Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Economia e Scienze politiche
BUSINESS ADMINISTRATION
Insegnamento
FINANCE AND REAL OPTIONS
EPP7078378, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
BUSINESS ADMINISTRATION
EP2423, ordinamento 2017/18, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum ACCOUNTING AND FINANCE [001PD]
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese FINANCE AND REAL OPTIONS
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali "Marco Fanno"
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/economia/course/view.php?idnumber=2019-EP2423-001PD-2018-EPP7078378-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione INGLESE
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MARTINO PANIGHEL
Altri docenti LINDA TSO

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Economico SECS-P/01 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 23/09/2019
Fine attività didattiche 18/01/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
2 Commissione AA 2019/20 01/10/2019 30/11/2020 PANIGHEL MARTINO (Presidente)
DI MARIA ELEONORA (Membro Effettivo)
MORETTO MICHELE (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti:
Conoscenze e abilita' da acquisire: Obiettivi

La Parte A ha l’obiettivo di mettere a disposizione metodologie di gestione del rischio finanziario utilizzando diversi tipi di strumenti finanziari derivati. I rischi analizzati sono in particolare quello di tasso d’interesse e quello di tasso di cambio. Alla fine del corso gli studenti affronteranno la gestione del rischio nei portafogli obbligazionari, una problematica che ricorre nelle imprese non finanziarie che devono gestire riserve di liquidità e nelle istituzioni finanziarie che hanno risorse investite in portafogli obbligazionari. I casi-studio che verranno affrontati sono riferiti principalmente alle imprese non-finanziarie. Gli studenti dovranno preparare delle presentazioni di Gruppo su temi specifici.

La Parte B si prefigge di fornire criteri e metodologie per effettuare scelte di investimento in singoli progetti o in aziende.
L’opportunità di investimento sarà analizzata da un lato definendo gli elementi per determinarne il valore intrinseco seguendo un approccio di value investing, dall’altro valutando i meccanismi di formazione del prezzo sul mercato. Attenzione sarà posta nel dare un contesto unitario, collegando e conciliando concetti anche già conosciuti dagli studenti ma all’apparenza contrastanti.
L’approccio del corso è pratico. L’obiettivo è di fornire delle applicazioni concrete e degli strumenti utili per le decisioni di investimento. Alcuni degli strumenti utilizzati saranno Scenario Analysis, Probability Distributions, Montecarlo Simulations, Sensitivity Analysis, Backtesting
Modalita' di esame: Esame scritto più lavori di gruppo
Criteri di valutazione: La valutazione degli studenti è basata al 50% sull'esame finale e 50% sui casi/progetti.
Contenuti: Il corso è diviso in due parti.
La Parte A esplorerà alcuni temi ricorrenti nella gestione finanziaria delle imprese industriali, quali la gestione della liquidità, la copertura dei rischi di cambio e di interesse, utilizzando strumenti finanziari derivati. La Parte B affronterà i temi relativi alle altre decisioni di investimento, quali l’investimento in progetti o in titoli azionari.

Parte A
La pianificazione ed il controllo dell’esposizione nelle imprese non finanziarie.
La misurazione e il budgeting dei rischi finanziari.
Gli strumenti derivati per la copertura dei rischi finanziari: contratti a termine, swap, opzioni e combinazioni di opzioni
Le strategie di gestione del rischio nelle imprese non finanziarie.
La gestione del rischio di tasso di un portafoglio obbligazionario.

Parte B
Introduzione.
Sezione I:
Il valore intrinseco di un asset e di un business
Il valore della crescita
Il vantaggio competitivo
Il valore intrinseco di un’azione
Sezione II:
Le regole dell’efficienza di mercato
Wisdom of crowds
Behavioral Finance
Fonti di Mispricing
Rischio e Incertezza
Sezione III:
La dimensione di portafoglio
CAPM vs Value Investing
Sezione VI:
Strumenti ed esempi
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Metodologie di insegnamento

Parte A
Dopo aver introdotto il concetto di esposizione al rischio e dei principi fondamentali della copertura, le lezioni generalmente riguarderanno la misurazione e le applicazioni delle logiche e delle tecniche di copertura a specifici rischi finanziari relativamente a differenti settori industriali.

Parte B
Le lezioni alterneranno spiegazioni teoriche con esempi e applicazioni pratiche da svolgere in Excel
E’ gradita la familiarità con Excel.


Attività di apprendimento previste

Parte A
Alla fine di questo corso gli student saranno in grado di:
1.selezionare le strategie di copertura appropriate rispetto a obiettivi di mitigazione del rischio definiti
2.determinare le tecniche più appropriate di gestione del rischio di portafoglio obbligazionario dati gli obiettivi e i vincoli definiti nel documento sulla politica di investimento.

Parte B
Al completamento del corso gli studenti saranno in grado di stimare il valore intrinseco di un’opportunità di investimento; inglobare valutazioni sulle prospettive di crescita del business e sul vantaggio competitivo; capire il contesto informativo e il processo di formazione del prezzo di mercato; verificare l’esistenza di condizioni di overperformance; valutare il grado di rischio e la sua distinzione dall’incertezza; capire la differenza tra strategie di allocazione di portafoglio diverse; utilizzare con maggiore dimestichezza excel.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Non c’è un testo predefinito.
Slides di lezione ed esercizi a cura del docente saranno messi a disposizione online in formato PDF.
Per riferimenti teorici, approfondimenti ed esercizi ulteriori si consigliano:
Eiteman, Stonehill, Moffett, Multinational Business Finance, Addison Wesley (Parte A)
Bodie, Kane, Markus, Investments, McGraw-Hill (Parte A)
Sonkin, Johnson, Pitch the Perfect Investment (Parte B)
Greenwald, Kahn, Sonkin, Van Biema, Value Investing (Parte B)
Testi di riferimento: