Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Ingegneria
INGEGNERIA BIOMEDICA
Insegnamento
FISICA GENERALE 1 (Numerosita' canale 5)
IN05103110, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2019/20

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
INGEGNERIA BIOMEDICA
IN2374, ordinamento 2017/18, A.A. 2019/20
N6cn5
porta questa
pagina con te
Curriculum Percorso Comune
Crediti formativi 12.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese GENERAL PHYSICS 1
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione (DEI)
Sito E-Learning https://elearning.dei.unipd.it/course/view.php?idnumber=2019-IN2374-000ZZ-2019-IN05103110-N6CN5
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile PAOLO SARTORI 000000000000

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
IN05103110 FISICA GENERALE 1 (Numerosita' canale 5) PAOLO SARTORI IN0507
IN05103110 FISICA GENERALE 1 (Numerosita' canale 5) PAOLO SARTORI IN0513
IN05103110 FISICA GENERALE 1 (Numerosita' canale 5) PAOLO SARTORI IN0508

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE Fisica e chimica FIS/01 6.0
BASE Fisica e chimica FIS/03 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
Turni
ATTIVITÀ DIDATTICHE A PICCOLI GRUPPI 1.0 8 17.0 3
LEZIONE 11.0 88 187.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
43 A.A. 2019/2020 01/10/2019 15/03/2021 UMARI PAOLO (Presidente)
ZOTTO PIERLUIGI (Membro Effettivo)
GASPARINI UGO (Supplente)
NALETTO GIAMPIERO (Supplente)
RIGOLIN STEFANO (Supplente)
42 A.A. 2019/2020 01/10/2019 15/03/2021 NALETTO GIAMPIERO (Presidente)
GASPARINI UGO (Membro Effettivo)
CACIOLLI ANTONIO (Supplente)
DE ANGELIS ALESSANDRO (Supplente)
RIGOLIN STEFANO (Supplente)
VILLORESI PAOLO (Supplente)
41 A.A. 2019/2020 01/10/2019 15/03/2021 SARTORI PAOLO (Presidente)
ZOTTO PIERLUIGI (Membro Effettivo)
GASPARINI UGO (Supplente)
NALETTO GIAMPIERO (Supplente)
40 A.A. 2019/2020 01/10/2019 15/03/2021 GASPARINI UGO (Presidente)
NALETTO GIAMPIERO (Membro Effettivo)
DE ANGELIS ALESSANDRO (Supplente)
RIGOLIN STEFANO (Supplente)
SARTORI PAOLO (Supplente)
39 A.A. 2019/2020 01/10/2019 15/03/2021 CACIOLLI ANTONIO (Presidente)
DE ANGELIS ALESSANDRO (Membro Effettivo)
MATONE MARCO (Supplente)
38 A.A. 2019/2020 01/10/2019 15/03/2021 RIGOLIN STEFANO (Presidente)
GASPARINI UGO (Membro Effettivo)
36 A.A. 2018/2019 18/11/2018 15/03/2020 MAPELLI MICHELA (Presidente)
CACIOLLI ANTONIO (Membro Effettivo)
DE ANGELIS ALESSANDRO (Supplente)
35 A.A. 2018/2019 (canale 5) 01/10/2018 15/03/2020 VITTURI ANDREA (Presidente)
SARTORI PAOLO (Membro Effettivo)
RIGOLIN STEFANO (Supplente)
34 A.A. 2018/2019 (canale 4) 01/10/2018 15/03/2020 UMARI PAOLO (Presidente)
ZOTTO PIERLUIGI (Membro Effettivo)
GASPARINI UGO (Supplente)
RIGOLIN STEFANO (Supplente)
VITTURI ANDREA (Supplente)
33 A.A. 2018/2019 (canale 2) 01/10/2018 15/03/2020 RIGOLIN STEFANO (Presidente)
FARNESE CHRISTIAN (Membro Effettivo)
VITTURI ANDREA (Supplente)
32 A.A. 2018/2019 (canale 3) 01/10/2018 15/03/2020 NALETTO GIAMPIERO (Presidente)
GASPARINI UGO (Membro Effettivo)
BERNARDINI ELISA (Supplente)
RIGOLIN STEFANO (Supplente)
UMARI PAOLO (Supplente)
VITTURI ANDREA (Supplente)
31 A.A. 2018/2019 (canale 1) 01/10/2018 15/03/2020 GASPARINI UGO (Presidente)
NALETTO GIAMPIERO (Membro Effettivo)
BERNARDINI ELISA (Supplente)
RIGOLIN STEFANO (Supplente)
VITTURI ANDREA (Supplente)
ZOTTO PIERLUIGI (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenze di base di algebra e trigonometria; elementi di analisi matematica: derivazione ed integrazione di funzioni continue in una variabile reale.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Lo studente acquisirà la conoscenza dei concetti di base e delle leggi fondamentali della Meccanica Classica e della Termodinamica. Imparerà ad applicare le conoscenze acquisite alla soluzione di problemi relativi a semplici sistemi fisici e si familiarizzerà attraverso alcune esperienze di laboratorio con le problematiche relative alla misura di grandezze fisiche e alla verifica sperimentale di alcune leggi della Meccanica.
Modalita' di esame: Il superamento dell'esame avviene a seguito di tre prove: una prova scritta (S), un test relativo alle attività di laboratorio (L) ed una prova orale (O).
La prova scritta consta, di norma, di tre esercizi che prevedono risultati numerici, in tutto ci sono 10 domande e ciascuna vale 3 punti. La votazione minima per il superamento della prova scritta è 18/30.
Nel corso del semestre si svolgono delle prove di accertamento del profitto nelle date comunicate dal docente nel corso delle lezioni. Le prove di accertamento in itinere (compitini) permettono di ottenere l’esonero dalla prova scritta anche se la votazione complessivamente conseguita è inferiore a 18/30: per una delle prove il voto può essere ≥12/30, di modo che la media delle due prove sia ≥15/30.
Le prove scritte si svolgono in un tempo compreso tra un’ora e mezza e due ore. La validità degli scritti è conforme a quanto stabilito dal Regolamento studenti di Ateneo.

La prova scritta permette di verificare che lo studente sia effettivamente in grado di applicare le conoscenze acquisite alla soluzione di semplici problemi di meccanica e termodinamica. La prova orale permette di verificare che gli argomenti descritti a lezione siano stati effettivamente compresi e assimiliati dallo studente, e che sia in grado di utilizzarli per descrivere delle problematiche tipiche di meccanica e termodinamica.

LABORATORIO
La frequenza del laboratorio è obbligatoria, come pure la partecipazione al test finale. Sono previste tre esperienze da due ore ciascuna svolte in gruppo (due studenti per gruppo). L’attività svolta in laboratorio è valutata mediante un test (individuale) che si svolge nell’ultima seduta, al termine della terza esperienza. Il test ha una durata di 20 minuti e comporta la risposta a 10 quesiti a risposta multipla:
la risposta esatta vale 3 punti,
la risposta mancante vale 0 punti,
la risposta errata vale - 0.5 punti.
La valutazione L del laboratorio permette di conseguire, per gli studenti in corso, un bonus pari ad un massimo di 3 ed un minimo di 0 punti. Il bonus viene sommato alla eventuale prova scritta che di per sé permetta di accedere alla prova orale:
Esempio per appello “normale” solo se il voto S ≥ 18/30 è possibile usufruire del bonus.
Il bonus perde validità per gli studenti che abbiano conseguito l’idoneità in anni precedenti a quello in cui viene svolto l’esame. Comunque l’idoneità a laboratorio ha validità illimitata.
Nel caso di assenze è prevista una sessione di recupero di laboratorio al termine del corso.
E’ giustificata l’assenza ad una o più sedute di laboratorio solo per gravi motivi documentati.
E’ tollerato il recupero di un’assenza ad un solo turno di laboratorio in altra giornata con gruppi afferenti ad altro corso di laurea.
Il recupero va comprovato esibendo una opportuna dichiarazione rilasciata dal docente con cui si è recuperato il turno.
Criteri di valutazione: La valutazione della preparazione dello studente si baserà sulla capacità di risoluzione, in modo autonomo e appropriato sulla base delle conoscenze e metodologie acquisite, di problemi numerici sugli argomenti descritti durante il corso.
Inoltre si valuteranno la comprensione ed il livello di conoscenza degli argomenti trattati durante il corso, che dovranno essere esposti dallo studente con rigore e proprietà di linguaggio.
Contenuti: Meccanica: Grandezze fisiche. Il Sistema Internazionale. Vettori e calcolo vettoriale. Cinematica scalare e vettoriale. Dinamica del punto materiale: Le tre leggi di Newton. Concetti generali sui moti relativi e i sistemi di riferimento. Quantità di moto, impulso della forza, teorema dell'impulso, conservazione della quantità di moto. Le interazioni fondamentali. Forza peso. Reazioni vincolari. Forze d'attrito. Forza elastica e moto armonico. Tensione dei fili. Lavoro, energia cinetica, teorema dell'energia cinetica, forze conservative, energia potenziale, conservazione dell'energia meccanica, bilancio energetico con forze dissipative. Momento angolare, teorema del momento angolare. Forze centrali. La legge di gravitazione universale. Sistemi di punti materiali. Forze interne ed esterne. Centro di massa. Teoremi del moto del centro di massa, del momento angolare e dell'energia. Sistema di riferimento del CM. Teoremi di Koenig. Lavoro delle forze interne ed esterne. Corpo rigido: momento d'inerzia, teorema di Huygens-Steiner, dinamica traslazionale e rotazionale. Fenomeni d' urto: urti elastici ed anelastici. Leggi di conservazione. Fluidi: pressione, elementi di statica e dinamica dei fluidi. Onde elastiche: concetti base e derivazione della legge di D'Alembert; esempi di onde longitudinali e trsversali; intensità di un'onda.
Termodinamica: Sistemi e variabili termodinamiche, stati di equilibrio, equazione di stato. Calorimetria. Temperatura, termometri e scale di temperatura. Lavoro nei sistemi termodinamici. Primo Principio della termodinamica. Gas ideali. Cicli termodinamici, macchine termiche e frigorifere. Secondo Principio della Termodinamica. Entropia. Cenni di teoria Cinetica dei gas ideali.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso si sviluppa in 96 ore di lezione frontale in aula ed esercitazioni di laboratorio.
Durante le lezioni in aula, si descrive la parte teorica del corso, in cui lo studente acquisisce le nozioni fondamentali per l'apprendimento della Meccanica e della Termodinamica, e si risolvono esercizi relativi a semplici sistemi fisici che consentono allo studente di acquisire una metodologia per la soluzione di problemi applicativi.
Durante le attività di laboratorio, lo studente svolge delle esperienze che gli consentono di verificare sperimentalmente alcune delle leggi fisiche descritte a lezione, e di applicare praticamente i concetti appresi relativi alle misure fisiche.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Testi di prove scritte assegnate negli anni precedenti, corredate delle relative soluzioni, sono rese disponibili, assieme ad ulteriori più dettagliate informazioni sul corso, sul sito:
http://www.pd.infn.it/~ugs/didattica/ingegneria/FisicaI

Relativamente ai libri di testo sotto indicati:l'acquisto del volume "Fisica 1" che riporta le lezione del docente erogate in POWER POINT è fondamentale per poter seguire con profitto le lezioni stesse.

- "Fisica in laboratorio" e' il testo di riferimento per lo svolgimento delle esperienze di laboratorio (nota: descrive anche le esperienze che verranno svolte nel corso di Fisica II )

- "Problemi di Fisica 1" e' il testo consigliato per lo svolgimento di esercizi in preparazione delle prove scritte (nota: a lezione vengono in genere svolti esercizi riportati nel testo indicato successivamente; nel testo sono presenti esercizi proposti in sessioni di esame degli anni precedenti)


Un altro testo che puo' essere utilizzato per la parte di teoria e':
- P.Zotto,, S.Lo Russo, P.Sartori "Fisica Generale, Meccanica-Termodinamica", Ed. La Dotta
Testi di riferimento:
  • Paolo Sartori, "Lezioni di Fisica 1". Bologna: Ambrosiana, 2018. Cerca nel catalogo
  • Paolo Sartori, Esercizi di Fisica 1. Bologna: Ambrosiana, 2020. Cerca nel catalogo
  • G. Mazzi, P. Ronchese, P. Zotto, Fisica in laboratorio.. --: Esculapio, Terza edizione, 2018. Cerca nel catalogo
  • P.L. Zotto, S. Lo Russo, P. Sartori, Fisica generale Meccanica e Termodinamica. Bologna: La Dotta, 2018. Cerca nel catalogo