Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
PROGETTAZIONE E GESTIONE DEL TURISMO CULTURALE
Insegnamento
GEOGRAFIA CULTURALE
LE03122420, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
PROGETTAZIONE E GESTIONE DEL TURISMO CULTURALE
LE0604, ordinamento 2008/09, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese CULTURAL GEOGRAPHY
Sito della struttura didattica http://www.beniculturali.unipd.it/www/homepage/
Dipartimento di riferimento Dipartimento dei Beni Culturali: Archeologia, Storia dell'Arte, del Cinema e della Musica (DBC)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile GIADA PETERLE M-GGR/01
Altri docenti MAURO VAROTTO M-GGR/01

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
SUP8083923 GEOGRAFIA LETTERARIA GIADA PETERLE SU2294

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative M-GGR/01 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2008

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
1 1819 01/10/2018 30/11/2019 VAROTTO MAURO (Presidente)
CASTIGLIONI BENEDETTA (Membro Effettivo)
ROSSETTO TANIA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Il corso non prevede prerequisiti.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Obiettivo del corso è quello di fornire gli strumenti teorici, metodologici e critici necessari per l'interpretazione dello spazio urbano inteso come spazio simbolico stratificato nel tempo. In particolare, il corso si prefigge di offrire una prospettiva 'geoletteraria' e 'spaziale' per la lettura critica dei testi letterari urbani, suggerendo di cogliere lo stretto rapporto tra testo finzionale e spazio reale come chiave interpretativa utile a comprendere le dinamiche geografico-culturali che caratterizzano le città contemporanee.
Modalita' di esame: L'esame è orale in forma di colloquio.
Criteri di valutazione: L’esame finale si propone di verificare la capacità di impiegare gli strumenti critici e il lessico specifico richiesti per lo studio e l'analisi dello spazio urbano, nonché di attestare lo sviluppo di uno sguardo critico autonomo volto all'interpretazione delle dinamiche culturali urbane e dei testi letterari secondo una prospettiva ‘geoletteraria’.
Contenuti: Il corso di Geografia Letteraria si propone di introdurre gli studenti ad un approccio interdisciplinare basato sullo stretto rapporto tra la critica letteraria e la geografia culturale nell’analisi della città, esplorando le interazioni e le contaminazioni tra testi narrativi e spazio reale.
La prima parte del corso è incentrata sulla storia dei rapporti tra geografia e letteratura nel racconto e nell’interpretazione della città. Attraverso lo studio di concetti centrali quali ‘luogo’, ‘paesaggio’, ‘mappa’, ‘cronotopo’ e ‘città-testo’, il corso si propone di ragionare sulla rappresentazione narrativa dello spazio, e in particolare di quello urbano, affiancando analisi testuale e interpretazione geoculturale, approcci geoumanistici e metodi creativi.
A partire dall’acquisizione di questi strumenti teorici, la seconda parte del corso sarà incentrata sulla pratica del camminare e le sue raffigurazioni narrative all’interno dell’ambiente urbano: seguendo la figura letteraria del flâneur si osserveranno le intersezioni tra testi e spazi, muovendosi nella storia della letteratura così come in quella della forma urbana, muovendosi nello spazio e nel tempo, dalle metropoli simbolo della modernità alla contemporanea ‘città diffusa’, da Parigi, Berlino e New York sino al Nordest. La figura del flâneur, come tipo umano e letterario, e la pratica della flânerie, come strumento di osservazione attiva dello spazio, verranno poste al centro della riflessione nelle loro diverse declinazioni e accezioni (positive e negative) anche attraverso il confronto con altre figure (come quelle del turista e dell’automobilista).
L’ultima parte del corso ha un impianto laboratoriale e propone il camminare come metodologia qualitativa utile ad attraversare, osservare, leggere e raccontare gli spazi urbani con uno sguardo multifocale e polisensoriale. Al fine di mettere in dialogo testi e spazi, verranno organizzate delle escursioni geoletterarie, in cui i testi e la loro analisi (critico-filologica) sarà interpretata come guida per l’attraversamento e la lettura di luoghi e paesaggi urbani.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali con impiego di presentazioni ppt, video, reading di testi. Seminari tematici, laboratori intermediali, metodi creativi ed escursioni saranno inoltre volti a stimolare costantemente l'attiva partecipazione degli studenti durante le lezioni.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Gli studenti frequentanti saranno tenuti a prepararsi principalmente sugli appunti e i materiali discussi a lezione (resi disponibili sulla piattaforma Moodle), avendo come riferimento secondario i testi in bibliografia secondo quanto segue:

1. manuale di geografia urbana: Francesca Governa, Maurizio Memoli, Geografie dell’urbano. Spazi, politiche, pratiche della città (Carocci Editore 2011)
solamente i seguenti capitoli: Introduzione (da p. 11 a p. 21); Capitoli 1, 2 e 3 (da p. 23 a p. 108); Capitoli 5 e 6 (da p. 147 a p. 190); Capitolo 9 (da p. 249 a p. 276)

2. un saggio a scelta tra:
a. Giampaolo Nuvolati, L' interpretazione dei luoghi. Flânerie come esperienza di vita (Firenze University Press, 2013)
b. Davide Papotti e Franco Tomasi, La geografia del racconto. Sguardi interdisciplinari sul paesaggio urbano nella narrativa italiana contemporanea (Peter Lang, 2014)

3. due testi letterari a scelta tra:
- Paul Auster, Città di vetro (in Trilogia di New York)
- Paul Auster, Nel paese delle ultime cose
- Walter Benjamin, Infanzia berlinese intorno al millenovecento
- Walter Benjamin, Immagini di città
- Romolo Bugaro, Effetto domino
- Italo Calvino, Le città invisibili
- Gianni Celati, Verso la foce
- Alfred Döblin, Berlin Alexanderplatz
- Don DeLillo, Cosmopolis
- Tommaso Giartosio, L’O di Roma. In tondo e senza fermarsi mai
- Cormac McCarthy, La strada
- Stefania Scateni, Periferie. Viaggio ai margini delle città
- Igiaba Scego, La mia casa è dove sono
- Igiaba Scego, Roma negata. Percorsi postcoloniali nella città
- Francesco Targhetta, le vite potenziali
- Vitaliano Trevisan, I quindicimila passi. Un resoconto

Per gli studenti non frequentanti il programma prevede gli stessi materiali dei frequentanti al punto 1. (manuale solo nei capitoli indicati) e 3. (due testi letterari a scelta), mentre contrariamente a quanto previsto per i frequentanti richiede lo studio di ENTRAMBI i saggi indicati al punto 2. (sia G. Nuvolati sia D. Papotti e F. Tomasi).

Sono sconsigliate situazioni ibride tra frequenza e non frequenza e si pregano gli studenti di prendere contatto con i docenti per ogni ulteriore dubbio o chiarimento.
Testi di riferimento:
  • Governa, Francesca, Memoli, Maurizio, Geografie dell'urbano: spazi, politiche, pratiche della città. Roma: Carocci, 2011. Solo i seguenti capitoli: Introduzione; Capitoli 1, 2 ,3,5, 6 e 9 Cerca nel catalogo
  • Nuvolati, Giampaolo, L' interpretazione dei luoghi. Flânerie come esperienza di vita. Firenze: Firenze University Press, 2013. Per i frequentanti, saggio a scelta con quello di Papotti e Tomasi. Cerca nel catalogo
  • Papotti, Davide, Tomasi, Franco, La geografia del racconto. Sguardi interdisciplinari sul paesaggio urbano nella narrativa italiana contemporanea. Bruxelles: Peter Lang, 2014. Per i frequentanti, saggio a scelta con quello di Nuvolati. Cerca nel catalogo
  • Auster, Paul, Città di Vetro (in Trilogia di New York). --: --, --. Cerca nel catalogo
  • Auster, Paul, Nel paese delle ultime cose. --: --, --. Cerca nel catalogo
  • Benjamin, Walter, Infanzia berlinese intorno al Millenovecento. --: --, --. Cerca nel catalogo
  • Benjamin, Walter, Immagini di città. --: --, --. Cerca nel catalogo
  • Bugaro, Romolo, Effetto domino. --: Einaudi, 2015. Cerca nel catalogo
  • Calvino, Italo, Le città invisibili. --: --, --. Cerca nel catalogo
  • Celati, Gianni, Verso la foce. --: --, --. Cerca nel catalogo
  • Döblin, Alfred, Berlin Alexanderplatz. --: --, --. Cerca nel catalogo
  • DeLillo, Don, Cosmopolis. --: --, --. Cerca nel catalogo
  • Giartosio, Tommaso, L’O di Roma. In tondo e senza fermarsi mai. --: --, --.
  • McCarthy, Cormac, La strada. --: --, --. Cerca nel catalogo
  • Scateni, Stefania, Periferie. Viaggio ai margini delle città. --: --, --. Cerca nel catalogo
  • Scego, Igiaba, La mia casa è dove sono. --: --, --. Cerca nel catalogo
  • Scego, Igiaba, Roma negata. Percorsi postcoloniali nella città. --: --, --. Cerca nel catalogo
  • Targhetta, Francesco, Le vite potenziali. --: --, --. Cerca nel catalogo
  • Trevisan, Vitaliano, I quindicimila passi. Un resoconto. --: --, --. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Case study
  • Working in group
  • Questioning
  • Story telling
  • Mappe concettuali
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)
  • Comic books

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Uguaglianza di genere Lavoro dignitoso e crescita economica Ridurre le disuguaglianze Citta' e comunita' sostenibili Pace, giustizia e istituzioni forti