Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
DISCIPLINE DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO
Insegnamento
ESTETICA
LE13102722, A.A. 2016/17

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
DISCIPLINE DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO
LE0606, ordinamento 2011/12, A.A. 2016/17
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese AESTHETICS
Dipartimento di riferimento Dipartimento dei Beni Culturali: Archeologia, Storia dell'Arte, del Cinema e della Musica (DBC)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MARCELLO GHILARDI M-FIL/04

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LE13102722 ESTETICA MARCELLO GHILARDI LE0599

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline critiche, semiologiche e socio-antropologoche M-FIL/04 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 27/02/2017
Fine attività didattiche 09/06/2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
2 ESTETICA (2017/18) 01/10/2017 30/11/2018 GHILARDI MARCELLO (Presidente)
TOMASI GABRIELE (Membro Effettivo)
GIACOMELLI ALBERTO (Supplente)
GURISATTI GIOVANNI (Supplente)
MAGNO EMANUELA (Supplente)
1 ESTETICA (2016-2017) 01/10/2016 30/11/2017 GHILARDI MARCELLO (Presidente)
TOMASI GABRIELE (Membro Effettivo)
MAGNO EMANUELA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Nessuno
Conoscenze e abilita' da acquisire: a) conoscenza del contenuto delle opere in oggetto;
b) acquisizione del lessico specifico e delle strutture argomentative delle opere esaminate;
c) conoscenza generale del concetto di “estetica” nella storia del pensiero occidentale;
d) comprensione della problematicità del concetto di "estetica" in riferimento al contesto del pensiero dell'Asia orientale;
e) sviluppo di capacità argomentative e di analisi critica di testi e tesi filosofiche;
f) capacità di confronto interculturale tra orizzonti linguistici e tradizioni di pensiero differenti.
Modalita' di esame: Accertamento orale dell'apprendimento dei contenuti presenti nei testi, o nelle parti di testo, indicati in bibliografia.
Criteri di valutazione: a) livello di acquisizione delle conoscenze
b) organizzazione/interiorizzazione/personalizzazione dei contenuti
c) capacità di sviluppare un argomentato punto di vista personale sui contenuti
d) appropriatezza del lessico e corretta pronuncia dei termini in lingue classiche o straniere
e) rigore nell’analisi, spiegazione e interpretazione dei testi filosofici
f) approfondimento personale-originale degli argomenti proposti
Contenuti: TITOLO DEL CORSO: Forme del vedere
Nel corso si affronterà l'esperienza del "vedere" e la problematica ad essa connessa nell'ambito delle arti visive. In particolare saranno utilizzati come riferimenti la riflessione di Maurice Merleau-Ponty e il suo confronto con la pittura di Cézanne, da un lato; e la riflessione di François Cheng, in rapporto alla pittura di Shitao, dall'altro, come occasione per una rivisitazione di alcuni punti nodali del pensiero occidentale a partire dall'esteriorità del pensiero e dell'esperienza pittorica cinesi.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lettura, analisi, commento e discussione dei testi; visione e commento di immagini (dipinti e calligrafie).
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Gli studenti sono tenuti a portare come materiale di esame UNO a scelta tra i due testi indicati ai primi due punti, e tutti gli altri testi, integralmente o limitatamente alle parti indicate. Ogni variante o diversa combinazione riguardante i materiali di studio va concordata con il docente. La frequenza delle lezioni, benché auspicabile anche per il costante richiamo a lingue straniere, europee ed extra-europee, non è obbligatoria. Gli studenti impossibilitati a frequentare sono invitati a prendere contatto con il docente in tempo utile prima dell’esame per verificarne le modalità e le eventuali modifiche da apportare alla bibliografia.
Testi di riferimento:
  • F. Desideri, Forme dell'estetica. Roma-Bari: Laterza, 2006. Cerca nel catalogo
  • W. Tatarkiewicz, Storia di sei idee. Palermo: Aesthetica, 2011. Cerca nel catalogo
  • M. Merleau-Ponty, Il dubbio di Cézanne, in M. Merleau-Ponty, Senso e non senso, pp.27-44. Milano: Il Saggiatore, 2009. Cerca nel catalogo
  • M. Merleau-Ponty, L'occhio e lo spirito. Milano: SE, 1989. Cerca nel catalogo
  • F. Cheng, Vuoto e pieno. Brescia: Morcelliana, 2016. Cerca nel catalogo
  • Shitao, Discorsi sulla pittura del monaco Zucca Amara. Milano: Jouvence, 2014.
  • M. Ghilardi, Il vuoto, le forme, l'altro (parti I e II). Brescia: Morcelliana, 2014. Cerca nel catalogo