Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Psicologia
SCIENZE PSICOLOGICHE SOCIALI E DEL LAVORO
Insegnamento
PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI
PSN1030577, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2019/20

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
SCIENZE PSICOLOGICHE SOCIALI E DEL LAVORO
PS1085, ordinamento 2017/18, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese WORK AND ORGANIZATIONAL PSYCHOLOGY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ROBERTA MAERAN M-PSI/06

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Psicologia sociale e del lavoro M-PSI/06 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
8 2019/20 01/10/2019 30/11/2020 MAERAN ROBERTA (Presidente)
BOCCATO ANGELO (Membro Effettivo)
PINATO SILVIA (Membro Effettivo)
ZAMPERINI ADRIANO (Membro Effettivo)
7 2018/19 01/10/2018 30/11/2019 MAERAN ROBERTA (Presidente)
BOCCATO ANGELO (Membro Effettivo)
PINATO SILVIA (Membro Effettivo)
ZAMPERINI ADRIANO (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Essendo il corso un insegnamento del primo anno non sono richieste, come prerequisiti, conoscenze specifiche ma solo nozioni di carattere generale relative alla psicologia e alle scienze sociali.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso ha come obiettivo quello di fornire allo studente una chiave di lettura delle principali tematiche oggetto di intervento della psicologia nel mondo del lavoro descrivendone i costrutti, le teorie e le metodologie di indagine. Partendo dai fondamenti storici della psicologia del lavoro e delle organizzazioni verrà presentato e discusso il ruolo professionale dello psicologo del lavoro nell’attuale contesto socio-economico caratterizzato da trasformazioni e cambiamenti continui.
Lo studente dovrà sviluppare capacità critiche e interpretative utili per affrontare la riflessione sui temi che caratterizzano il rapporto uomo-lavoro e uomo-organizzazione-lavoro e, più in generale, temi sociali (quali, ad esempio: disoccupazione, ricollocamento, disagio).
Applicare le conoscenze apprese, essere in grado di formulare adeguatamente le fasi dei processi, saper comunicare in modo chiaro ed efficace, utilizzando la corretta terminologia propria del settore sia con interlocutori specialisti che non.
Al termine del corso ci si attende che lo studente abbia acquisito le conoscenze di base per poter muovere i “primi passi” in questo settore di intervento (che inizierà a mettere in pratica nell’esperienza di tirocinio accademico); sia in grado di approfondire autonomamente quanto appreso, in modo da utilizzare tali conoscenze come una "piattaforma" di partenza per giungere a un’autonomia di giudizio più ampia.
Modalita' di esame: L'esame si svolge in forma scritta. Allo studente è richiesto di rispondere a 6 domande aperte in un’ora e trenta. Le domande vertono sui temi principali analizzati dal corso; può essere richiesta la trattazione di una teoria (teorie organizzative, motivazionali, ad esempio), di confrontare approcci interpretativi, di riportare i contributi principali di un Autore, di descrivere le fasi di processi di intervento nell'ambito delle organizzazioni (ad esempio, la selezione del personale).
Criteri di valutazione: I criteri di valutazione possono essere così riassunti:
- correttezza, precisione e completezza delle conoscenze acquisite (ad esempio, indicare nomi degli Autori principali, presentare i modelli, le metodologie), utilizzo e proprietà della terminologia di settore.
Le risposte possono essere date anche in modo schematico, ma devono dimostrare che quanto prodotto sia oggetto di rielaborazione da parte dello studente.
Contenuti: Il corso svilupperà i seguenti contenuti:
- Il ruolo dello psicologo del lavoro: le caratteristiche della professione, lavoro in azienda e/o presso società di consulenza. Le peculiarità di tale figura nell’ambito della gestione delle Risorse Umane
- I principali settori applicativi: dall’orientamento scolastico a quello professionale, dalla selezione alla formazione nonché l’analisi di specifici ambiti di intervento quali, ad esempio: il clima organizzativo, la soddisfazione nel lavoro.
- Evoluzione storica e contesto organizzativo: caratteristiche del mondo del lavoro, teorie organizzative e loro evoluzione, dall’approccio normativo a quello diagnostico.
- I metodi e gli strumenti della psicologia del lavoro: costruzione di scale e questionari, applicazione di test.
- Il rapporto uomo-lavoro: il mondo del lavoro, significato, centralità, importanza, coinvolgimento nel lavoro. Il contributo della psicologia positiva.
- Motivazione e soddisfazione: dalle teorie classiche al capitale psicologico
- Clima e cultura organizzativa: definizioni, modelli interpretativi e strumenti di indagine
- Il processo di socializzazione al lavoro: dal ruolo della famiglia e della scuola all’inserimento nel contesto organizzativo
- Il disagio nelle organizzazioni: dalla fatica, all'alienazione, all’anomia, alla frustrazione; dallo stress alla sindrome del burnout e al mobbing. Principali teorie e modelli interpretativi, analisi delle conseguenze per l’individuo, l’organizzazione e la società nel suo complesso. Possibili interventi.
- Vita lavorativa ed extra lavorativa: dal workaholism (le nuove dipendenze comportamentali e le conseguenze sia per l’individuo che per l’organizzazione) al work life balance (i modelli tradizionali, dalla prospettiva dell’equilibrio a quella dell’integrazione, iniziative di conciliazione)
- L’outplacement: dalla perdita del lavoro al ricollocamento professionale
- Il processo di selezione del personale: le fasi e gli strumenti
- Il processo di formazione del personale: le fasi, le metodologie, le figure di formatore
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: L'insegnamento consisterà essenzialmente in lezioni frontali con supporto informatico (file powerpoint).
Le lezioni hanno come obiettivo la presentazione e l'approfondimento degli argomenti previsti dal programma nonché la contestualizzazione storico-sociale- economica delle principali teorie organizzative.
Saranno proposti casi per la discussione, filmati e testimonianze di professionisti (psicologi del lavoro che operano nell’ambito della selezione o formazione del personale) come occasioni per approfondire, sviluppare e applicare le proprie capacità di analisi e giudizio e di lavorare in gruppo.
Sarà molto apprezzata la partecipazione attiva degli studenti, quali: interventi durante le lezioni per richieste di chiarimenti e approfondimenti, per riportare esperienze personali
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Tutto il materiale didattico presentato durante le lezioni frontali è disponibile, sin dal primo giorno del corso, sulla piattaforma moodle. Le slide permettono allo studente (anche a chi non può frequentare con regolarità il corso) sia di poter approfondire alcuni argomenti che di avere a disposizione schemi o sintesi delle principali tematiche trattate.
Testi di riferimento:
  • De Carlo N. (a cura di), Teorie & Strumenti di intervento per lo psicologo del lavoro, volume primo. Milano: Franco Angeli, 2002. Cerca nel catalogo
  • Maeran R., Boccato A., Lavoro e psicologia. Le persone nelle organizzazioni. Milano: LED, 2016. Cerca nel catalogo
  • De Carlo N. (a cura di), Teorie & Strumenti di intervento per lo psicologo del lavoro, volume secondo. Milano: Franco Angeli, 2002. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Case study
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Lavoro dignitoso e crescita economica