Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze
INFORMATICA
Insegnamento
ADVANCED TOPICS IN COMPUTER SCIENCE
SCP6076301, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
INFORMATICA
SC1176, ordinamento 2014/15, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese ADVANCED TOPICS IN COMPUTER SCIENCE
Sito della struttura didattica http://informatica.scienze.unipd.it/2018/laurea_magistrale
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Matematica
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione INGLESE
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MASSIMILIANO DE LEONI INF/01

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline Informatiche INF/01 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Annuale
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 40 110.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 28/06/2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
3 a.a. 2018/2019 01/10/2018 28/02/2020 CONTI MAURO (Presidente)
BALDAN PAOLO (Supplente)
BRESOLIN DAVIDE (Supplente)
VARDANEGA TULLIO (Supplente)
2 a.a. 2017/2018 01/10/2017 28/02/2019 RANZATO FRANCESCO (Presidente)
CONTI MAURO (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Nessun prerequisito
Conoscenze e abilita' da acquisire: Questo corso verte sulla modellazione, l’analisi di processi aziendali e sull’installazione e la configurazione di sistemi informativi di supporto a questi processi. Alla fine del corso, gli studenti sono in grado di:
• modellare processi aziendali reali;
• interpretare i requisiti formali e tradurli in modelli espliciti;
• analizzare e migliorare i processi (e i relativi sistemi che li supportano) attraverso simulazione e analisi di sensibilità;
• installare e configurare un sistema informativo conforme ai vincoli imposti dal modello di processo.
Modalita' di esame: Tesina. Gli studenti ricevono una descrizione testuale di un processo realistico che devono modellare ed ottimizzare. Successivamente, questi devono configurare un sistema informativo in modo tale che il suo funzionamento sia conforme al processo modellato.
La tesina è divisa in tre parti da sottomettere nell’ordine giusto ed entro le scadenza stabilite.
Criteri di valutazione: La tesina verifica le capacità degli studenti di modellare, ottimizzare processi aziendale e di configure sistemi informativi conformi.
Contenuti: Il corso si compone di cicli di lezioni monografici, che illustrano temi avanzati dell'informatica con il supporto di esperti internazionali.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: L’obiettivo ultimo di ogni sistema informativo è quello di supportare processi aziendali. Per questa ragione, i sistemi informativi devono essere disegnati ed analizzati in modo tale da non violare certe normative (per esempio, questi devono seguire alcuni requisiti legali e di auditing). Anche i tempi di risposta e di esecuzione devono essere i più brevi possibili, così come i costi devono essere ridotti e i rischi minimizzati.
Sistemi aziendali come i sistemi di Workflow Management, Enterprise Resource Planning (ERP), Business Process Management (BPM), Enterprise Information (EI), Customer Relationship Management (CRM) e di Product Data Management (PDM) sono sistemi generici che sono configurati sulla base di modelli di processo.
Alcuni sistemi implementano processi monolitici isolati, mentre altri sistemi permettono la composizione di diversi servizi (anche web services) fino ad ottenere processi della giusta complessità.
In alcuni sistemi, i modelli di processo sono espliciti e possono essere adattati (per esempio, in sistemi di BPM), mentre, in altri, sono impliciti (per esempio, i “reference models” nei sistemi SAP).
In tutti i casi, è chiaro che processi e sistemi sono strettamente intrecciati in qualsiasi azienda. Per questa ragione, è importante che gli studenti capiscano la relazione tra sistemi e processi e siano in grado di modellare sistemi complessi che coinvolgono, processi, servizi, umani ed diverse organizzazioni.
Il corso verte sull’intero ciclo di vita di progettazione, configurazione ed installazione di sistemi informativi aziendali guidati da processi. In particolare, il corso tocca i seguenti aspetti:
1. l’interpretazione di requisiti di processo informali e la loro traduzione in espliciti modelli formali;
2. l’analisi delle performance dei processi attraverso simulazione ed analisi di sensibilità;
3. il miglioramento dei processi (e dei modelli corrispondenti) attraverso l’identificazione e la risoluzione di, per esempio, colli di bottiglia, sovra/sottoutilizzazione di risorso, riduzione di costi e tempi di servizio
4. la configurazione di sistemi informativi che vengono utilizzati in conformità con tali modelli.
Le reti di Petri sono utilizzate nel corso per modellare processi, in due varianti: colorate e YAWL. A partire da descrizioni informali dei processi, durante il corso, gli studenti modelleranno i processi in CPN Tools e faranno simulazioni ed analisi per la loro ottimizzazione. I modelli di processo così migliorati verrano alla fine installati in YAWL, un sistema informativo aziendale open-source.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: In aggiunta a testi di riferimento (vedi sotto), materiale aggiuntivo è disponibile su http://cpntools.org/ sull’uso di CPN Tools e del suo linguaggio. Su http://www.yawlfoundation.org/, è possibile trovare i manuali di uso e di configurazione di YAWL.
Testi di riferimento:
  • Aalst, Wil M. P. : van der; Stahl, Christian, Modeling business processesa Petri net-oriented approachWil van der Aalst and Christian Stahl. Cambridge: MIT Press, --.
  • Arthur H.M. ter Hofstede, Wil M.P. van der Aalst, M. Adams, N. Russell., Modern Business Process Automation: YAWL and its Support Environment. --: Springer-Verlag Berlin Heidelberg, 2010.

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Problem based learning
  • Case study
  • Working in group
  • Problem solving
  • Flipped classroom

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)
  • CPN Tools http://cpntools.org YAWL (http://www.yawlfoundation.org

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Industria, innovazione e infrastrutture