Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze
OTTICA E OPTOMETRIA
Insegnamento
OTTICA PER LA CONTATTOLOGIA 2 CON LABORATORIO
SCP3049700, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
OTTICA E OPTOMETRIA
SC1168, ordinamento 2016/17, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 8.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese CONTACTOLOGY 2 WITH LABORATORY
Sito della struttura didattica http://otticaeoptometria.scienze.unipd.it/2018/laurea
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Fisica e Astronomia "Galileo Galilei"
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di OTTICA E OPTOMETRIA

Docenti
Responsabile PIETRO GHELLER

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Sperimentale e applicativo FIS/01 8.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LABORATORIO 5.0 60 65.0
LEZIONE 3.0 24 51.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2016

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
6 Ottica per la contattologia 2 con laboratorio 01/10/2018 30/11/2019 GHELLER PIETRO (Presidente)
SALASNICH LUCA (Membro Effettivo)
ROSSETTI ANTO (Supplente)
5 Ottica per la contattologia 2 con laboratorio 01/10/2017 30/11/2018 GHELLER PIETRO (Presidente)
SALASNICH LUCA (Membro Effettivo)
ROSSETTI ANTO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: aver superato l'esame di ottica per la contattologia I
Conoscenze e abilita' da acquisire: Conoscere l'ambito contattologico in tutte le sue forme. Dall'eseguire un esame preliminare per l'indicazione all'uso di lenti a contatto fino all'applicazione di lenti a contatto sia a struttura morbida che rigida. Durante il corso si acquisiscono le abilità cliniche dell'applicazione lenti e della loro valutazione, nonchè l'uso degli strumenti utili per la pratica contattologica
Modalita' di esame: Colloquio con discussione di una tesina monotematica.
Criteri di valutazione: TESINA MONOTEMATICA
Entro e non oltre il termine assegnato, consegnare un elaborato monotematico di contattologia clinica concordato con l’insegnante. L’elaborato entra nel computo della valutazione d’esame per un totale di 3 punti. Il punteggio della tesina è argomentato sull'aspetto formale (rispetto delle forme elementari di scientificità, riferimenti e bibliografia), sui contenuti e sull'originalità dell'argomento scelto
Contenuti: UNITA’ DIDATTICHE

1) lenti a contatto uso DW, EW, CW
a) caratteristiche fisico-chimiche dei materiali e il DK/L
b) EOP ed edema
c) la cornea e la richiesta di ossigeno
d) lenti giornaliere, mensili, a cambio programmato

2) film lacrimale
a) test di lacrimazione
b) anomalie del film lacrimale
c) rapporto film e materiali lac
d) relazione tra buon uso lac e film lacrimale
e) drop out
i) esecuzione test e scelta della lente più adeguata
f) Dry eye patologico e marginale
g) Scelta dei sostituti lacrimali (principi attivi e loro applicazioni cliniche)

3) fitting applicativo RGP
a) indicazioni e contro indicazioni all’applicazione di lenti a contatto
b) scelta topografica di una lente RGP
c) filosofie applicative
d) valutazione statico-dinamica di un’ applicazione
e) visite di controllo

4) Compensazione dell’astigmatismo mediante lenti morbide
a) Lenti morbide per astigmatismo (dalle tronche alle lenti a stabilizzazione accellerata)

5) Compensazione della presbiopia mediante lenti a contatto
a) monovisione
b) Lenti bifocali
c) Lenti simultanee
d) Scelta tra soluzione RGP e morbida

6) i depositi e la manutenzione
a) depositi inorganici
b) depositi organici
c) la manutenzione chimica
d) la manutenzione fisica

7) le complicanze in contattologia
a) complicanze fisiche
b) complicanze metaboliche
c) complicanze tossico-chimiche
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: tutoraggio per l'acquisizione delle abilità cliniche e strumentali
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Dispensa di riferimento del corso distribuita dall'insegnante e la bibliografia d'esame
Testi di riferimento: