Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze
GEOLOGIA E GEOLOGIA TECNICA
Insegnamento
PALEOCLIMATOLOGIA E PALEOOCEANOGRAFIA
SCM0018542, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
GEOLOGIA E GEOLOGIA TECNICA
SC1180, ordinamento 2009/10, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese PALEOCLIMATOLOGY AND PALEOCEANOGRAPHY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Geoscienze
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile LUCA CAPRARO GEO/01

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline geologiche e paleontologiche GEO/01 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LABORATORIO 0.33 5 3.25
LEZIONE 5.67 45 96.75

Calendario
Inizio attività didattiche 30/09/2019
Fine attività didattiche 18/01/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2009

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
6 Commissione 2019/20 01/12/2019 30/11/2020 CAPRARO LUCA (Presidente)
FORNACIARI ELIANA (Membro Effettivo)
AGNINI CLAUDIA (Supplente)
5 Commissione 2018/19 01/12/2018 30/11/2019 CAPRARO LUCA (Presidente)
FORNACIARI ELIANA (Membro Effettivo)
AGNINI CLAUDIA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenze di base acquisite durante i corsi del triennio (geologia generale, geologia del sedimentario, paleontologia, geografia fisica...)
Conoscenze e abilita' da acquisire: Lo studente apprenderà le basi teoriche sulle dinamiche del sistema climatico attuale, con particolare riferimento ai domini oceanico e atmosferico, e acquisirà familiarità con i principali metodi di indagine utili a ricostruire le dinamiche di tali sistemi nel passato geologico.
Lo studente acquisirà e svilupperà nuove competenze, fra cui:
1) integrazione di concetti già noti con nuove conoscenze;
2) una migliore capacità critica, di analisi e di sintesi nell'utilizzo delle fonti;
3) una migliore capacità di comunicare e divulgare le conoscenze acquisite.
Contenuti e obiettivi verranno declinati in prospettiva metodologica didattica al fine di consentire anche una preparazione all'insegnamento.
Modalita' di esame: La verifica dell'apprendimento da parte dello studente verterà su un esame orale a domande aperte, della durata complessiva di una giornata per tutti i candidati, durante il quale si valuterà la capacità dello studente di realizzare collegamenti fra argomenti diversi e di rispondere con un approccio critico e originale.
Criteri di valutazione: La valutazione si baserà sul grado di conoscenza degli argomenti trattati, ma soprattutto sulla dimostrazione da parte dello studente di possedere adeguata autonomia di pensiero e senso critico. Saranno valutate in modo positivo eventuali integrazioni al programma gestite in modo indipendente dallo studente, quali lettura di pubblicazioni scientifiche e partecipazione a convegni sul tema.
Contenuti: Il Clima: definizioni. Le componenti del sistema climatico. I processi di feedback e le sinergie. Soglie climatiche e loro reversibilità. Gli approcci “storici” alla ricostruzione paleoclimatica. Le forzanti climatiche. L’insolazione e i suoi effetti: calcolo del bilancio energetico di un perfetto blackbody radiator a diversi tenori di CO2 atmosferica. L’idrosfera. Il concetto di “massa d’acqua”. Anatomia degli oceani: le correnti marine e i modi di circolazione verticale e orizzontale. Il sistema di circolazione globale. Le dinamiche di circolazione nel Mediterraneo: genesi delle principali masse d’acqua e budget volumetrici. L’atmosfera. Ocean-atmosphere coupling. I monsoni: origine ed effetti. Le principali oscillazioni climatiche (AO, NAO, AMO, ENSO). Gli Archivi del clima nel passato: alberi, coralli, ghiacciai, sedimenti continentali e marini. I Proxy del clima: proxy fisici, chimici, isotopici, biologici; proxy di temperatura, del livello del mare, delle precipitazioni, della produttività. Isotopi stabili. Frazionamento isotopico cinetico e di equilibrio. Standard isotopici e significato della notazione δ. Isotopi stabili dell’ossigeno. Frazionamento isotopico di equilibrio nel ciclo idrologico. Distillazione di Rayleigh: latitude effect e altitude effect. Utilizzo degli isotopi stabili dell’ossigeno come paleotermometri. Paleotemperatura ed effetto glaciale. Stratigrafia isotopica (MIS). Isotopi stabili del carbonio. Principali reservoir e meccanismi di flusso. Ciclo geochimico del carbonio: dissoluzione e idrolisi delle rocce. Ciclo biochimico del carbonio: δ13C e fotosintesi/respirazione. Il δ13C negli oceani: distribuzione verticale e orizzontale. Teoria dei Sistemi: sistemi lineari e sistemi caotici. Il problema di Poincarè e l’attrattore di Lorenz. Tempo di Lyapunov e stabilità del Sistema Solare. La teoria milankoviana del clima. Analisi spettrale: periodogrammi e wavelet. Il Pleistocene come paradigma della variabilità climatica naturale: evoluzione dei cicli climatici e dinamiche glaciali. Variabilità delle forzanti e delle risposte: congruenze e incongruenze. Le ipotesi sui meccanismi di innesco e disinnesco delle glaciazioni pleistoceniche. I sapropel del Mediterraneo e la ciclicità sedimentaria: loro utilizzo per la datazione delle successioni stratigrafiche. Astrocronologia e astrociclostratigrafia. Storia del clima. I principali eventi climatici nel passato geologico: il Great Oxygenation Event, la Snowball/Slushball Earth, l’ipertermale del Cretaceo. Il clima nel Cenozoico: dal Greenhouse world alle glaciazioni quaternarie. Ciclicità climatica ad alta frequenza: cicli di Dansgaard-Oeschger, cicli di Bond, Heinrich events. Le “sorprese climatiche”.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni in aula e un laboratorio sul campo, in occasione del quale si osserveranno le risposte sedimentarie ad alcuni degli eventi climatici discussi durante il Corso.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Materiale didattico fornito dal docente su piattaforma e-learning Moodle
Testi di riferimento:
  • Ruddiman, William F., Earth's climatepast and futureWilliam F. Ruddiman. New York: W. H. Freeman & Co, 2014. Cerca nel catalogo
  • Bradley, Raymond S., Paleoclimatologyreconstructing climates of the QuaternaryRaymond S. Bradley. San Diego \etc.!: Academic press, --. Cerca nel catalogo
  • Cronin, Thomas M., Paleoclimatesunderstanding climate change past and presentThomas M. Cronin. New York: Columbia University press, 2009. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Story telling

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita' Energia pulita e accessibile Lavoro dignitoso e crescita economica Citta' e comunita' sostenibili Consumo e produzione responsabili Agire per il clima La vita sott'acqua La vita sulla Terra