Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Ingegneria
INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA
Insegnamento
FISICA
INL1002644, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA
IN0533, ordinamento 2010/11, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese PHYSICS
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale (ICEA)
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA

Docenti
Responsabile PAOLO SARTORI 000000000000

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE Discipline fisico-tecniche ed impiantistiche per l'architettura FIS/01 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
Turni
ATTIVITÀ DIDATTICHE A PICCOLI GRUPPI 0.5 6 6.5 2
LEZIONE 5.5 57 80.5 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2010

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
10 2018 01/10/2018 15/03/2020 SARTORI PAOLO (Presidente)
BORGHESANI ARMANDO-FRANCESCO (Membro Effettivo)
SORAMEL FRANCESCA (Supplente)
9 2017 01/10/2017 15/03/2019 CACIOLLI ANTONIO (Presidente)
TORMEN GIUSEPPE (Membro Effettivo)
MATONE MARCO (Supplente)
SIMI GABRIELE (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenza di nozioni elementari di matematica: algebra, geometria, calcolo differenziale, calcolo integrale, semplici equazioni differenziali.
Conoscenza dei sistemi di unità di misura e delle leggi fondamentali della meccanica newtoniana. Frequenza costante e regolare alle lezioni.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di fornire i concetti fondamentali della meccanica classica e della termodinamica, con cenni alla propagazione del suono e della luce. In tal modo lo studente sarà in grado di concentrarsi sui principi fisici che governano i fenomeni naturali, acquisendo gli strumenti matematici per prevedere i dati corrispondenti che descrivono tali eventi.

Lo studente acquisirà la conoscenza dei concetti di base e delle leggi fondamentali della Meccanica Classica e della Termodinamica, nonché della meccanica dei fluidi fondate sul metodo sperimentale; deve saper affrontare in modo corretto problemi attinenti agli argomenti trattati, impostando e risolvendo correttamente una situazione fisica propostagli sotto forma di esercizio, mediante l'applicazione delle leggi fisiche appropriate, dimostrando di saper risolvere algebricamente e numericamente i problemi proposti; deve inoltre saper fornire una descrizione critica dei fenomeni fisici presi in considerazione formulando le leggi in modo matematico corretto.
Modalita' di esame: Il superamento dell'esame di Fisica 1 avviene a seguito di tre prove: una prova scritta (v), un test relativo alle attività di laboratorio (t) ed una prova orale (o).

PROVA SCRITTA

La prova scritta consta, di norma, di esercizi che prevedono risultati numerici.
La votazione minima per il superamento della prova scritta è 18/30.
Nel corso del semestre si svolgono delle prove di accertamento del profitto nelle date comunicate dal docente nel corso delle lezioni. Le prove di accertamento in itinere (compitini) permettono di ottenere l’esonero dalla prova scritta anche se la votazione complessivamente conseguita è inferiore a 18/30: per una delle prove il voto può essere v ≥12/30, la seconda deve essere v ≥18/30 di modo che la media delle due prove sia ≥15/30.
Le prove scritte si svolgono in un’ora e venti. La validità degli scritti è conforme a quanto stabilito dal Regolamento studenti di Ateneo.

LABORATORIO

La frequenza del laboratorio è obbligatoria. Sono previste tre esperienze da due ore ciascuna svolte in gruppo (due studenti per gruppo). L’attività svolta in laboratorio è valutata mediante un test (individuale) che si svolge nell’ultima seduta, al termine della terza esperienza. Il test ha una durata di 20 minuti e comporta la risposta a quesiti a risposta multipla: la risposta esatta vale 3 punto, la risposta mancante vale 0 punti, la risposta errata vale -1 punto.

La valutazione globale del laboratorio permette di conseguire un voto T massimo di 3 ed un minimo di 0 punti, conseguiti in base all’algoritmo: T = (voto conseguito)/10
La prova di laboratorio ha validità illimitata.
Nel caso di assenze è prevista una sessione di recupero di laboratorio al termine del corso.

Gli studenti che, per qualsiasi motivo, non abbiano seguito il laboratorio e/o non abbiano sostenuto la relativa prova finale (test), devono sostenere una prova orale su argomenti attinenti alle esperienze di laboratorio.

PROVA ORALE

Per accedere alla prova orale è necessario aver conseguito un voto positivo (v) nella prova scritta (con l’eccezione già illustrata per i compitini) e aver sostenuto il test di laboratorio. L’esame orale verte sul programma del corso, laboratorio incluso. La prova orale è obbligatoria.

Due sono le modalità della prova orale.

1. ORALE TIPO A
L’esame orale consiste nel rispondere a due domande scelte dal docente entro un elenco di argomenti forniti durante lo svolgimento del corso.
Nel caso in cui la prova orale sia di tipo A, il voto massimo registrato (comprensivo di prova scritta e risultati di laboratorio) non può essere superiore al voto della prova scritta +1/30 e comunque non superiore a 27/30

2. ORALE TIPO B

L’esame orale verte su tutto il programma del corso così come svolto a lezione. Può prevedere lo svolgimento di applicazioni ed esercizi, la dimostrazione dei teoremi illustrati a lezione, la discussione di principi e di esperimenti discussi a lezione.

ULTERIORI INFORMAZIONI

Ai fini del superamento dell’esame è considerato valido solo il risultato dell'ultima prova scritta sostenuta: i risultati ottenuti in altre prove sono annullati se lo studente non si ritira dentro 30’ dall’iniio della prova. All'inizio di ogni appello di esame verrà fatto l’appello degli studenti iscritti alla lista: gli assenti verranno depennati dalla lista. Lo studente che non si sia iscritto a una lista d'esame può essere ammesso solo in base al parere insindacabile del docente. Durante lo svolgimento delle prove scritte è ammesso l’uso del libro di testo, NON è ammesso l’utilizzo di libri di esercizi. Si possono utilizzare formulari e tabelle sinottiche (compilate dallo studente).
Criteri di valutazione: La valutazione si basa sulle conoscenze acquisite dallo studente durante il corso, relative agli argomenti in programma; alla sua capacità di collegare i diversi argomenti proposti, e visione globale della materia esposta durante il corso, nonchè alla sua capacità espositiva.
Contenuti: Meccanica: Grandezze fisiche. Il Sistema Internazionale. Vettori e calcolo vettoriale. Cinematica scalare e vettoriale. Dinamica del punto materiale: Le tre leggi di Newton. Concetti generali sui moti relativi e i sistemi di riferimento. Quantità di moto, impulso della forza, teorema dell'impulso, conservazione della quantità di moto. Le interazioni fondamentali. Forza peso. Reazioni vincolari. Forze d'attrito. Forza elastica e moto armonico. Tensione dei fili. Lavoro, energia cinetica, teorema dell'energia cinetica, forze conservative, energia potenziale, conservazione dell'energia meccanica, bilancio energetico con forze dissipative. Momento angolare, teorema del momento angolare. Forze centrali. La legge di gravitazione universale. Sistemi di punti materiali. Forze interne ed esterne. Centro di massa. Teoremi del moto del centro di massa, del momento angolare e dell'energia. Sistema di riferimento del CM. Teoremi di Koenig. Lavoro delle forze interne ed esterne. Corpo rigido: momento d'inerzia, teorema di Huygens-Steiner, dinamica traslazionale e rotazionale. Fenomeni d' urto: urti elastici ed anelastici. Leggi di conservazione. Fluidi: pressione, elementi di statica e dinamica dei fluidi.
Termodinamica: Sistemi e variabili termodinamiche, stati di equilibrio, equazione di stato. Calorimetria. Temperatura, termometri e scale di temperatura. Lavoro nei sistemi termodinamici. Primo Principio della termodinamica. Gas ideali. Cicli termodinamici, macchine termiche e frigorifere. Secondo Principio della Termodinamica. Entropia. Cenni di teoria Cinetica dei gas ideali. Cenni su campi elettrici e magnetici e induzione elettromagnetica; onde meccaniche, onde e.m. e fenomeni relativi (interferenza); cenni di ottica geometrica.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali di teoria con semplici esercizi ed esempi applicativi erogate mediante diapositive animate
in POWER POINT. Esercitazioni svolte con metodo tradizionale.
Attività di laboratorio con lo svolgimento di esperienze significative per la comprensione del modello
teorico
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Per il superamento dell'esame si consiglia vivamente gli studenti di procurarsi i primi tre testi indicati di seguito, testi che possono essere integrati facendo riferimento a siti web pubblicati da personale dipendente da Università italiane. Per approfondimento degli argomenti, è possibile fare riferimento ad un qualsiasi testo universitario pubblicato, che è possibile reperire anche nelle biblioteche universitarie.
Testi di riferimento:
  • Paolo Sartori, Lezioni di Fisica 1. Bologna: Esculapio, 2016. Cerca nel catalogo
  • Paolo Sartori, Esercizi di Fisica 1. Bologna: Esculapio, 2018. Cerca nel catalogo
  • Zotto P.L:, Lo Russo S., Sartori P., Fisica generale. Bologna: La Dotta, 2018. Cerca nel catalogo