Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
FARMACIA
Insegnamento
CHIMICA GENERALE E INORGANICA (Iniziali cognome A-L)
FA13101298, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2019/20

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
FARMACIA (Ord. 2018)
FA1732, ordinamento 2018/19, A.A. 2019/20
A1301
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 10.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese GENERAL AND INORGANIC CHEMISTRY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze del Farmaco (DSF)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/dsf/course/view.php?idnumber=2019-FA1732-000ZZ-2019-FA13101298-A1301
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di FARMACIA (Ord. 2018)

Docenti
Responsabile ALESSANDRO DOLMELLA CHIM/03

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE Discipline Chimiche CHIM/03 10.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
ESERCITAZIONE 2.0 24 26.0
LEZIONE 8.0 64 136.0

Calendario
Inizio attività didattiche 30/09/2019
Fine attività didattiche 18/01/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2018

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: L'insegnamento di "Chimica Generale ed Inorganica" può essere fruito anche da coloro che non hanno pregresse conoscenze di chimica. E' importante che gli Studenti abbiano padronanza di alcune abilità fondamentali riguardanti il calcolo numerico, in particolare: l'esecuzione e le proprietà delle operazioni con i numeri esponenziali e i logaritmi, la soluzione di equazioni di primo e secondo grado.
Conoscenze e abilita' da acquisire: L'insegnamento "Chimica Generale e Inorganica" si propone di fornire allo Studente nozione chimiche di base necessarie a costituire fondamento per i successivi insegnamenti a contenuto chimico del curriculum e consentirne un proficuo apprendimento. In particolare, sarà dato risalto alla chimica delle soluzioni acquose, per consentire un più celere apprendimento delle nozioni specialistiche sul comportamento dei farmaci.
Al termine del ciclo di lezioni lo Studente:
1) è in possesso delle nozioni chimiche di base su composizione, struttura, proprietà e trasformazioni della materia;
2) è in possesso di cognizioni fondamentali sulla natura atomica della materia, sul legame chimico, sulle proprietà dello stato gassoso e delle soluzioni;
3) sa bilanciare un'equazione chimica e determinare i rapporti quantitativi in una reazione;
4) è in grado di rappresentare la formula e la prevedibile geometria molecolare di semplici composti;
5) sa interpretare il comportamento di un sistema in condizioni di equilibrio chimico in soluzione acquosa e fare previsioni sul comportamento del sistema al di fuori dell'equilibrio;
6) è in possesso di cognizioni utili a valutare la concentrazione e la diluizione di soluzioni acquose;
7) è in possesso di cognizioni approfondite per valutare il grado di acidità (pH) di soluzioni acquose e le condizioni perché in soluzione si verifichi la precipitazione di composti poco solubili;
8) è capace di formulare previsioni sul decorso di reazioni sulla base dei potenziali normali di ossidoriduzione;
9) si è familiarizzato in modo autonomo con la sintesi di certi composti inorganici.
Modalita' di esame: La valutazione consta di una prova scritta eventualmente corredata da una prova orale. La prova orale ha luogo solo su richiesta del Candidato.
La prova scritta può essere sia articolata in due/tre prove "in itinere", proposte agli Studenti durante il periodo delle lezioni, sia in un'unica prova "generale", che gli Studenti potranno sostenere in uno degli appelli ufficiali durante l'anno.
Scopo della prova scritta è quello di verificare l'acquisizione da parte del Candidato delle conoscenze previste dagli obbiettivi del corso nonché la sua capacità di tradurre in termini quantitativi le nozioni teoriche apprese.

La prova scritta si intende superata solo quando l'elaborato (o l'insieme degli elaborati) del Candidato ottiene una valutazione positiva.

Conseguenze di un esito NEGATIVO della prova scritta: (a) il giudizio negativo conseguito in una prova “in itinere” preclude al Candidato la possibilità di sostenere le successive prove in itinere e preclude pure l'accesso alla prova orale, ed il suo rimando ad una prova "generale"; (b) il giudizio negativo conseguito in una prova “generale” non consente al Candidato la possibilità di sostenere la prova orale , ed il suo rimando ad una nuova prova "generale".
Il voto acquisito con il superamento della prova scritta costituisce il voto finale di esame, a meno che il Candidato non opti per la prova orale. In tal caso, il voto finale sarà quello attribuito nella prova orale e non sarà necessariamente migliorativo rispetto a quello attribuito con la sola prova scritta.
Se la prova scritta è superata attraverso le prove "in itinere", il voto finale proposto è dato dalla media aritmetica dei voti attribuiti nelle singole prove.
Criteri di valutazione: L'esame di fine corso ha lo scopo di valutare il grado di conseguimento dei principali obbiettivi didattici:
(a) la conoscenza delle basi teoriche della Chimica Generale;
(b) la conoscenza dei metodi per la soluzione di problemi attinenti i vari aspetti della Chimica Generale;
(c) la conoscenza della chimica delle soluzioni acquose;
(d) la conoscenza del comportamento chimico degli elementi dei principali gruppi della Tavola Periodica e di alcuni dei loro principali composti.
Contenuti: Nota sugli "Obiettivi Agenda 2030" (vedi oltre). La Chimica è una materia dall'impatto pervasivo sulla nostra vita. Si ritiene che gli argomenti del corso, contestualizzati nella vita reale, siano rilevanti a tutti i temi dell'Agenda sotto individuati.

Materia e energia. Natura atomica della materia. Atomo e particelle subatomiche. Numero atomico, di massa, isotopi. U.m.a.. Massa atomica e molecolare. Mole. L'atomo meccanico ondulatorio. Configurazioni elettroniche. Tavola Periodica e proprietà periodiche. Metalli e non metalli.
Simboli chimici. Numero di ossidazione. Nomenclatura sistematica. Formule Chimiche.
Composizione percentuale. Purezza percentuale. Equazioni chimiche. Ossidazione e riduzione. Dissociazione ionica e forma ionica di un’equazione. Metodi per il bilanciamento di equazioni chimiche. Rapporti ponderali. Reagente limitante e resa percentuale di reazione.
Teoria del legame chimico secondo Lewis. Legame covalente e legame ionico. Legami semplici e multipli. Ordine di legame. Energia del legame chimico. Entalpia di legame. Geometrie molecolari VSEPR di composti a numero sterico 2, 3, 4, 5, 6. Teoria VB e ibridizzazione. Legame covalente polare. Dipoli di legame e dipoli molecolari. Legame dativo/coordinativo. Isomeria.
Forze di attrazione intermolecolari: forze ione-ione, ione-dipolo, interazioni di dipolo, forze di van der Waals, forze di London. Legame a ponte di idrogeno. Stato gassoso. Gas ideali. Equazione generale per i gas ideali PV=nRT. Legge di Dalton. Gas reali. Equazione di van der Waals.
Fasi condensate e transizioni di fase. Fenomeni critici. Temperatura critica. Diagrammi di stato. Diagramma di stato dell’acqua.
Miscele omogenee. Soluzioni. Solubilità. Modalità di misura della concentrazione. Molarità, molalità. Diluizione. Leggi di Raoult per il soluto non volatile e volatile. Solubilità dei gas; legge di Henry. Dipendenza della solubilità dalla natura del soluto, del solvente e della temperatura. Proprietà colligative delle soluzioni. Osmosi e pressione osmotica. Distillazione frazionata.
Termochimica. Legge di Hess. Termodinamica applicata alla chimica. Spontaneità delle reazioni. Entropia. Energia libera. Generalità sull'equilibrio chimico. Legge di azione di massa. Kc, Kp, quoziente di reazione. Principio di Le Chatelier. Fattori che influenzano l'equilibrio chimico (temperatura, pressione e concentrazioni). Equilibri chimici in soluzione. Autoprotolisi dell'acqua e Kw. Equilibri acido-base in soluzione acquosa. Acidi di Arrhenius, di Bronsted, di Lewis. Coppie coniugate acido-base. pH, pOH, pKw. Calcolo del pH di soluzioni di basi e acidi di diversa forza. pH di soluzioni di sali e idrolisi. pH di anfoliti. pH di soluzioni tampone. Equilibri di solubilità/precipitazione. Prodotto di solubilità, Kps e precipitazione. Fattori che influenzano la solubilità. Kps e solubilità. Ione in comune. Solubilità e pH. Solubilità e complessamento. Solubilità di idrossidi, idrossidi anfoteri, solfuri.
Elettrochimica. Coppie redox. Celle galvaniche. Elettrodo normale a idrogeno e potenziali standard di riduzione. Previsione del decorso di reazioni redox. Equazione di Nernst.
Chimica inorganica. Proprietà degli elementi principali. Con apprendimento autonomo: alcuni esempi di sintesi di sostanze inorganiche.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: L'insegnamento si compone di lezioni frontali in aula (previste 64 ore) e di esercitazioni di stechiometria (previste 24 ore).
Lezioni frontali.
La didattica è principalmente con esposizione orale, supportata da scrittura su lavagna/lavagna elettronica. Il Docente illustra la rilevanza degli argomenti dando esempi concreti della loro applicazione nel contesto del futuro professionale degli Studenti. Scopo delle lezioni frontali è trasmettre le nozioni di teoria pertinenti agli argomenti discussi.
Alcune parti del programma saranno condotte con tecniche didattiche non convenzionali.
Esercitazioni di stechiometria.
Le esercitazioni sono svolte in parallelo alle lezioni frontali, al termine di un ciclo di lezioni dai contenuti coerenti. Scopi delle esercitazioni sono:
(a) l'applicazione pratica delle nozioni teoriche proposte (acquisizione di abilità pratiche)
(b) stimolare la capacità di analisi e di individuare una strategia finalizzata alla soluzione del problema (acquisizione di capacità di elaborazione).
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Il Docente raccomanda una rielaborazione degli appunti di lezione, individuale e di gruppo.
Quanto scritto a lezione è reso disponibile agli Studenti.
I contenuti delle lezioni sono reperibili nei testi adottati e consigliati per l'approfondimento.
Testi di riferimento:
  • Kotz, John C.; Townsend, John Raymond, ChimicaJohn C. Kotz, Paul M. Treichel, John R. Townsend. Napoli: EdiSES, 2013. (V Ed. ital.) - ADOTTATO Cerca nel catalogo
  • Bandoli, Giuliano; Dolmella, Alessandro; Natile, Giovanni, Chimica di baseG. Bandoli, A. Dolmella, G. Natile. Napoli: EdiSES, 2003. (II Ed.) - ADOTTATO Cerca nel catalogo
  • Silberberg, Martin S.; Licoccia, Silvia, Chimicala natura molecolare della materia e delle sue trasformazioniMartin S. Silberbergedizione italiana a cura di Silvia Licoccia. Milano [etc.]: McGraw-Hill, ©2016, --. (III Ed. ital.) - PER APPROFONDIMENTO Cerca nel catalogo
  • Peloso, Arnaldo, Problemi di chimica generaleuna guida alla loro soluzioneArnaldo Peloso. Padova: Libreria internazionale Cortina, 2013. (VIII Ed.) - PER ESERCITAZIONI Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Working in group
  • Questioning
  • Flipped classroom
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Poverta' Zero Fame Zero Salute e Benessere Istruzione di qualita' Uguaglianza di genere Acqua pulita e igiene Lavoro dignitoso e crescita economica Industria, innovazione e infrastrutture Ridurre le disuguaglianze Citta' e comunita' sostenibili Agire per il clima La vita sott'acqua La vita sulla Terra