Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze
SCIENZE GEOLOGICHE
Insegnamento
GEOLOGIA DEL SEDIMENTARIO
SCO2045604, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
SCIENZE GEOLOGICHE
SC1162, ordinamento 2008/09, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese SEDIMENTARY GEOLOGY
Sito della struttura didattica http://www.geoscienze.unipd.it/corsi/corsi-di-laurea-di-primo-livello
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Geoscienze
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/geoscienze/course/view.php?idnumber=2018-SC1162-000ZZ-2017-SCO2045604-N0
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ANNA BREDA GEO/02

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE Discipline geologiche GEO/02 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
ESERCITAZIONE 2.0 24 26.0
LEZIONE 4.0 32 68.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2018/19 Ord.2008

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
6 Commissione 2018/19 01/12/2018 30/11/2019 BREDA ANNA (Presidente)
PRETO NEREO (Membro Effettivo)
FRANCESCHI MARCO (Supplente)
RIGO MANUEL (Supplente)
5 Commissione 2017/18 01/12/2017 30/11/2018 BREDA ANNA (Presidente)
PRETO NEREO (Membro Effettivo)
RIGO MANUEL (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Per affrontare il corso sono necessarie conoscenze di base di chimica.
Propedeuticità: Geografia fisica (Anno I - Semestre I).
Per sostenere l'esame é inoltre necessario aver già superato tutti gli esami del I semestre del I anno (Chimica generale; Istituzioni di matematica 1; Geografia fisica).
Geologia del sedimentario é a sua volta propedeutico per gli insegnamenti del semestre successivo (Anno II - Semestre II): Rilevamento geologico 1; Geologia strutturale; Geologia stratigrafica.
Conoscenze e abilita' da acquisire: La principale abilità attesa è il riconoscimento macroscopico delle litologie sedimentarie e la loro classificazione.
Si attende inoltre una conoscenza di base sulle principali strutture e processi sedimentari, almeno da un punto di vista descrittivo, nonché sui principali ambienti deposizionali. Tali argomenti non saranno infatti affrontati in altri corsi della laurea triennale e risultano invece importanti nello svolgimento dei laboratori sul terreno, campi di rilevamento in primis.
Modalita' di esame: La verifica delle conoscenze e delle abilità attese viene effettuata in un'unica prova di esame scritta, che prevede:
1) verifica sugli argomenti di teoria trattati dal docente in aula;
2) descrizione e classificazione di due campioni macroscopici di roccia sedimentaria.
Il voto finale viene espresso come media del punteggio di valutazione di ciascuna delle due parti.
Criteri di valutazione: I criteri con cui verrà effettuata la valutazione sono:
Completezza delle conoscenze acquisite;
Capacità di sintesi e di rielaborazione delle stesse;
Proprietà della terminologia tecnica utilizzata;
Capacità di applicare conoscenze e comprensioni acquisite al riconoscimento ed alla classificazione delle rocce sedimentarie.
Contenuti: Il processo sedimentario: degradazione, erosione, trasporto, sedimentazione, seppellimento e diagenesi.
Rocce terrigene: composizione e tessitura; concetto di maturità tessiturale e composizionale; classificazioni.
Rocce carbonatiche: composizione, natura e origine di grani, matrice e cemento; classificazioni.
Principali processi diagenetici nelle rocce sedimentarie.
Dolomie e dolomitizzazione.
Rocce evaporitiche, sedimenti silicei, ferromanganesiferi, fosfatici e residuali.
Sedimenti anossici e black shales. Combustibili fossili.
Rocce vulcanoclastiche.
Strutture sedimentarie deposizionali e post-deposizionali.
Processi di trasporto e sedimentazione: trasporto selettivo (correnti unidirezionali, oscillatorie e bidirezionali) e trasporto in massa.
Modificazioni post-deposizionali.
Accenni sui principali ambienti deposizionali: continentale (conoide alluvionale, fluviale), costiero (spiaggia, piana tidale, delta, estuario, piattaforma carbonatica), marino profondo (torbiditi e ambiente pelagico).
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso si articola in 4 CFU di didattica frontale (32 ore) e 2 CFU di esercitazioni (24 ore) in aula.
Le lezioni frontali vengono svolte dal docente su supporto informatico (file powerpoint). Durante queste ore vengono siegati i contenuti del corso.
Le esercitazioni vengono svolte con la presenza in aula del docente titolare e di altri docenti di supporto. Durante le esercitazioni si fanno osservazioni macroscopiche su campioni di roccia sedimentaria con l'ausilio di una lente di ingrandimento 10X o 12X, imparando a riconoscere, descrivere e classificare le diverse litologie sedimentarie. Si richiede che lo studente partecipi attivamente alle esercitazioni.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Tutto il materiale didattico presentato durante le lezioni frontali é reso disponibile su piattaforma moodle.
Campioni macroscopici di rocce sedimentarie analoghi a quelli utilizzati durante le esercitazioni sono disponibili presso l'aula studio.
Testi di riferimento:
  • Bosellini, Mutti e Ricci Lucchi, Rocce e successioni sedimentarie. --: UTET, 1989. Cerca nel catalogo
  • Tucker, Geologia del sedimentario. --: Dario Flaccovio Ed., 2010. Cerca nel catalogo
  • Nichols, Sedimentology and stratigraphy - Second Edition. --: Wiley Blackwell, 2009. Cerca nel catalogo
  • Tucker, Sedimentary rocks in the field: a practical guide - Third Edition. --: Wiley Blackwell, 2011. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Laboratory
  • Working in group
  • Work-integrated learning

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)