Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
PROGETTAZIONE E GESTIONE DEL TURISMO CULTURALE
Insegnamento
STORIA DELL'ARTE MEDIEVALE
LE27108198, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
PROGETTAZIONE E GESTIONE DEL TURISMO CULTURALE
LE0604, ordinamento 2008/09, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTORY OF MEDIEVAL ART
Sito della struttura didattica http://www.beniculturali.unipd.it/www/homepage/
Dipartimento di riferimento Dipartimento dei Beni Culturali: Archeologia, Storia dell'Arte, del Cinema e della Musica (DBC)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile FEDERICA TONIOLO L-ART/01

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline storico-artistiche L-ART/01 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
5 2015/18 01/12/2017 30/11/2019 TONIOLO FEDERICA (Presidente)
MINAZZATO MARTA (Membro Effettivo)
PONCHIA CHIARA (Membro Effettivo)
VALENZANO GIOVANNA (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Non è richiesta alcuna conoscenza pregressa.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di fornire:
1. La conoscenza di problemi e metodi della storia dell'arte medievale dall'Alto medioevo al Trecento
2. La conoscenza della periodizzazione e della geografia artistica
3. La conoscenza delle culture, tradizioni e rinascite nell'arte del Medioevo occidentale
4. La conoscenza delle trasformazioni e delle correnti stilistiche
5. La conoscenza dei centri di produzione, artisti e committenti
6. La conoscenza dei principali cicli ad affresco padovani del Trecento per i quali si chiederà e di progettare un itinerario storico artistico e condurre una visita.
Modalita' di esame: Per i frequentanti è prevista una prova scritta a fine corso (pre appello) con domande aperte (4/5) accompagnate da immagini della durata di 2 ore volte a verificare l'acquisizione delle conoscenze.
L'esame per gli appelli seguenti si svolgerà in forma orale, 4/5 domande volte a verificare l'acquisizione delle conoscenze.
Almeno una domanda verterà sui i cicli pittorici ad affresco del Trecento padovano esaminati nel corso.
Criteri di valutazione: Verrà valutata:
1) la conoscenza degli argomenti trattati nel corso;
2) la conoscenza e la comprensione dei concetti e dei metodi proposti
3) la capacità di applicare tali conoscenze in modo autonomo e consapevole
3) le abilità logico-argomentative, ovvero la pertinenza delle risposte rispetto alle domande; la capacità di ‘costruire un proprio discorso critico’ pertinente, chiaro, efficace e personale.
Contenuti: Il corso verterà sui seguenti argomenti:
1)I principali sviluppi della storia dell’arte medievale, dalla fine dell’arte antica all'età gotica:
2) periodizzazione; esempi di storiografia e metodi della disciplina.
3) ambiti e centri di produzione artistica;
4) esempi di fonti scritte;
5) le figure dell’artista e del committente;
6) l'età longobarda
7) l’età carolingia e ottoniana;
8) il romanico con particolare riferimento alle chiese di pellegrinaggio;
9) il gotico nell'Ile de France e in Italia
10) La scultura di Nicola e Giovanni Pisano e di Arnolfo di Cambio;
11) Cimabue e Giotto
12) l’arte senese
13) Cicli ad affresco a Padova nel Trecento (Giotto, Giusto de' Menabuoi, Guariento, Altichiero, Jacopo Avanzi)
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Le lezioni frontali cercheranno sempre di coinvolgere gli studenti e di stimolare la discussione.
La frequenza è vivamente consigliata.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: 1. La bibliografia d'esame, i testi e i powerpoint presentati a lezione saranno disponibili nella pagina Moodle del Corso.
2. Nella pagina Moodle verrà inoltre caricata la bibliografia d'esame e quella utile a chi volesse approfondire gli argomenti trattati.
Testi di riferimento:
  • R. Scrinieri (a cura di), L'arte e la storia dell'arte Vol. I B, Il Medioevo. Milano: Minerva italica, 2002. Vanno bene anche edizioni successive. Sono da escludere i capitoli 1, 14,19, 20, 21. Cerca nel catalogo
  • A. Pinelli, Le ragioni della bellezza. 2. Dalla tarda antichità a Giotto. Torino: Loescher, 2012. Sono da escludere le pp. 1-74 e le pp. 106-135 Cerca nel catalogo
  • L. Colombo, A. Dionisio, N. Onida, G. Savarese, Opera. Architettura e Arti visive nel tempo, Volume 2 Dall'arte medievale al Gotico Internazionale. Milano: Bompiani, 2016. fino a p. 223. Cerca nel catalogo
  • F. Zuliani, La percezione del medioevo in L'arte medievale nel contesto (300-1300): funzioni, iconografia tecniche, a cura di P. Piva.. Milano: --, 2006. pp. 15-20 Cerca nel catalogo
  • E. Castelnuovo, Introduzione, in Artifex bonus: il mondo dell'artista medievale, a cura di M. Bacci E Castelnuovo. Bari: Laterza, 2004. pp. V-XXXV Cerca nel catalogo
  • L. Bellosi, Giotto. Milano: Scala, 2000. pp. 31-59 Cerca nel catalogo
  • L. Baggio, Storia e arte nell'oratorio di San Giorgio, in Altichiero da Zevio nell'Oratorio di San Giorgio. Il restauro degli affreschi. Padova: Ed. De Luca, 1999. pp. 17-31 Cerca nel catalogo
  • D. Banzato, M. Masenello, G. Valenzano, Giotto e i cicli pittorici del Trecento a Padova. Milano: Skirà, 2015. da p. 39 a p. 118 Cerca nel catalogo
  • G. Galesso, Parole per vedere. Didattica comparata dell'opera d'arte. Lecce: Pensa Editore, 2006. solo capitolo II pp. 55-86 Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Case study
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)