Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
SCIENZE MOTORIE
Insegnamento
PEDAGOGIA GENERALE
MEP5074097, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2019/20

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
SCIENZE MOTORIE
IF0375, ordinamento 2013/14, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese GENERAL PEDAGOGY
Sito della struttura didattica http://www.biomed.unipd.it/didattica/corsi-di-laurea/scienze-motorie/
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Biomediche (DSB)
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di SCIENZE MOTORIE

Docenti
Nessun docente assegnato all'insegnamento

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE Psicologico, pedagogico e sociologico M-PED/01 3.0
BASE Psicologico, pedagogico e sociologico M-PED/02 3.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2013

Syllabus
Prerequisiti: Non sono richiesti particolari prerequisiti.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Al termine del corso, lo studente sarà in grado di:

(Pedagogia ed etica dell’attività motoria)

- conoscere i tratti essenziali dello statuto epistemologico della pedagogia e del suo rapporto con le scienze dell’educazione e, in modo particolare, con le scienze motorie
- conoscere e saper utilizzare in modo appropriato la semantica pedagogica di base: concetti di istruzione, educazione e formazione; le caratteristiche fondamentali della relazione educativa
- conoscere il significato di educazione come processo di costruzione di identità personale nell’ottica della “lifelong education”
- saper valorizzare la corporeità e il movimento in un’ottica pedagogica tesa a valorizzare la dimensione corporea nelle possibilità conoscitive, comunicative ed esperienziali che essa dischiude alla persona
- saper argomentare sul rapporto tra valori e sport
- saper problematizzare gli aspetti educativi ed etico-deontologici sollevati dalle pratiche motorie, agonistiche e sportive

(Storia dell’educazione fisica e dello sport)

- conoscere lo sviluppo storico dalla ginnastica dell’antichità all’educazione fisica dei nostri giorni
- conoscere nelle linee essenziali le scuole di ginnastica del contesto europeo e, nella loro specificità, le scuole italiane di Torino e di Bologna.
- conoscere la storia dello sport come fenomeno di grande rilevanza politica e sociale dalle olimpiadi moderne ad oggi
- saper ricostruire criticamente l’evoluzione storica dell’educazione del corpo, in particolare in riferimento ai quattro paradigmi fondamentali militare, sanitario, educativo, sportivo, dall’antichità ai giorni nostri
- saper contestualizzare i momenti più significativi dell’insegnamento dell’educazione fisica nella scuola italiana all’interno del quadro ideologico, sociale e culturale del Paese
Modalita' di esame: (Pedagogia ed etica dell’attività motoria)
Prova di valutazione scritta strutturata in domande aperte e a risposta multipla della durata di 45 minuti.
L'esame prevede lo studio dei testi e materiali indicati al punto 1 della bibliografia.

(Storia dell'educazione fisica e dello sport)
Prova di valutazione scritta strutturata in domande aperte e a risposta multipla della durata di 45 minuti
L'esame prevede lo studio dei testi e materiali indicati al punto 2 della bibliografia.

Gli studenti che devono sostenenere l'esame di Pedagogia generale (Pedagogia e etica dell'attività motoria e Storia dell'educazione fisica e dello sport) per poter registrare l'esame devono seguire la procedura sotto illustrata.
Consultare uniweb: si trovano due liste parziali (Pedagogia e etica dell'attività motoria prof.ssa Bortolotto e Storia dell'educazione fisica e dello sport prof.ssa Merlo) e una lista di registrazione.
Se lo studente sostiene nello stesso giorno tutti e due gli esami parziali deve iscriversi alle due liste ed anche alla lista di registrazione.
Se lo studente sostiene un solo esame parziale si iscrive solo alla lista corrispondente.
Nell'appello o nella sessione successiva nei quali sostiene il secondo esame parziale deve iscriversi anche alla lista di registrazione.
La mancata iscrizione alla lista di registrazione non permette al docente di registrare il voto finale (risultato dalla media dei due parziali) e costringe ad effettuare la registrazione nell'appello o nella sessione successiva, previa iscrizione dello studente.
I due parziali e la registrazione devono essere svolti nello stesso accademico.
Criteri di valutazione: La prova d’esame è volta ad accertare il conseguimento delle conoscenze e delle abilità previste dagli obiettivi formativi dei due insegnamenti, Pedagogia e etica dell'attività motoria e Storia dell'educazione fisica e dello sport, secondo i seguenti criteri di valutazione:
- pertinenza, organicità concettuale e completezza delle risposte;
- proprietà nell’uso dei riferimenti teorici e del lessico specifico della disciplina;
- capacità di problematizzare in senso pedagogico e storico;
- correttezza e chiarezza dell’espressione in lingua italiana.
Contenuti: (Pedagogia ed etica dell’attività motoria)
- Cenni sullo statuto epistemologico della disciplina al fine di chiarire il rapporto tra pedagogia/scienze dell’educazione/scienze motorie, oltre che esplicitare le plurime articolazioni tematiche che si legano allo specifico ambito di interesse (pedagogia del corpo, pedagogia del movimento, pedagogia del benessere, pedagogia del gioco e dello sport);
- analisi della semantica pedagogica di base in rapporto alla visione olistica bio-psico-sociale della persona (concetti di istruzione/educazione/formazione; elementi costitutivi e caratteristiche strutturali della relazione educativa);
- educazione come processo di costruzione dell’identità personale con particolare focalizzazione sulla dimensione corporea;
- il potenziale etico-sociale della pratica sportiva;
- aspetti etico-deontologici delle pratiche educative motorie e sportive, con particolare riguardo alle prime età della vita;
- le competenze pedagogiche dei professionisti dell’area motoria, con specifica attenzione alle competenze progettuali ed etico-deontologiche.
(Storia dell’educazione fisica e dello sport)
- Dal culto del corpo al mito di Olimpia: nascita e significato dei giochi nella civiltà ellenica, preparazione sportiva e istituzioni della forma fisica greca, diffusione dello sport nel mondo greco e le Olimpiadi antiche;
- attività motorie e pratiche sportive nell'età romana: giochi, luoghi ed attività motorie a Roma;
- mondo feudale e Medio Evo: fine della civiltà ginnico-sportiva greca e romana, cavalleria, giochi e sport "popolari"
- civiltà rinascimentale
- nascita dell’educazione fisica tra ’600 e ’700
- le grandi scuole europee e la nascita dello sport
- le scuole di Torino e Bologna e la nascita dell’educazione fisica in Italia
- l’educazione fisica nella scuola italiana dal 1859 ad oggi
- storia delle Olimpiadi moderne
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: L’attività didattica prevede lezioni frontali con supporto di slide ed eventuale materiale audiovisivo. Sono previsti momenti di approfondimento e di discussione guidata:
- le lezioni frontali tendereanno ad illustrare i concetti portanti del corso e ad offire le chiave di lettura dei volumi adottati;
- le discussioni tenderanno a promuovere capacità di lettura critica e capacità espositive.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: 1) Pedagogia ed etica dell'attività motoria:
-appunti dalle lezioni; ulteriori indicazioni bibliografiche e materiali didattici integrativi saranno segnalati e/o distribuiti a lezione.
- M. Benetton, Allenamento per la vita. L'educazione sportivo-motoria for life, Pensa MultiMedia, Lecce-Brescia 2015 (parti scelte).

2) Storia dell'educazione fisica e dello sport:
-appunti dalle lezioni; ulteriori indicazioni bibliografiche e materiali didattici integrativi saranno segnalati e/o distribuiti a lezione.
- M. Ferrari, M. Morandi, I Programmi scolastici di educazione fisica in Italia. Una lettura storico-pedagogica, Franco Angeli, Milano 2015.
Testi di riferimento: