Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
STORIA
Insegnamento
GEOGRAFIA STORICA
LE10103533, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
STORIA
LE0600, ordinamento 2016/17, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTORICAL GEOGRAPHY
Sito della struttura didattica https://www.dissgea.unipd.it/
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Storiche Geografiche e dell'Antichità (DISSGeA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ANDREA PASE M-GGR/01

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LE08103533 GEOGRAFIA STORICA ANDREA PASE LE0601

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE Discipline geografiche M-GGR/01 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/09/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2018/19 Ord.2016

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
5 Commissione 2018/19 01/12/2018 30/11/2019 PASE ANDREA (Presidente)
BERTONCIN MARINA (Membro Effettivo)
PIOVAN SILVIA (Supplente)
4 Commissione 2017/18 01/12/2017 30/11/2018 PASE ANDREA (Presidente)
BERTONCIN MARINA (Membro Effettivo)
PIOVAN SILVIA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: L'insegnamento non prevede propedeuticità.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di fornire elementi utili rispetto a:
1- conoscenza del rapporto fra la geografia e la storia, tra il territorio e gli eventi, tra l’ambiente e le comunità umane;
2- conoscenza delle principali interpretazioni che di tali interazioni sono state date: determinismo, possibilismo, neo-determinismo;
3- conoscenza delle principali ricadute di tali interpretazioni sia negli ambiti della ricerca che in contesti di definizione delle politiche di sviluppo;
4- conoscenza del concetto di territorialità e della sua evoluzione nel tempo;
5- conoscenza, in particolare, della territorialità occidentale moderna e delle declinazioni della territorialità in ambito africano;
6- conoscenza delle possibili letture storico-geografiche del Mediterraneo;
7- capacità di correlare le diverse conoscenze acquisite;
8- capacità di costruire schemi interpretativi ed espositivi rispetto alle conoscenze proposte.
Modalita' di esame: L'esame consiste in un colloquio orale.
Il docente proporrà almeno tre domande, una per ciascuna parte del corso: la prima sulla relazione fra storia e geografia; la seconda sulle forme della territorialità; la terza sul Mediterraneo.

Le tre parti hanno uguale valore nel determinare il voto finale, che quindi sarà costruito come media dei risultati ottenuti nelle tre parti.

Solo per i frequentanti, sarà proposto in itinere uno scritto relativo alle prime due parti. Lo scritto è costituito da dieci domande aperte. Il voto dello scritto vale per i primi 6 crediti dell'insegnamento. A lezione saranno indicati ulteriori elementi di spiegazione.
Criteri di valutazione: La valutazione della preparazione dello studente avviene con un colloquio orale.

Saranno oggetto di valutazione:
1- le conoscenze relative alla relazione fra la geografia e la storia;
2- le conoscenze relative al concetto di territorialità e alla sua evoluzione nel tempo;
3- le conoscenze sulle diverse letture storico-geografiche del Mediterraneo;
4- la capacità di correlare le diverse conoscenze acquisite;
5- la capacità di esporre in modo chiaro ed efficace.

Per quanto riguarda lo scritto, si valuteranno: coerenza e chiarezza espositiva, approfondimento dei contenuti, capacità di sintesi.
Contenuti: L'insegnamento è diviso in tre parti:
1- Tempi e spazi;
2- Territorialità: lo spazio del potere;
3- Il Mediterraneo di Braudel: un incontro tra geografia e storia.

Questi i principali contenuti delle tre parti:

Tempi e spazi

a. Il rapporto uomo-ambiente tra possibilismo e determinismo
b. Il potere contadino secondo J. Diamond
c. Pluralità dei tempi e multiscalarità nella geografia storica

Territorialità: lo spazio del potere

a. Cos'è la territorialità. Il rapporto fra potere politico e territorio
b. L'ordinamento moderno della territorialità
c. Un altro modo di pensare e possedere lo spazio: l'Africa subsahariana

Il Mediterraneo di Braudel: un incontro tra geografia e storia

a. Una storia "imperialistica" e la "cattura" della geografia
b. Il cuore del Mediterraneo: penisole montagnose e mari
c. Un Mediterraneo a misura della storia: i deserti, gli istmi e l'oceano

Gli studenti di Archeologia sono tenuti a studiare le prime due parti, equivalenti a 6 cfu.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Materiale di approfondimento per i frequentanti verrà inserito in moodle con chiave di accesso. Riguarderà tutte e tre le parti dell'insegnamento.
In aula si discuterà di come affrontare il materiale di studio, obbligatorio e di approfondimento, selezionando le priorità anche in vista del colloquio finale.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Per la prima parte:

J. Diamond, Armi, acciaio e malattie, Torino, Einaudi, 1998 (o edizioni seguenti), per i capitoli: Prologo, III, IV, V, X ed Epilogo

Per la seconda parte:

A. Pase, Linee sulla terra. Confini politici e limiti fondiari in Africa subsahariana, Carocci, Roma 2011 (pp. 31-255)

Per la terza parte:

F. Braudel, Civiltà ed imperi del Mediterraneo nell'età di Filippo II. Torino, Einaudi, 1986. Volume primo, Parte prima: l'ambiente (pp. XXIII-XXIX e pp. 7-236)



Per chi non può frequentare è opportuno integrare lo studio con altri capitoli dei testi e precisamente:

J. Diamond, Armi, acciaio e malattie, Torino, Einaudi 1998 (o edizioni seguenti), capitoli: I, II, VI, VII, VIII, IX ed XI;

A. Pase, Linee sulla terra. Confini politici e limiti fondiari in Africa subsahariana, Carocci, Roma 2011 (pp. 15-27; 256-288);

F. Braudel, Civiltà ed imperi del Mediterraneo nell'età di Filippo II. Torino, Einaudi, 1986. Volume primo, Parte prima: l'ambiente (pp. 236-373).
Testi di riferimento:
  • Diamond J., Armi, acciaio e malattie. Torino: Einaudi, 1998. Anche edizioni seguenti. Cerca nel catalogo
  • Braudel F., Civiltà ed imperi del Mediterraneo nell'età di Filippo II. Torino: Einaudi, 1986. Solo per chi deve conseguire 9 cfu. Cerca nel catalogo
  • Pase A., Linee sulla terra. Roma: Carocci, 2011. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Mappe concettuali
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)
  • Learning contract/agreement

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Ridurre le disuguaglianze Citta' e comunita' sostenibili Agire per il clima La vita sulla Terra Pace, giustizia e istituzioni forti