Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Economia e Scienze politiche
SCIENZE POLITICHE, STUDI INTERNAZIONALI, GOVERNO DELLE AMMINISTRAZIONI
Insegnamento
GOVERNO LOCALE
SPL1000557, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
SCIENZE POLITICHE, STUDI INTERNAZIONALI, GOVERNO DELLE AMMINISTRAZIONI
SP1843, ordinamento 2011/12, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum GOVERNO DELLE AMMINISTRAZIONI [001PD]
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese LOCAL GOVERNMENT
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile PATRIZIA MESSINA SPS/04

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE discipline politologiche SPS/04 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 45 105.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2011

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: Si suggerisce di sostenere l’esame dopo aver affrontato lo studio di Storia contemporanea, Economia politica, Diritto pubblico e Scienza politica.

Un utile proseguimento del percorso formativo nella prospettiva europea è il corso di Sistemi locali e spazio europeo (6cfu) che può essere selezionato come esame a libera scelta.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Conoscenza del sistema politico locale italiano nella prospettiva europea multilivello.
Conoscenza dei modi di regolazione dello sviluppo locale e dei processi di governance multiattore, con particolare riferimento al caso del Veneto in chiave comparata.
Capacità di analisi delle trasformazioni del sistema politico regionale del Veneto e capacità di analisi di alcune politiche di sviluppo locale in chiave comparata, con particolare riferimento alla recente riforma di riordino istituzionale del governo locale (Unione di Comuni, Città metropolitana)
Modalita' di esame: Per gli studenti frequentanti sono previste verifiche intermedie, test scritti ed esposizioni orali e l’esame potrà essere sostenuto subito dopo la fine del corso.
Per i non frequentanti l’esame consisterà di una prova orale in cui si cercherà di vagliare sia la preparazione specifica, sia la capacità di collegamento interdisciplinare
Criteri di valutazione: Verranno valutate in particolare:
- la capacità di collegamento interdisciplinare dei concetti chiave trattati
- la chiarezza espositiva e di sintesi in forma scritta e/o orale
- la capacità di analisi di lungo periodo dei processi di governance dello sviluppo locale, in relazione ai contesti territoriali e cultuali di riferimento.
Contenuti: 1.Obiettivi del corso
Lo studio del governo locale verrà articolato analizzando il ruolo giocato dall’attore politico locale nei processi di regolazione dello sviluppo locale. Attribuendo un peso specifico alle variabili non solo economiche, ma anche culturali e politico-istituzionali che contribuiscono a definire il concetto di “sviluppo locale”, si cercherà di mettere in luce le differenze più significative che caratterizzano i modi di regolazione dello sviluppo locale in due aree del Paese segnate dallo sviluppo della piccola e media impresa, ma anche da due culture politiche locali ideologicamente contrapposte, come il Veneto e l’Emilia Romagna.
I diversi modi di intervento dell’attore politico locale veneto ed emiliano-romagnolo nei processi di sviluppo locale verranno analizzati, in particolare, facendo riferimento agli strumenti di programmazione negoziata e alle pratiche di governance locale, correlati sia alle riforme amministrative che, a partire dagli anni Novanta, hanno potenziato le competenze e il potere politico degli Enti locali (riforme Bassanini e federalismo amministrativo, riforma del Titolo V della Costituzione, legge Delrio) sia alle politiche dell’UE per lo sviluppo locale.

2. Contenuti
- Le istituzioni del governo locale in Italia
- Regolazione politica e processi di governance locali
- Istituzioni locali e modi di regolazione
- Eredità delle Subculture politiche territoriali bianca e rossa
- Modelli istituzionali di regolazione aggregativo e integrativo
- Regioni e regolazione dello sviluppo locale nella prospettiva europea
- Due modi di regolazione per le aree di piccola impresa: il Veneto e l’Emilia Romagna
- Culture di governo locale e stili amministrativi a confronto
- Territorio e sviluppo locale: gli strumenti di programmazione negoziata e partecipata
- Capitale sociale, reti informali e politiche per lo sviluppo locale: due modi di governance locale
- Politiche per la produzione di beni collettivi per lo sviluppo come beni relazionali (bene pubblico, bene comune, bene di club)
- Potenziamento dei governi locali in Italia negli anni Novanta e impatto delle riforme istituzionali nei due contesti regionali.
- Le novità introdotte dalla riforma Delrio per il governo del territorio: unioni di comuni, province e città metropolitana come enti di secondo livello. Problemi aperti
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Le lezioni frontali del docente tenderanno a coinvolgere gli studenti stimolando la partecipazione attiva al dialogo didattico, al confronto e all'analisi critica dei processi di governance locale e regionale nella prospettiva comparata ed europea multivello
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: L'esame potrà essere preparato su:
Appunti delle lezioni e 2 libri di testo:
il primo obbligatorio e un altro a scelta tra quelli indicati.
Testi di riferimento:
  • MESSINA Patrizia, Modi di regolazione dello sviluppo locale. Una comparazione per contesti di Veneto ed Emilia Romagna. Padova: Padova University Press, 2012. testo OBBLIGATORIO Cerca nel catalogo
  • BOLGHERINI S., MESSINA P. (a cura di), Oltre le Province. Enti intermedi in Italia e in Europa.. Padova: Padova University Press, 2014. testo a sceta Cerca nel catalogo
  • BOLGHERINI S., Navigando a vista. Bolgona: Il Mulino, 2015. testo a scelta Cerca nel catalogo
  • MESSINA P. et al, Politiche e istituzioni per lo sviluppo del territorio: il caso del Veneto. Padova: Padova University Press, 2016. testo a scelta Cerca nel catalogo
  • MESSINA P., MARELLA A. (a cura di), Eco dai monti. Politiche per le aree montane a confronto.. Padova: Claup, 2006. testo a scelta Cerca nel catalogo
  • MESSINA P. (a cura di), Reti di impresa e reti di città. Scenari evolutivi sostenibli per il Nord Est. Padova: Cleup, 2008. Testo a scelta Cerca nel catalogo
  • MESSINA P, SALVATO M. (a cura di), Dalla città alle reti urbane. Padova: Cleup, 2007. Testo a scelta Cerca nel catalogo
  • MESSINA P., Le politiche di riordino territoriale come strategia di sviluppo regionale? I casi di Italia e Francia a confronto, in "IdF". Bologna: Maggioli, 2017. testo reperibile in: https://www.regione.emilia-romagna.it/affari_ist/rivista_4_2017/Messina.pdf (lettura integrativa)

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Problem solving
  • Mappe concettuali
  • Scrittura riflessiva

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Salute e Benessere Industria, innovazione e infrastrutture Citta' e comunita' sostenibili Consumo e produzione responsabili