Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
MEDICINA E CHIRURGIA
Insegnamento
ISTOLOGIA ED EMBRIOLOGIA
MEL1000195, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 6 anni in
MEDICINA E CHIRURGIA (Ord. 2015)
ME1726, ordinamento 2015/16, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 8.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTOLOGY AND EMBRYOLOGY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Medicina (DIMED)
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di MEDICINA E CHIRURGIA (Ord. 2015)

Docenti
Responsabile MICHELANGELO CORDENONSI BIO/17
Altri docenti GRAZIANO MARTELLO BIO/17

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE Morfologia umana BIO/17 8.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
ATTIVITÀ DIDATTICHE A PICCOLI GRUPPI 0.0 32 0.0
LEZIONE 8.0 64 136.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenza di elementi di:
Chimica
Biochimica delle macromolecole biologiche
Conoscenze e abilita' da acquisire: Al termine del corso lo studente dovrà essere in grado di:
• descrivere la struttura della membrana plasmatica, dei diversi organuli cellulari ed interpretarne il funzionamento.
• descrivere la struttura microscopica, ultrastrutturale e molecolare delle cellule dei diversi tessuti del corpo umano correlandola con le caratteristiche istofisiologiche di ciascuna di esse.
• riconoscere i preparati istologici dei principali tessuti illustrati nelle lezioni teorico-pratiche.
• conoscere le prime fasi di sviluppo embrionale e il differenziamento dei principali tessuti, organi e apparati del corpo umano
Modalita' di esame: L’esame di Istologia è un esame unico che comprende al suo interno tre moduli: citologia, istologia ed embriologia.
L’ esame si svolge in forma scritta per la verifica dell'apprendimento dei moduli di citologia, istologia ed embriologia. L’esame viene affrontato a terminale in aula informatica, tramite domande a risposta multipla e affini. Le modalità pratiche per affrontare l’esame sono descritte nell’apposito tutorial pubblicato nel moodle di Medicina e liberamente accessibile agli studenti. L'esame scritto prevede 15 domande di citologia, 15 di embriologia e 30 di istologia; le domande sono randomizzate e spaziano tutti gli argomenti principali affrontati in ciascun modulo.
L'esame comprende inoltre una prova di riconoscimento dei preparati istologici illustrati nel corso delle esercitazioni. Tale parte dell'esame verrà effettuata nell'aula delle esercitazioni di laboratorio, e contempla l'osservazione al microscopio di un preparato istologico. Il riconoscimento del vetrino è parte integrante dell'esame, e come tale deve essere superata per ottenere la sufficienza all'esame; se superata, il docente attribuirà allo studente un punteggio da 1 a 3, che verrà aggiunto al voto dello scritto di istologia, se sufficiente.
Criteri di valutazione: Lo studente dovrà dimostrare di aver compreso e memorizzato tutti i contenuti che gli sono stati illustrati nel corso delle lezioni frontali e delle esercitazioni teorico-pratiche. La prova d’esame è unica, e il voto dell’esame è uno solo, ma per avere la sufficienza nell'esame è necessario ottenere la sufficienza in tutti e tre i moduli (citologia, istologia ed embriologia). Per avere la sufficienza nel modulo di istologia è necessario ottenere la sufficienza allo scritto relativo a quel modulo e passare la prova di riconoscimento del vetrino.
Il docente alla fine formula il voto finale prendendo in considerazione i parziali delle tre materie e il voto del vetrino. Il voto di citologia e quello di embriologia “pesano” ognuno per il 25%; il voto di istologia (scritto + vetrino) “pesa” per il 50%.
Contenuti: CITOLOGIA
1. Metodi istologici per lo studio di cellule e tessuti.
2. Cenni su sintesi proteica. Compartimentalizzazione delle proteine nei diversi organuli cellulari.
3. Reticolo endoplasmatico liscio e rugoso. Apparato di Golgi. Mitocondri. Perossisomi. Lisosomi.Endosomi. Traffico vescicolare. Endocitosi ed esocitosi.
4. Citoscheletro: microfilamenti, microtubuli e filamenti intermedi.
5. Giunzioni.

ISTOLOGIA
1. Caratteristiche morfo-funzionali delle cellule dei diversi tessuti; popolazioni cellulari stabili e popolazioni cellulari labili. Cellule staminali.
2. Cellule epiteliali (polarità, citoscheletro, giunzioni, microvilli, ciglia). Tipi diversi di epiteli. Le cellule endoteliali. Ghiandole esocrine (organizzazione, classificazione, caratteristiche; esempi). Ghiandole endocrine (caratteristiche strutturali e citologiche).
3. Tessuto connettivo: le cellule e la matrice extracellulare (fibre collagene ed elastiche, glicoproteine adesive e proteoglicani).
4. Tessuto adiposo.
5. Tessuto cartilagineo; tipi di cartilagine. Tessuto osseo: osteoblasti, osteociti ed osteoclasti. Meccanismi di ossificazione.
6. Le cellule del sangue (eritrociti, granulociti, monociti, linfociti e piastrine). Cenni su coagulazione ed emopoiesi.
7. I vasi sanguigni
8. Tessuti linfoidi: timo e linfonodi.
9. Tessuto muscolare striato scheletrico; sarcomero, cenni sulla trasmissione dell’impulso e sul meccanismo della contrazione. La cellula muscolare liscia e la contrazione del muscolo liscio. Il muscolo striato cardiaco; tessuto di conduzione.
10. Tessuto nervoso. Il Neurone; flusso assonico; fibra nervosa. Cellule di Schwann e di oligodendroglia. Guaina mielinica. Cenni sulla trasmissione dell’impulso nervoso e canali ionici. Sinapsi interneuronica e neuromuscolare. Mediatori chimici. Cellule gliali.

Esercitazioni teorico-pratiche di Istologia
1. Uso del microscopio ottico. Allestimento e colorazione di preparati istologici. Tipi diversi di epitelio: epitelio pavimentoso composto (epidermide),.
2. Diversi tipi di ghiandole esocrine: tubulari semplici e tubulari ramificate (stomaco, esofago), tubulari glomerulari (sudoripare), acinose ramificate olocrine (sebacee della pelle).
3. Diversi tipi di ghiandole endocrine: tiroide, surrene corticale e midollare.
4. Muscolo striato scheletrico (lingua), muscolo liscio vascolare (arteria muscolare e vena), fibre elastiche (arteria elastica). Tessuto osseo in formazione (costola di neonato). Tessuto osseo maturo (femore). Fibre nervose (lingua).

EMBRIOLOGIA
1. Gametogenesi. Ovogenesi, ciclo ovarico ed uterino, spermatogenesi, fecondazione, gastrulazione, sviluppo del disco embrionale trilaminare.
2. Sviluppo dell’ectoderma (neurulazione, tubo neurale, cresta neurale, sistema nervoso centrale e periferico).
3. Sviluppo del mesoderma parassiale (somiti, scheletro assile, muscoli scheletrici e derma), intermedio (sistema urogenitale) e laterale (cuore, sistema circolatorio ed emopoietico).
4. Sviluppo dell’endoderma (sistema digerente e respiratorio).
5. Modificazioni della morfologia esterna del corpo dell'embrione. Annessi embrionali (placenta e membrane fetali).
6. Sviluppo delle cellule germinali primordiali.
7. Sviluppo dell’apparato cardio-circolatorio
8. Sviluppo delle strutture cefaliche
9. Sviluppo della Placenta
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso si articola in lezioni frontali e esercitazioni teorico-pratiche di istologia, impartite a piccoli gruppi di studenti.

Citologia: lezioni frontali

Istologia: lezioni frontali ed esercitazioni teorico-pratiche

Embriologia: lezioni frontali
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Tutto il programma sopra dettagliato viene svolto durante le lezioni frontali e le esercitazioni teorico-pratiche, durante le quali vengono presentate slides con figure e informazioni scritte. Questo materiale costituisce una traccia i cui singoli contenuti dovranno essere ulteriormente approfonditi dallo studente mediante l'uso dei testi di riferimento che saranno indicati di volta in volta dai docenti.
Testi di riferimento:
  • Alberts et al., Biologia molecolare della cellula. --: Zanichelli, --. Cerca nel catalogo
  • G. Karp, Biologia Cellulare e Molecolare. --: EdiSES, --. Cerca nel catalogo
  • Lewin et al., Cellule. --: Zanichelli, --. Cerca nel catalogo
  • NM Maraldi C Tacchetti ed altri, Biologia-Citologia Medica. --: Edi-ermes, --. Cerca nel catalogo
  • S Adamo, P Comoglio, A Dolfi, M Molinaro, G Papaccio, G Siracusa, M Stefanini, E Ziparo, Istologia di Monesi. --: Piccin, --. Cerca nel catalogo
  • MH Ross, W Pawlina, Istologia testo e atlante. --: Casa Editrice Ambrosiana., --. Cerca nel catalogo
  • NM Maraldi, C Tacchetti e altri, Istologia Medica. --: Edi-ermes, --. Cerca nel catalogo
  • Bani et al, Il manuale di Istologia. --: Idelson-Gnocchi, --. Cerca nel catalogo
  • Wheater, Istologia e Anatomia microscopica. --: Elsevier, --. Cerca nel catalogo
  • Ross et al, Atlante di istologia e anatomia microscopica. --: Casa Editrice Ambrosiana., --. Cerca nel catalogo
  • Cui, Atlante di istologia. --: Piccin, --. Cerca nel catalogo
  • Kerr, Istologia Funzionale. --: Casa Editrice Ambrosiana, --. Cerca nel catalogo
  • Larsen, Embriologia umana. --: Idelson-Gnocchi, --. Cerca nel catalogo
  • Armato et al, Embriologia umana. --: Idelson-Gnocchi, --. Cerca nel catalogo
  • Armato et al, Embriologia umana. --: Idelson-Gnocchi, --. Cerca nel catalogo
  • Sadler, Embriologia medica di Langman. --: Elsevier, --. Cerca nel catalogo
  • De Felici M, Embriologia Umana. --: Piccin, --. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Laboratory
  • Quiz o test a correzione automatica per feedback periodico o per esami
  • Uso di una piattaforma informatica per l'osservazione di preparati istologici al computer

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)
  • Piattaforma PHAIDRA (Permanent Hosting, Archiving and Indexing of Digital Resources)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita'