attività didattiche 19/01/2018

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: La materia è politologica. E’ pertanto necessaria la conoscenza dei concetti base e principali approcci di Scienza politica, nonché della Storia delle relazioni internazionali. Questi due esami costituiscono altrettante propedeuticità. Conoscenza della lingua inglese.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di fornire dati cognitivi utili a capire la complessità evolutiva del sistema delle relazioni internazionali nelle sue valenze politiche, avuto particolare riguardo agli estesi processi di mutamento strutturale che lo pervadono e alla loro ricaduta sul comportamento degli attori statuali e non-statuali.
L’intento formativo è di aiutare a impadronirsi di chiavi di lettura della politica internazionale, in particolare della sempre più accentuata compenetrazione interno-internazionale, della crisi della governabilità e delle strategie ipotizzate come idonee a sviluppare processi, strutture e istituzioni di (good) global governance ai vari livelli. In questo contesto, viene in particolare focalizzato l’approccio “glocalista” all’analisi dell’agenda politica in un’ottica di mutamento umanocentrico delle relazioni internazionali guidato dal paradigma dei diritti umani.
Modalita' di esame: Le modalità e i contenuti dell'esame sono gli stessi per tutti gli studenti, frequentanti e non frequentanti, anche quelli iscritti negli anni precedenti, che devono ancora sostenerlo.
L'esame consiste in una prova scritta con 4 domande a risposta aperta sui temi oggetto del corso. La durata dell'esame è di 2 ore.
Criteri di valutazione: L’esame sarà valutato in trentesimi, il voto minimo è 18, il voto massimo 30.
Lo studente dovrà dimostrare di possedere le principali informazioni relative alle teorie delle relazioni internazionali, ai processi internazionali di mutamento, al sistema internazionale, agli attori intergovernativi e non-governativi, alla politica estera, alla sicurezza internazionale, al conflitto, al negoziato e all’integrazione; capacità di analisi e rielaborazione critica; saper fare un uso corretto ed efficace della terminologia politologica dello specifico settore delle relazioni internazionali.
Contenuti: Il corso è articolato in due parti.
Nella prima vengono trattatati argomenti relativi a: teorie e metodi di analisi del sistema della politica internazionale, processi di mutamento strutturale (interdipendenza, internazionalizzazione dei diritti umani, ecc.), attori (statuali, intergovernativi, sopranazionali, non governativi), politica estera, conflitto, negoziato, cooperazione, integrazione.
Nella seconda parte, gli argomenti attengono alla problematica della pace, della democrazia internazionale, dei sistemi di sicurezza e dell’uso della forza, della riforma delle Nazioni Unite, della transizione a un nuovo ordine mondiale.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso si svolgerà prevalentemente per mezzo di lezioni frontali. Saranno previsti tuttavia seminari con docenti e studiosi su temi specifici e momenti di approfondimento individuale su base volontaria di temi inerenti al programma del corso mediante presentazioni.
Possono essere attivati gruppi di lavoro per simulazioni (gioco di ruoli). E’ fatto uso di documenti di organizzazioni internazionali.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Gli studenti in mobilità Erasmus o di altro tipo o gli studenti stranieri che non abbiano sufficiente competenza nella lingua italiana possono preparare l'esame utilizzando il seguente testo:
F.Attinà, The Global Political System, Palgrave MacMillan, 2011.
Testi di riferimento:
  • A.Papisca, M.Mascia, Le relazioni internazionali nell’era dell’interdipendenza e dei diritti umani. Padova: Cedam, 2012. (Quarta edizione) Cerca nel catalogo