Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
PROGETTAZIONE E GESTIONE DEL TURISMO CULTURALE
Insegnamento
GEOGRAFIA
LE08103478, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
PROGETTAZIONE E GESTIONE DEL TURISMO CULTURALE
LE0604, ordinamento 2008/09, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese GEOGRAPHY
Sito della struttura didattica http://www.beniculturali.unipd.it/www/homepage/
Dipartimento di riferimento Dipartimento dei Beni Culturali: Archeologia, Storia dell'Arte, del Cinema e della Musica (DBC)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile BENEDETTA CASTIGLIONI M-GGR/01

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE Discipline sociali e territoriali M-GGR/01 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
7 2018 01/10/2017 30/11/2019 CASTIGLIONI BENEDETTA (Presidente)
DE NARDI ALESSIA (Membro Effettivo)
VAROTTO MAURO (Membro Effettivo)
6 2015/18 01/10/2017 30/11/2018 CASTIGLIONI BENEDETTA (Presidente)
CISANI MARGHERITA (Membro Effettivo)
VAROTTO MAURO (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Nozioni di geografia acquisite nel percorso scolastico
Conoscenze e abilita' da acquisire: Ci si attende che attraverso questo insegnamento lo studente acquisisca le conoscenze di base per inquadrare il fenomeno turistico nelle sue relazioni con i diversi contesti territoriali, plasmati dalle relazioni tra società e ambiente.
Modalita' di esame: Esame orale.
Per i frequentanti è prevista la possibilità di dividere l'esame in due parti, con una prova intermedia, effettuando due prove scritte (test on-line)
Criteri di valutazione: - conoscenza degli argomenti trattati
- capacità di costruire collegamenti tra i diversi concetti
- capacità di collegare i concetti generali a casi di studio
- capacità di ragionamento critico
- chiarezza espositiva e proprietà di linguaggio
Contenuti: Il corso affronta alcuni dei temi tipici della geografia riletti in relazione al fenomeno turistico.
Il Veneto rappresenta il caso di studio privilegiato cui si farà riferimento, presentandone la varietà degli ambienti, la storia del territorio, le dinamiche di sviluppo e le questioni relative al turismo.
Principali argomenti:
- introduzione alla storia del pensiero geografico e alla storia del turismo
- introduzione al Veneto; cenni di storia del territorio veneto
- elementi di cartografia
- il concetto di paesaggio: sviluppo del concetto; il rapporto popolazione-paesaggio; paesaggio e turismo
- il concetto di geosistema: le dinamiche dell'atmosfera e i climi; cenni di geomorfologia
- la questione ambientale e lo sviluppo sostenibile; le politiche ambientali e le aree protette; gli impatti del turismo sull'ambiente; il turismo sostenibile
- ambienti e paesaggi del Veneto (Dolomiti, Prealpi, aree collinari, alta e bassa pianura, area costiera e lagunare)
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: È vivamente consigliata la frequenza.
Oltre alle lezioni frontali si prevedono alcune esercitazioni in aula con il coinvolgimento diretto degli studenti e attività on-line.
Il corso prevede una escursione (lezione sul campo) di una giornata.
E' possibile per gli studenti sostituire una parte del programma con l'approfondimento di un caso di studio (tesina). La svolgimento della tesina prevede la frequenza ad incontri di preparazione e revisione.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Ai frequentanti verranno fornite indicazioni più precise durante il corso sul programma d'esame e sulla bibliografia di riferimento, che in ogni caso andrà integrata dagli appunti di lezione.
I non frequentanti sono tenuti a prepararsi sui due testi principali (Bagnoli e Panizza-Piacente) e su uno dei testi indicati sotto come "A SCELTA". Per eventuali dubbi contattare la docente.
Testi di riferimento:
  • Bagnoli, Lorenzo, Manuale di geografia del turismo: dal grand tour ai sistemi turistici. Torino: Utet università, 2014. Cerca nel catalogo
  • Panizza, Mario; Piacente, Sandra, Geomorfologia culturale. Bologna: Pitagora, 2014. esclusi i capitoli 7 e 8 Cerca nel catalogo
  • Minca, Claudio; Colombino, Annalisa, Breve manuale di geografia umana. Padova: CEDAM, 2012. A SCELTA, quattro capitoli a scelta Cerca nel catalogo
  • Cavallo, Federica Letizia, Wetlandia: tradizioni, valori, turismi nelle zone umide italiane. [Assago]: CEDAM, 2014. A SCELTA, quattro capitoli a scelta Cerca nel catalogo
  • Dal_Borgo, Alice Giulia, Prospettive di geografia del turismo. Milano: CUEM, 2007. A SCELTA, quattro saggi a scelta Cerca nel catalogo
  • Camanni, Enrico, La nuova vita delle AlpiEnrico Camanni. Torino: Bollati Boringhieri, 2002. A SCELTA Cerca nel catalogo
  • Borghi, Rachele; Celata, Filippo, Turismo critico: immaginari geografici, performance e paradossi sulle rotte del turismo alternativo. Milano: UNICOPLI, 2009. A SCELTA, quattro saggi a scelta Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Working in group
  • Peer feedback
  • Quiz o test a correzione automatica per feedback periodico o per esami
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)
  • escursione

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Citta' e comunita' sostenibili