Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
TERAPIA OCCUPAZIONALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TERAPISTA OCCUPAZIONALE)
Insegnamento
METODOLOGIA DELLA PROFESSIONE IN TERAPIA OCCUPAZIONALE
MEN1035102, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
TERAPIA OCCUPAZIONALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TERAPISTA OCCUPAZIONALE)
ME1852, ordinamento 2012/13, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese METHODOLOGY OF PROFESSIONAL PRACTICE IN OCCUPATIONAL THERAPY
Sito della struttura didattica https://www.medicinamolecolare.unipd.it
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Medicina Molecolare
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede CONEGLIANO (TV)
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di TERAPIA OCCUPAZIONALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TERAPISTA OCCUPAZIONALE)

Docenti
Responsabile RICCARDO VERZA 000000000000
Altri docenti FRANCESCA CIOL
CLAUDIO GRADA 000000000000
LETIZIA LUCARELLI

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE Scienze propedeutiche M-PED/01 2.0
CARATTERIZZANTE Scienze della prevenzione dei servizi sanitari MED/48 1.0
CARATTERIZZANTE Scienze della terapia occupazionale MED/48 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 90 135.0

Calendario
Inizio attività didattiche 26/02/2018
Fine attività didattiche 01/06/2018

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
5 Commissione 2017/18 01/10/2017 30/09/2018 VERZA RICCARDO (Presidente)
CIOL FRANCESCA (Membro Effettivo)
GRADA CLAUDIO (Membro Effettivo)
LUCARELLI LETIZIA (Membro Effettivo)
4 Commissione 2016/17 01/10/2016 30/04/2018 VERZA RICCARDO (Presidente)
CIOL FRANCESCA (Membro Effettivo)
GRADA CLAUDIO (Membro Effettivo)
LUCARELLI LETIZIA (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: METODOLOGIA DELLA PROFESSIONE IN TERAPIA OCCUPAZIONALE – INTEGRAZIONE (2 CFU):
Conoscenza dei concetti di malattia, menomazione, handicap. Concetti base ICF
ANALISI DEL GESTO FUNZIONALE ( 1 CFU):
Anatomia e chinesiologia dell’arto superiore, dell’arto inferiore e del tronco. Anatomia e fisiologia del sistema nervoso centrale e periferico.
Conoscenza di base della professione: nozioni relative alle attività quotidiane (ADL), nozioni di base di analisi dell’attività.
Conoscenze e abilita' da acquisire: METODOLOGIA DELLA PROFESSIONE IN TERAPIA OCCUPAZIONALE (4 CFU):
Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding):
lo studente conoscerà le caratteristiche principali dell’esercizio professionale: ruoli, competenze, responsabilità; inoltre conoscerà le definizioni e gli inquadramenti internazionali della disabilità.
• Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding):
Lo studente conoscerà ed utilizzerà in contesti semplici gli strumenti del lavoro riabilitativo e del ragionamento clinico; inoltre sarà in grado di gestire la relazione terapeutica con supervisione.
• Autonomia di giudizio (making judgements)
Lo studente utilizzerà in condizioni semplici il metodo clinico quale metodo peculiare dell’esercizio della professione.
• Abilità comunicative (communication skills)
Lo studente sarà in grado di comunicare al gruppo dei pari le osservazioni critiche a lavori scientifici proposti
- Capacità di apprendere (learning skills).
- Conoscerà ed utilizzerà in condizioni semplici i metodi caratteristici dell’esercizio professionale relativi alla ricerca e all’autoformazione
METODOLOGIA DELLA PROFESSIONE IN TERAPIA OCCUPAZIONALE – INTEGRAZIONE (2 CFU):
Acquisire conoscenze di base circa:
 L’evoluzione e sviluppo della T.O.
 Il significato di occupazione e il suo valore terapeutico
 La presa in carico del paziente
 La valutazione del paziente
 La formulazione del progetto terapeutico
 Le caratteristiche del trattamento
 La verifica del percorso terapeutico
 Le caratteristiche del modello OTIPM
 Le caratteristiche del modello CMOP-E
ANALISI DEL GESTO FUNZIONALE ( 1 CFU):
Analisi chinesiologica dei principali gesti funzionali nelle attività della vita quotidiana; prerequisiti motorio/funzionali e cognitivo/emotivi per l’utilizzo dell’arto superiore; evoluzione della presa nel bambino; interazione mano/oggetto e mano/attività della vita quotidiana.
PEDAGOGIA DELLA SALUTE (2 CFU):
Alla fine del corso lo studente avrà acquisito le seguenti conoscenze:
- descrivere le finalità della pedagogia, inserendola in un processo di life long learning;
- analizzare i concetti dell’apprendimento nell’adulto
- descrivere le modalità di apprendimento nell’adulto
- descrivere le tappe del processo educativo
- illustrare le fasi del progetto educativo
- riconoscere i principi e le strategie della comunicazione efficace e della relazione di aiuto;
- discutere gli ostacoli alla comunicazione efficace (inconsapevolezza del sé, difficoltà del contesto, di conduzione e del destinatario) e gli approcci utili per superarli
Modalita' di esame: Saranno indicati dal Docente all’inizio del corso
Criteri di valutazione: Saranno indicati dal Docente all’inizio del corso
Contenuti: METODOLOGIA DELLA PROFESSIONE IN TERAPIA OCCUPAZIONALE (4 CFU):
L’insegnamento si articola intorno al concetto di esercizio professionale, attraverso l’analisi degli attori e dei ruoli: terapista occupazionale, paziente ed esercizio della professione.
1. IL TERAPISTA OCCUPAZIONALE
Evoluzione delle professioni sanitarie e riferimenti normativi della professione: dalle arti ausiliarie alla legislazione attuale (L. 270/2004, L42/99, L251/2000)
Profilo professionale
Codice deontologico
Autonomia, segreto, consenso e responsabilità.
Storia della Formazione: dalle scuole dirette a fini speciali alla formazione universitaria.
2. IL LAVORO RIABILITATIVO
Storia della scienza, metodo scientifico, evidenza (EBM/EBP);
Metodo e Metodo clinico: raccolta dati, valutazione, ipotesi, verifica.
Le Linee guida ministeriali per le attività di riabilitazione
Pianificazione dell’intervento riabilitativo
Ricerca: significato, lavoro di gruppo, autoformazione, comprensione struttura articolo scientifico; progetto miglior tesi.
3. IL PAZIENTE
Salute e disabilità
Classificazione del funzionamento: dall’ICIDH all’ICF
METODOLOGIA DELLA PROFESSIONE IN TERAPIA OCCUPAZIONALE – INTEGRAZIONE (2 CFU):
Storia della T.O.
Concetto di occupazione
Approccio client-centered
Processo terapeutico generale e caratteristiche specifiche all’interno della T.O.
Fasi della valutazione
Caratteristiche del progetto terapeutico
Individuazione e caratteristiche degli obiettivi terapeutici
Strutturazione del trattamento
Caratteristiche del setting
Fasi e caratteristiche della verifica
Terminologia in T.O.
Modello OTIPM
Modello CMOP-E
ANALISI DEL GESTO FUNZIONALE ( 1 CFU):
A) Analisi chinesiologica dei principali gesti funzionali nelle attività della vita quotidiana:
 la funzione dell’arto superiore (appoggiarsi, prendere, sollevare, spingere, tirare, lanciare…) ;
 la prensione (tipi di presa, sistemi coinvolti)
B) Analisi dei prerequisiti motorio/funzionali (stabilità posturale, strutture coinvolte) e cognitivo/emotivi (motivazione, soddisfazione bisogni, pianificazione e organizzazione del movimento) all’utilizzo dell’arto superiore.
C) Evoluzione della presa nel bambino, funzione delle varie prese.
D) Analisi delle prese e del movimento dell’arto superiore all’interno di alcune attività della vita quotidiana; analisi dell’interazione della mano con l’oggetto in base all’oggetto, allo scopo e all’attività.
PEDAGOGIA DELLA SALUTE (2 CFU):
Modelli di cura e concetto di malattia
La Pedagogia come sapere disciplinare. Riferimenti teorici
Concetto di persona: elementi costitutivi.
Educazione, formazione, istruzione: elementi essenziali
I bisogni vitali della persona nel corso della vita
Il vissuto della persona e la narrazione di sé, in particolare rispetto alla malattia
Modelli per l’analisi del vissuto del paziente
La relazione educativa: finalità, obiettivi; fasi del processo educativo; il dialogo educativo
Comunicazione: la relazione professionista sanitario-assistito
Educazione della persona assistita
Strumenti e strategie d’azione educativa; la progettazione educativa
Competenze educative del professionista sanitario
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Saranno indicati dal Docente all’inizio del corso
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Saranno indicati dal Docente all’inizio del corso
Testi di riferimento: