Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
FILOSOFIA
Insegnamento
FILOSOFIA DELLA SCIENZA (B)
LEN1032917, A.A. 2016/17

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
FILOSOFIA
LE0599, ordinamento 2008/09, A.A. 2016/17
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese PHILOSOPHY OF SCIENCE (B)
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/scienzeumane/course/view.php?idnumber=2016-LE0599-000ZZ-2016-LEN1032917-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile PIERDANIELE GIARETTA

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE Storia della filosofia e istituzioni di filosofia M-FIL/02 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 27/02/2017
Fine attività didattiche 09/06/2017
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2008

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
5 commissioni a.a.2018-2019 01/10/2018 30/11/2019 GIARETTA PIERDANIELE (Presidente)
SOAVI MARZIA (Membro Effettivo)
CARRARA MASSIMILIANO (Supplente)
MORATO VITTORIO (Supplente)
SPOLAORE GIUSEPPE MARIO (Supplente)
4 FILOSOFIA DELLA SCIENZA (B) 2016/2017 01/10/2016 30/11/2017 GIARETTA PIERDANIELE (Presidente)
SOAVI MARZIA (Membro Effettivo)
CARRARA MASSIMILIANO (Supplente)
SPOLAORE GIUSEPPE MARIO (Supplente)
3 FILOSOFIA DELLA SCIENZA (B) 2014/2015 01/10/2015 30/11/2016 GIARETTA PIERDANIELE (Presidente)
SOAVI MARZIA (Membro Effettivo)
CARRARA MASSIMILIANO (Supplente)
SPOLAORE GIUSEPPE MARIO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Nessuno
Conoscenze e abilita' da acquisire: Scopo del corso è introdurre lo studente alla filosofia della scienza, fornendogli l'informazione di base su nozioni e temi fondamentali e presentandogli orientamenti significativi della riflessione filosofica riguardante la scienza.
Modalita' di esame: L'esame è orale, eventualmente preceduto da parziali accertamenti non obbligatori.
Criteri di valutazione: Nella valutazione si tiene conto della misura nella quale lo studente ha acquisito l'informazione essenziale di base, della chiarezza con la quale è in grado di mettere a fuoco nozioni e punti problematici, e anche della capacità di connettere e confrontare punti di vista diversi.
Contenuti: Viene presentato un quadro generale della filosofia della scienza del Novecento (neopositivismo, Popper, Kuhn e sviluppi successivi). Vengono trattati il ragionamento (con l’introduzione di alcuni elementi fondamentali di logica), la spiegazione e la predizione nella scienza, incluse le spiegazioni della teoria dell’evoluzione, e poi si esaminano le caratteristiche metodologiche ed epistemologiche che sono state attribuite alla medicina dall’epoca moderna ad oggi.
Più dettagliatamente, si trattano, nell'ordine, gli argomenti qui sotto elencati.
1) Alcune grandi questioni di filosofia generale della scienza presentate con riferimento al neopositivismo, a Popper, a Kuhn: la nozione di scientificità, la giustificazione di una teoria, lo sviluppo della scienza, la contrapposizione tra realismo e antirealismo.
2) La deduzione: nozioni di base e forme inferenziali. Induzione e pochi elementi di calcolo della probabilità.
3) La spiegazione e la predizione scientifica. Il modello nomologico-deduttivo (Hempel) e il metodo ipotetico-deduttivo. Il modello statistico-induttivo (Hempel). Le teorie di Salmon, Kitcher e van Fraassen.
4) Le origini storiche e metodologiche della teoria di Darwin.
5) Una presentazione della storia della medicina come viaggio sempre più esteso e profondo all'interno del corpo umano.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Le lezioni sono "frontali" con uso di slide o presentazioni puramente orali a seconda dell'argomento.
E' stimolata l'interazione tra studente e docente.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Vengono messi a disposizione testi del docente e le slide di lezioni riguardanti gli elementi basilari di logica, Hempel e il metodo ipotetico-deduttivo, induzione e probabilità, Salmon, Kitcher, Van Fraassen.
Le indicazioni riguardo a quali parti studiare dei testi indicati vengono completate e rese note durante il corso.
Testi di riferimento:
  • S. Okasha, Il primo libro di filosofia della scienza. Torino: Einaudi, 2006. Il cap. 7 non è materia d’esame. Cerca nel catalogo
  • A. Peruzzi, Modelli della spiegazione scientifica. Firenze: Firenze University Press, 2009. Alcuni paragrafi, che verranno precisati, non sono richiesti ai fini dell'esame Cerca nel catalogo
  • T. Pievani, Anatomia di una rivoluzione. La logica della scoperta scientifica di Darwin. Milano: Mimesis, 2013. Alcuni paragrafi, che verranno precisati, non sono richiesti ai fini dell'esame Cerca nel catalogo
  • V. Cagli, Apriti Sesamo! Conoscere l'interno del corpo vivente. Roma: Armando Editore, 2015.