Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
SCIENZE DELLE PROFESSIONI SANITARIE TECNICHE DIAGNOSTICHE
Insegnamento
PEDAGOGIA E PSICOLOGIA
MEP3053461, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE DELLE PROFESSIONI SANITARIE TECNICHE DIAGNOSTICHE
ME1869, ordinamento 2013/14, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 7.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese PEDAGOGY AND PSYCHOLOGY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Medicina (DIMED)
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di SCIENZE DELLE PROFESSIONI SANITARIE TECNICHE DIAGNOSTICHE

Docenti
Responsabile MARCO IUS M-PED/01
Altri docenti NATASCIA BOBBO M-PED/01
TERESA GAVARUZZI M-PSI/01

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Dimensioni antropologiche, pedagogiche e psicologiche M-PED/04 3.0
CARATTERIZZANTE Scienze umane, psicopedagogiche e statistiche M-PED/03 2.0
CARATTERIZZANTE Scienze umane, psicopedagogiche e statistiche M-PSI/01 2.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 7.0 70 105.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: 1.1. Modulo di Pedagogia
Per questo modulo non sono previsti pre-requisiti specifici
1.2. Modulo di Didattica del Sapere Tecnico Professionale
Per questo modulo non sono previsti pre-requisiti specifici.
1.3 Psicologia Generale
Per questo modulo non sono previsti pre-requisiti specifici.
Conoscenze e abilita' da acquisire: 2.1 Modulo di Pedagogia
1- Lessico pedagogico minimo
2- I nessi educazione-relazione-resilienza di fronte alle avversità della malattia
3. L’esperienza di malattia nelle diverse età della vita
3.1 Malattia e progetto di vita: bisogni vitali del soggetto affetto da patologia cronica o da condizione critica o terminale
3.2 Malattia e vulnerabilità familiare: quali interventi?
4. Il lavoro integrato in equipe multiprofessionale
5. La gestione della relazione con il paziente: le competenze comunicative di base per utilizzare la relazione in modo pedagogicamente orientato nel proprio contesto professionale
6- Microabilità di comunicazione nella relazione con il paziente e nella gestione della relazione professionale con i colleghi

2.2 Modulo di Didattica del Sapere Tecnico Professionale
Il corso si propone di fornire agli studenti:
a) alcune conoscenze di base sui temi della formazione e dell’apprendimento in età adulta, in particolare sui seguenti argomenti:
- Obiettivi di apprendimento (Descrittori di Dublino);
- Abilità cognitive implicate nell’apprendimento;
- Teorie e principi della formazione in età adulta (Andragogia, apprendimento trasformativo, Life-Long Learning, apprendimento esperienziale etc.);
- Self-directed learning e teorie motivazionali dell’apprendimento;
- Metacognizione e metariflessione come fattori impliciti dell’apprendimento in età adulta;
- Teorie sulla valutazione degli apprendimenti in età adulta;
- Identità professionale e maturità intellettuale come esiti della formazione universitaria professionalizzante;
- Compassion fatigue e disturbi vicari in ambito professionale;
b) alcune abilità di base nell’utilizzo di alcune strategie didattiche e valutative applicabili in età adulta, tra le quali:
- Lezione frontale;
- Laboratori di apprendimento delle abilità pratiche e procedurali;
- Laboratori di apprendimento delle abiità relazionali;
- I metodi attivi (Problem based learning, collaborative learning);
- Strategie di elaborazione esperienziale mediate dalla narrazione;
- Strategie e tecniche di self-care per la prevenzione dei disturbi vicari in ambito professionale;
- Strategie valutative nella formazione in età adulta.

2.3 Modulo di Psicologia
Il corso si propone di fornire agli studenti conoscenze di base riguardo alla Psicologia Generale, con particolare riferimento a: metodi di ricerca in psicologia, percezione visiva, attenzione, pensiero e ragionamento, giudizio e presa di decisioni.
Modalita' di esame: 3.1 Modulo di Pedagogia
L’accertamento del profitto sarà basato su una prova scritta con domande a risposta multipla e domande aperte, da svolgere in un’ora. Non è prevista integrazione orale. Saranno svolti durante le lezioni laboratori ed esercitazioni che saranno oggetto di valutazione e costituiranno crediti ai fini dell’esame finale.

3.2 Modulo di Didattica del Sapere Tecnico Professionale
L’accertamento del profitto sarà basato su prova scritta a schema chiuso e/o aperto da svolgere in un’ora. Non è prevista integrazione orale. Saranno svolti durante le lezioni laboratori ed esercitazioni che saranno oggetto di valutazione e costituiranno crediti ai fini dell’esame finale.

3.3 Modulo di Psicologia Generale
Da definire
Criteri di valutazione: 4.1 Modulo di Pedagogia
Le risposte corrette saranno valutate con un punteggio positivo. Le risposte errate (anche in parte) saranno valutate con un punteggio negativo. Le risposte non date saranno valutate zero punti. Le verifiche in itinere potranno costituire crediti o debiti per l'esame finale.

4.2 Modulo di Didattica del Sapere Tecnico Professionale
Le risposte corrette saranno valutate con un punteggio positivo. Le risposte errate saranno valutate con un punteggio negativo. Le risposte non date saranno valutate zero punti.

4.3 Modulo di Psicologia Generale
Una prova scritta con domande a risposta multipla e domande aperte, da svolgere in un’ora.
Non è prevista integrazione orale.
Contenuti: 5.1 Modulo di Pedagogia
1- Lessico pedagogico minimo: definizioni e distinzioni dei termini educazione, formazione, istruzione. Le categorie pedagogiche.
2- I nessi educazione-relazione-resilienza di fronte alle avversità della malattia. Le definizioni di resilienza. Patogenesi e salutogenesi negli studi sula resilienza. La teoria ecologica dello sviluppo umano di Bronfenbrenner applicata alla salute e alla malattia. Fattori di rischio e fattori di protezione. La narrazione come fattore di protezione.
3. L’esperienza di malattia nelle diverse età della vita
3.1 Malattia e progetto di vita: bisogni vitali del soggetto affetto da patologia cronica che richieda frequenti controlli diagnostici e di monitoraggio, da condizione critica o terminale, in situazione di ospedalizzazione protratta e lungodegenza
3.2 Malattia e vulnerabilità familiare: quali interventi? Le linee di Indirizzo Nazionali “Lavorare con bambini e famiglie in situazione di vulnerabilità”; il Modello Multidimensionale “Il Mondo del Bambino”
4. Il lavoro integrato in equipe multiprofessionale. Analisi, negoziazione, progettazione, intervento e valutazione. Elementi di gestione del gruppo di lavoro.
5. La gestione della relazione con il paziente: le competenze comunicative di base per utilizzare la relazione in modo pedagogicamente orientato nel proprio contesto professionale
6- Micro-abilità di comunicazione nella relazione con il paziente e nella gestione della relazione professionale con i colleghi: micro-training sulle abilità di ascolto attivo (parafrasi, verbalizzazione, chiarificazione, sommario), di fare domande (chiuse e aperte), di fare feedback, di aprire e chiudere un colloquio.

5.2 Modulo di Didattica del Sapere Tecnico Professionale
I contenuti del corso si articoleranno nei seguenti aspetti:
- Definizione degli obiettivi di apprendimento secondo i Descrittori di Dublino;
- Abilità cognitive implicate nell’apprendimento;
- Teorie e principi della formazione in età adulta (Andragogia, Apprendimento Trasformativo, Life-Long Learning, apprendimento esperienziale, etc.);
- Self-Directed Learning e teorie motivazionali dell’apprendimento;
- Metacognizione e metariflessione come fattori impliciti dell’apprendimento in età adulta;
- Identità professionale e maturità intellettuale come esiti della formazione universitaria professionalizzante;
- Compassion fatigue e disturbi vicari in ambito professionale;
- Strategie e tecniche didattiche per la trasmissione di conoscenze ed abilità: lezione frontale; laboratori di apprendimento delle abilità pratiche e procedurali; laboratori di apprendimento delle abilità relazionali (Role Playing; simulazioni, Medical Humanities etc.); metodi attivi (Problem Based Learning, Collaborative Learning);
- Strategie e tecniche didattiche e formative per l’apprendimento esperienziale e la tutela del sé professionale: strategie mediate dalla narrazione; self-care strategies per la prevenzione dei disturbi vicari in ambito professionale;
- Strategie valutative nella formazione in età adulta: la costruzione delle prove d'esame, tipologie di prove d'esame, criteri di valutazione, obiettivi della valutazione, valutazione delle competenze complesse.

5.3 Modulo di Psicologia Generale
Per i contenuti didattici di questo modulo si rimanda alla sezione “Conoscenze e abilità da acquisire”.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: 6.1 Modulo di Pedagogia
l corso sarà svolto mediante:
 Lezioni frontali partecipate con utilizzo di PowerPoint e discussione
 Visione di spezzoni di film e discussione
 Esercitazioni pratiche in piccolo gruppo con proposta di esercizi di analisi e riflessione sulle pratiche professionali e le pratiche comunicative.
 Utilizzo di metodi attivi: simulate su situazioni professionali e lavoro di gruppo
 Discussione a partire dalle esperienze professionali e/o di tirocinio
Le performance dei gruppi di studenti durante le lezioni costituiranno oggetto di valutazione e potranno divenire crediti o debiti per l'esame finale.
6.2 Modulo di Didattica del Sapere Tecnico Professionale
Il corso sarà svolto mediante:
- Lezioni frontali con utilizzo di diapositive in ppt;
- Lavoro per sessioni di Collaborative Learning al fine di simulazioni di strategie didattiche diverse (lezione frontale, Experiential Learning, Problem Solving, laboratorio per l'apprendimento di abilità procedurali, workshop di Medical Humanities). Le performance dei gruppi di studenti durante le lezioni costituiranno oggetto di valutazione e potranno divenire crediti per l'esame finale.

6.3 Modulo di Psicologia Generale
Il corso sarà svolto mediante:
- Lezioni frontali con diapositive
- Coinvolgimento attivo degli studenti con dimostrazioni dei fenomeni studiati e brevi esercitazioni in piccoli gruppi di lavoro.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: 7.1 Modulo di Pedagogia
Saranno messe a disposizione le diapositive del docente in PPT e verranno consigliati agli studenti, durante le lezioni, articoli scientifici come ulteriori riferimenti bibliografici di approfondimento dei contenuti trattati.

7.2 Modulo di Didattica del Sapere Tecnico Professionale
Saranno messe a disposizione le diapositive del docente in PPT con richiesta di approfondimento mediante i testi indicati in bibliografia.

7.3 Modulo di Psicologia Generale
Il materiale di studio di questo modulo include i capitoli 1 (Cenni storici), 2 (Metodi di ricerca in psicologia), 3 (Sensazione e percezione), 4 (Attenzione), 10 (Pensiero e ragionamento), e 12 (Giudizio e decisione) del testo di riferimento.
Inoltre saranno messe a disposizione le diapositive del docente.
Testi di riferimento:
  • Milani, Paola; Ius, Marco, Sotto un cielo di stelleeducazione, bambini e resilienzaPaola Milani, Marco Ius. Milano: Raffaello Cortina, 2010. (parti scelte del primo capitolo)
  • Pallassini M., Arezzini E., Aspetti assistenziali della resilienza: il sostegno emozionale.. Rivista L'infermiere: --, 2014. http://www.fnopi.it/ecm/rivista-linfermiere/rivista-linfermiere-page-24-articolo-283.htm
  • Bruzzone D., Esiste un diritto alla speranza?. Rivista di Medical Humanities.: 34, 651., 2016. http://rivista-rmh.ch/rivista.php
  • Welch G. L., Harrist A. W. (Eds), Family Resilience and Chronic Illness. Interdisciplinary a. New York: Springer, 2017. Capitolo 1. Disponibile nella sezione ebook del Sistema Bibliotecario di Ateneo
  • Ungar M., The social ecology of resilience: addressing contextual and cultural ambiguity of a nascent construct. The Am. Journal of Orthopsyc.: 81, 1, Pp. 1–17, 2011.
  • Bobbo N., Medical Education. Metodi e strumenti per insegnare medicina all'università.. Padova: Padova University Press, 2014. È disponibile e_book (studio di tutto il volume) Cerca nel catalogo
  • Bobbo N., Medical Education. Metodi e strumenti per insegnare medicina all'università. Studium Educationis: (1), 143-152, 2018. Cerca nel catalogo
  • Roberto Nicoletti, Rino Rumiati, Lorella Lotto., Psicologia. Processi cognitivi, teoria e applicazioni.. Bologna: Il Mulino, 2017. Cap. I. Cenni storici. II. Metodi di ric. in psicologia. III. Sensazione e percezione. IV. Attenzione. X. Pensiero e ragionamento. - XII. Giudizio e d

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Laboratory
  • Problem based learning
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Working in group
  • Problem solving
  • Art Based methods
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Top Hat (active quiz, quiz)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Salute e Benessere Istruzione di qualita' Ridurre le disuguaglianze