Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Ingegneria
INGEGNERIA MECCATRONICA
Insegnamento
SEGNALI E SISTEMI
INO2043715, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
INGEGNERIA MECCATRONICA
IN2376, ordinamento 2017/18, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese SIGNALS AND SYSTEMS
Sito della struttura didattica http://www.gest.unipd.it/it/corsi/corsi-di-studio/corsi-di-laurea-triennale/ingegneria-meccatronica
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Tecnica e Gestione dei Sistemi Industriali (DTG)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/dtg/course/view.php?idnumber=2018-IN2376-000ZZ-2017-INO2043715-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede VICENZA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile RUGGERO CARLI ING-INF/04

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Ingegneria dell'automazione ING-INF/04 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 24/09/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2018/19 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
1 2018 01/10/2018 15/03/2020 CARLI RUGGERO (Presidente)
OBOE ROBERTO (Membro Effettivo)
SCHENATO LUCA (Supplente)
ZAMPIERI SANDRO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenze di base di matematica (equazioni differenziali ordinarie), fisica (sistemi meccanici ed elettrici elementari) ed algebra.
Conoscenze e abilita' da acquisire: -) Capacita' di utilizzare strumenti matematici per l'analisi di segnali e sistemi dinamici, quali trasformata di Laplace e trasformata di Fourier.
-) Capacita' di analizzare la dinamica di un sistema dinamico a tempo continuo e a tempo discreto sia nel dominio del tempo che nel dominio della frequenza.
Modalita' di esame: Esame scritto della durata di due ore e mezza. La prova scritta consta di esercizi numerici e di domande di teoria (indicativamente 75% esercizi numerici, 25% domande di teoria).
L’orale e’ facoltativo e puo’ essere sostenuto (solo in caso di superamento dello scritto) anche in date differenti da quelle degli appelli scritti, previo accordo con il docente.
Criteri di valutazione: I criteri di valutazione con cui verrà effettuata la verifica delle conoscenze e delle abilità attese, saranno:
1. Completezza delle conoscenze acquisite
2. Capacità analitiche nell'analisi dei segnali e sistemi nel dominio del tempo e della frequenza.
3. Proprietà nella terminologia tecnica usata.
4. Chiarezza espositiva sia scritta che orale (quest'ultima per chi decidesse di svolgere anche la prova orale)
Contenuti: Segnali a tempo continuo. Studio nel tempo: simmetrie, periodicità, norme, energia; segnali notevoli; impulso delta; convoluzione. Studio in frequenza: serie di Fourier; trasformata di Fourier; durata e banda; trasformata di Laplace.
Sistemi a tempo continuo. Definizioni fondamentali: causalità, stabilità, linearità, tempo-invarianza. Sistemi lineari tempo-invarianti: risposta impulsiva, risposta in frequenza, funzione di trasferimento. Sistemi descritti mediante equazioni differenziali. Risposta libera e risposta forzata. Analisi tramite trasformata di Laplace.

Segnali a tempo discreto. Studio nel tempo: simmetrie, periodicità, norme, energia; segnali notevoli; convoluzione.
Studio in frequenza: trasformata di Fourier e trasformata zeta. DFT ed FFT.
Sistemi a tempo discreto. Sistemi e definizioni fondamentali. Filtri: generalità, risposta impulsiva, risposta in frequenza, funzione di trasferimento. Sistemi descritti mediante equazioni alle differenze.
Sistemi ibridi. Campionamento: studio nel tempo e in frequenza. Interpolazione. Teorema del campionamento.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni teoriche, accompagnate da esempi pratici, esercizi numerici ed esercitazioni in Matlab. Lo studente deve accompagnare allo studio teorico un'adeguato numero di esercizi numerici e non. Il percorso dello studente viene guidato da una ricca serie di esercizi e test di autovalutazioni, assegnati gradualmente, man mano che i vari argomenti vengono affrontati durante il corso.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Gli appunti delle lezioni saranno il riferimento principale.
Testi di riferimento:
  • G. Ricci, M. E. Valcher, Segnali e Sistemi. --: Libreria Progetto, --. Cerca nel catalogo
  • G. Calvagno, G. Cariolaro, G. Pierobon, Segnali e Sistemi. --: McGraw-Hill, --. Cerca nel catalogo
  • A. V. Oppenheim, A: S: Willsky, Signals and Systems. --: Prentice Hall, --. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Laboratory
  • Problem based learning
  • Problem solving
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)
  • Matlab

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita' Uguaglianza di genere Industria, innovazione e infrastrutture Ridurre le disuguaglianze