Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
LINGUE MODERNE PER LA COMUNICAZIONE E LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE
Insegnamento
STORIA COMPARATA DELL'EUROPA CONTEMPORANEA
SUP7079660, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2019/20

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
LINGUE MODERNE PER LA COMUNICAZIONE E LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE
IF0314, ordinamento 2016/17, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese COMPARATIVE HISTORY OF THE CONTEMPORARY EUROPE
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile GIULIA ALBANESE M-STO/04

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
SUP7078678 STORIA COMPARATA DELL'EUROPA CONTEMPORANEA GIULIA ALBANESE LE0607

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative M-STO/04 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2016

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
2 Commissione 2018/19 01/12/2018 30/11/2019 ALBANESE GIULIA (Presidente)
MILLAN MATTEO (Membro Effettivo)
FRANCIA ENRICO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: È consigliato aver già sostenuto un esame di storia contemporanea nel corso della laurea triennale o un ripasso del manuale per avere un quadro complessivo dei problemi relativi alla storia d’Europa nel XIX e XX secolo.
Conoscenze e abilita' da acquisire: L’obiettivo di questo corso è rendere familiari gli studenti con i metodi, i problemi e le pratiche della storia comparata applicata allo studio dell’Europa contemporanea tra la fine della prima guerra mondiale e la fine della seconda guerra mondiale. Alla fine del corso gli studenti dovranno aver acquisito consapevolezza sui metodi della storia comparata e transnazionale e sui limiti e le opportunità dell’utilizzo di queste metodologie.
Questi risultati saranno perseguiti attraverso un corso monografico dedicato all’impatto del fascismo italiano in Europa, al fine di valutare e comparare il modo in cui i progetti politici, le parole, i simboli e le pratiche politiche di questi regimi influenzarono gruppi, movimenti, partiti e elites politiche in contesti democratici, autoritari e filo fascisti.
Gli studenti dovranno inoltre avere un chiaro quadro del dibattito interpretativo che, fin dal loro sorgere, si è sviluppato su questi temi, ma anche sviluppare capacità di leggere e analizzare e commentare criticamente fonti e testi storiografici in italiano o in altre lingue europee, comparando eventi e contesti storici, e considerando come i diversi approcci e metodi storiografici influiscano nella nostra conoscenza dei processi storici. Gli studenti che frequenteranno il corso da 9 cfu avranno inoltre la possibilità di affrontare queste stesse problematiche attraverso l’analisi di alcune fonti che permettono di analizzare e di qualificare la circolazione di idee e pratiche fasciste e il loro impatto in Europa.
Modalita' di esame: L’esame è orale e prevede diverse modalità di svolgimento per frequentati e non frequentanti.

Agli studenti frequentanti (9 - 6CFU) si richiede:

- La partecipazione attiva alle lezioni, attraverso la lettura dei testi proposti e con la preparazione di almeno una esposizione orale durante il corso (qualora il numero di studenti lo consenta);

- la preparazione di una tesina relativa al corso monografico di 15 cartelle scritta a partire da un tema e da una bibliografia preventivamente concordati con la docente e la discussione della stessa e dei principali temi del corso nel corso dell’esame.

-un colloquio sui temi trattati nel corso e sulla tesina.

Anche gli studenti non frequentanti verranno esaminati con una prova orale, a partire da una bibliografia concordata con la docente.

Tutti gli studenti non frequentanti dovranno portare all’esame un volume a scelta tra:

- Hans Woller, Roma, 28 ottobre 1922. L’Europa e la sfida dei fascismi, Il Mulino, Bologna 2001.
-Enzo Collotti, Enzo, Fascismo, fascismi, Sansoni, Milano 2004.
- Robert Paxton, Il fascismo in azione. Che cosa hanno veramente fatto i movimenti fascisti per affermarsi in Europa, Mondadori, Milano 20

E due a scelta tra:

- Giulia Albanese, Dittature mediterranee. Sovversioni fasciste e colpi di stato in Italia, Spagna e Portogallo, Laterza, Roma-Bari 2014

- Enzo Collotti, L’Europa nazista. Il progetto di un nuovo ordine europeo 1939-1945, Giunti, Firenze 2002;

-Aristotle Kallis, Genocide and fascism. The eliminationist drive in Fascist Europe, Routledge 2009;

- Benjamin Martin, The Nazi Fascist New Order for European Culture, Harvard UP 2016.

-Mario Ivani, Esportare il fascismo. Collaborazione di polizia e diplomazia culturale tra Italia fascista e Portogallo di Salazar, Clueb 2008

-Christian Goeschel, Mussolini and Hitler. The Forging of the Fascist Alliance, Yale UP 2018

-Claudia Baldoli, Exporting Fascism: Italian Fascists and Britain’s Italians in the 1930’s, Berg 2003

-Charles Poupault, A l’ombre des faisceaux. Les voyages françaises dans l’Italie de chamises noires (1922-1945)


(Gli studenti non frequentanti da 9 cfu ne sceglieranno 3).


Coloro che non hanno sostenuto almeno un esame universitario di storia contemporanea sono tenuti a preparare anche un manuale di storia contemporanea (tra i consigliati: Alberto Mario Banti – Sabbatucci, Vidotto)
Criteri di valutazione: La valutazione della preparazione degli studenti si baserà sulla comprensione dei temi trattati, sull'acquisizione dei concetti e delle metodologie proposte, sulla capacità di commentare e discutere i temi considerati. Per quanto riguarda gli studenti frequentanti si valuterà anche la capacità di applicare criticamente i metodi appresi nel corso della tesina e della discussione in classe e all’esame.
Contenuti: Il corso sarà dedicato all’impatto dell’esperienza fascista italiana nell’Europa degli anni Venti e Trenta. Si svilupperà attraverso un percorso tematico e cronologico e prenderà in considerazione lo sviluppo della crisi delle istituzioni liberali nell’Europa del dopoguerra, la nascita e lo sviluppo del movimento e del regime fascista, e la capacità di questo regime di porsi come punto di riferimento politico, economico e culturale negli anni tra le due guerre. Si dedicherà molta attenzione tanto all’analisi transnazionale e dei fenomeni di imitazione esistenti tra questi movimenti e regimi, che all’analisi comparata tra queste esperienze, facendo riferimento alle diverse metodologie di analisi comparata e di transfert con cui questi fenomeni sono stati studiati in ambito storiografico e più generalmente nelle scienze sociali. La riflessione si svilupperà affrontando i diversi modi in cui la letteratura storiografica ha affrontato questi temi. L’ultimo modulo del corso sarà dedicato alla riflessione e all’analisi di alcune fonti che permettono di sviluppare i temi trattati nella prima parte del corso.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso procederà attraverso lezioni frontali e lezioni seminariali, con discussione di fonti e di testi storiografici per fare in modo che gli studenti sviluppino capacità critiche e analitiche, analizzando in maniera comparata e transnazionale diversi casi di studio. Agli studenti frequentanti viene richiesta una partecipazione attiva al corso e l’elaborazione di una tesina di ricerca da concordare con la docente
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Alcuni tra i principali testi utilizzati nel corso saranno:

- Giulia Albanese, Dittature mediterranee. Sovversioni fasciste e colpi di stato in Italia, Spagna e Portogallo, Laterza, Roma-Bari 2014

-Claudia Baldoli, Exporting Fascism: Italian Fascists and Britain’s Italians in the 1930’s, Berg 2003

- Enzo Collotti, L’Europa nazista. Il progetto di un nuovo ordine europeo 1939-1945, Giunti, Firenze 2002;

-Christian Goeschel, Mussolini and Hitler. The Forging of the Fascist Alliance, Yale UP 2018

-Mario Ivani, Esportare il fascismo. Collaborazione di polizia e diplomazia culturale tra Italia fascista e Portogallo di Salazar, Clueb 2008

-Aristotle Kallis, Genocide and fascism. The eliminationist drive in Fascist Europe, Routledge 2009;

- Benjamin Martin, The Nazi Fascist New Order for European Culture, Harvard UP 2016.

-Charles Poupault, A l’ombre des faisceaux. Les voyages françaises dans l’Italie de chamises noires (1922-1945)
Testi di riferimento:
  • Woller, Hans, Roma, 28 ottobre 1922l'Europa e la sfida dei fascismi. Bologna: Il mulino, 2001. Cerca nel catalogo
  • Collotti, Enzo, Fascismo, fascismiEnzo Collotti. [Milano]: Sansoni, 2004. Cerca nel catalogo
  • Paxton, Robert O., <<Il >>fascismo in azioneche cosa hanno veramente fatto i movimenti fascisti per affermarsi in EuropaRobert O. Paxton. Milano: Mondadori, 2005. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Laboratory
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)
  • Scrittura riflessiva

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Pace, giustizia e istituzioni forti