Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Ingegneria
INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE DEL PRODOTTO
Insegnamento
MECCANICA DEI MATERIALI
IN08112546, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE DEL PRODOTTO
IN0531, ordinamento 2015/16, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese MECHANICS OF MATERIALS
Sito della struttura didattica http://www.gest.unipd.it/it/corsi/corsi-di-studio/corsi-di-laurea-magistrale/ingegneria-dell-innovazione-del-prodotto
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Tecnica e Gestione dei Sistemi Industriali (DTG)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/dtg/course/view.php?idnumber=2018-IN0531-000ZZ-2018-IN08112546-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede VICENZA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MICHELE ZAPPALORTO ING-IND/14

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Ingegneria meccanica ING-IND/14 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 72 153.0

Calendario
Inizio attività didattiche 24/09/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2015

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
13 2018 01/10/2018 15/03/2020 ZAPPALORTO MICHELE (Presidente)
MARAGONI LUCIO (Membro Effettivo)
CARRARO PAOLO ANDREA (Supplente)
12 2017 01/10/2017 15/03/2019 ZAPPALORTO MICHELE (Presidente)
QUARESIMIN MARINO (Membro Effettivo)
CARRARO PAOLO ANDREA (Supplente)
MARAGONI LUCIO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenze di Costruzione di Macchine, Elementi di algebra lineare, calcolo differenziale e integrale.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di fornire agli studenti delle conoscenze su alcuni aspetti avanzati della progettazione meccanica strutturale. In particolare
1. Metodologie di calcolo strutturale applicate a problemi lineari e non-lineari.
2. Calcolo strutturale su recipienti in pressione e dischi rotanti
3. Metodologie di progettazione strutturale avanzata di unioni saldate e bullonate
4. Damage tolerant approach, meccanica della frattura, dei difetti e degli intagli.
Modalita' di esame: La verifica delle conoscenze e delle abilità attese viene effettuata con una prova d’esame scritta strutturata in due parti:
-2 o 3 esercizi applicativi (per un punteggio complessivo di 10 punti su 30)
-5 domande aperte di teoria (per un punteggio complessivo di 20 punti su 30).
L'esame orale è facoltativo e possibile solo per votazioni superiori a 25. Esso è strutturato come un colloquio orale con il docente e prevede 2 o 3 domande aperte di teoria.
Criteri di valutazione: I criteri di valutazione con cui verrà effettuata la verifica delle conoscenze e delle abilità acquisite sono:
- Completezza delle conoscenze teoriche acquisite sugli argomenti del corso
- Capacità nell'applicare le conoscenze teoriche al calcolo strutturale di elementi meccanici (quali particolari saldati e bullonati di comune utilizzo, masse volaniche, serbatoi ecc.)
- Capacità espositive e rigorosità nella trattazione ed esposizione delle tematiche.
Contenuti: •Introduzione alla teoria dell’elasticità e metodi di calcolo tensionale avanzato
• Problemi di instabilità elastica
• Recipienti in pressione a parete spessa, tubi in pressione, dischi calettati e rotanti
• Calcolo delle tensioni in piastre forate e intagliate (Soluzioni di Kirsch, Inglis, Irwin, Williams, Lazzarin e Tovo)
• Progettazione di tipo “Damage Tolerant” (Meccanica della Frattura lineare elastica)
• Analisi strutturale di unioni saldate e bullonate con approcci convenzionali
• Analisi della resistenza a fatica di unioni saldate con approcci locali (NSIF, SED)
• Approcci locali per la resistenza statica e a fatica di componenti intagliati
• Nonlinearità di materiale: modelli costitutivi in condizioni statiche e cicliche, calcolo tensionale su componenti meccanici in presenza di plasticità localizzata
• Progettazione a fatica a basso numero di cicli
• Introduzione alla teoria dell'elasticità anisotropa: simmetrie di materiale e modelli elastici, effetto d'intaglio nei materiali anisotropi
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il Corso è articolato nelle seguenti attività:
- Lezioni frontali in aula di teoria
- Lezioni frontali in aula di esercizi, con esempi di calcolo applicativi
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Il materiale didattico fondamentale è costituito da:
-una dispensa fornita dal docente, comprensiva di tutti gli argomenti di teoria trattati ed i relativi esercizi per la preparazione dell’esame. La dispensa è disponibile in una copisteria adiacente alla sede universitaria
- Esercizi pratici svolti e temi d’esame svolti (con soluzione) messi a disposizione degli studenti nella piattaforma moodle.
-Ulteriore materiale di approfondimento (quale tecnici e scientifici ecc..) ) messi a disposizione degli studenti nella piattaforma moodle.
Testi di riferimento:
  • N. E. Dowling, Mechanical Behavior of Materials (4th Edition). --: Prentice Hall, 2012. Consultazione Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Case study
  • Questioning
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)