MEGIGHIAN ARAM

Recapiti
Posta elettronica
A512163bd0937e5ec8270b81a54e0b37
porta questa
pagina con te
Struttura Dipartimento di Scienze Biomediche (DSB)
Telefono 0498276863
Qualifica Professore associato confermato
Settore scientifico BIO/09 - FISIOLOGIA
Rubrica di Ateneo  Visualizza
 

Avvisi e altre informazioni
E' attivo presso la pagina Didattica del sito web del Dipartimento di Scienze Biomediche, il collegamento al Moodle del Dipartimento di Scienze Biomediche stesso.

In questo sito Moodle (https://elearning.unipd.it/dsb/) sono caricate, nella pagina del Docente (Aram Megighian), le informazioni approfondite, i programmi completi e le slides dei vari Corsi in cui il Docente insegna.

Orario di ricevimento
Si riceve previo appuntamento concordato tramite e-mail
(aggiornato il 05/05/2018 19:09)

Proposte di tesi
Si propongono Tesi di tipo Compilativo e Tesi Sperimentali sia per il Corso in cui il Docente insegna sia per altri Corsi in Collaborazione con i Docenti Responsabili (qualora siano d'accordo ed interessati)

Argomenti di tesi sperimentale proposti

Studio della nanomacchina molecolare conservata evolutivamente che regola il rilascio del neurotrasmettitore nella sinapsi chimica, mediante combinazione di tecniche genetiche, molecolari, ed elettrofisiologiche nel moscerino della frutta.

Le risposte comportamentali adattative a modifiche improvvise dell'ambiente esterno (ad esempio scoperta di cibo; visione di un predatore; identificazione di un altro individuo della propria specie) hanno un significato evolutivo fondamentale. Si basano quindi su meccanismi fondamentali simili condivisi da organismi anche distanti da un punto di vista evolutivo (ad es. invertebrati e vertebrati). Questi meccanismi sono elaborati da circuiti nervosi simili ? O l'evoluzione del sistema nervoso ha "individuato" delle strategie funzionali differenti per elaborare le stesse risposte comportamentali adattative ?
Utilizzando come modello animale il moscerino della frutta e la possibilità di combinare tecniche di genetica, neurofisiologia, e tecniche di analisi comportamentale, si cercano di indagare in questo invertebrato comportamenti complessi come il ritmo sonno/veglia, le interazioni sociali tra individui, i processi decisionali e di selezione dell'azione, le risposte di attenzione selettiva, i comportamenti di ricompensa e di paura.


Tecniche utilizzate: analisi comportamentale quantitativa mediante video-tracking e successiva analisi offline tramite computer e programmi dedicati; tecniche genetiche semplici (incroci di linee specifiche di moscerino della frutta e selezione dei mutanti specifici mediante osservazione di marcatori fenotipici specifici); tecniche di analisi microscopica mediante microscopia confocale; tecniche di analisi elettrofisiologia e neurofisiologica.

Data la multidisciplinarità delle collaborazioni del Laboratorio, si viene a creare un ambiente di stimolante collaborazione e discussione tra i differenti tesisti che si trovano a ruotare in ogni momento per sviluppare la loro tesi.






Curriculum Vitae
Educazione
1988 - Laurea in Medicina e Chirurgia, cum Laude - Università di Padova
1992 - Specialità in Neurologia, cum Laude - Clinica Neurologica dell'Università di Padova

Posizioni Accademiche
1988-1992 Frequentatore. Istituto di Fisiologia Umana, Università di Padova
1992-2010 Ricercatore Universitario, Istituto di Fisiologia Umana, Università di Padova
2010- Professore Associato Confermato, Dipartimento di Scienze Biomediche, Università di Padova
2005-2011 Collegio di Dottorato indirizzo di Neuroscienze
2011-2012 Collegio di Dottorato indirizzo di Neurobiologia
2012-2018 Collegio di Dottorato in Scienze Biomediche
2018- Collegio di Dottorato in Neuroscienze del Padova Neuroscience Center (PNC)
1997- Adjunct Professor, Department of Biology, San Diego State University


ATTIVITA' SCIENTIFICA

Passata

Controllo nervoso della funzione muscolare scheletrica: ruolo dell'attività nervosa, dei fattori neurotrofici, della comunicazione nervo-muscolo e muscolo-nervo, dell'invecchiamento sui processi di Eccitazione, Accoppiamento Eccitazione-Contrazione, e Contrazione della fibra muscolare scheletrica in modelli di roditore.

Attuale

Studio della nanomacchina molecolare conservata evolutivamente che regola il rilascio del neurotrasmettitore nella sinapsi chimica, mediante combinazione di tecniche genetiche, molecolari, ed elettrofisiologiche nel moscerino della frutta.

Le risposte comportamentali adattative a modifiche improvvise dell'ambiente esterno (ad esempio scoperta di cibo; visione di un predatore; identificazione di un altro individuo della propria specie) hanno un significato evolutivo fondamentale. Si basano quindi su meccanismi fondamentali simili condivisi da organismi anche distanti da un punto di vista evolutivo (ad es. invertebrati e vertebrati). Questi meccanismi sono elaborati da circuiti nervosi simili ? O l'evoluzione del sistema nervoso ha "individuato" delle strategie funzionali differenti per elaborare le stesse risposte comportamentali adattative ?
Utilizzando come modello animale il moscerino della frutta e la possibilità di combinare tecniche di genetica, neurofisiologia, e tecniche di analisi comportamentale, si cercano di indagare in questo invertebrato comportamenti complessi come il ritmo sonno/veglia, le interazioni sociali tra individui, i processi decisionali e di selezione dell'azione, le risposte di attenzione selettiva, i comportamenti di ricompensa e di paura.

Curriculum del docente in PDF: A512163BD0937E5EC8270B81A54E0B37.pdf

Aree di ricerca
Studio della nanomacchina molecolare conservata evolutivamente che regola il rilascio del neurotrasmettitore nella sinapsi chimica, mediante combinazione di tecniche genetiche, molecolari, ed elettrofisiologiche nel moscerino della frutta. L'alterazione di queste componenti molecolari sembra essere coinvolta nello sviluppo di alcune psicosi (schizofrenia, depressione, autismo, ad es.) attraverso la modifica del segnale sinaptico e della sua conseguente integrazione a livello post-sinaptico.

Le risposte comportamentali adattative a modifiche improvvise dell'ambiente esterno (ad esempio scoperta di cibo; visione di un predatore; identificazione di un altro individuo della propria specie) hanno un significato evolutivo fondamentale. Si basano quindi su meccanismi fondamentali simili condivisi da organismi anche distanti da un punto di vista evolutivo (ad es. invertebrati e vertebrati). Questi meccanismi sono elaborati da circuiti nervosi simili ? O l'evoluzione del sistema nervoso ha "individuato" delle strategie funzionali differenti per elaborare le stesse risposte comportamentali adattative ?
Utilizzando come modello animale il moscerino della frutta e la possibilità di combinare tecniche di genetica, neurofisiologia, e tecniche di analisi comportamentale, si cercano di indagare in questo invertebrato comportamenti complessi come il ritmo sonno/veglia, le interazioni sociali tra individui, i processi decisionali e di selezione dell'azione, le risposte di attenzione selettiva, i comportamenti di ricompensa e di paura.

Pubblicazioni
Per ottenere un elenco completo delle pubblicazioni copiare ed incollare il sottostante link nell'indirizzo URL di ricerca del Browser utilizzato


http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=Megighian+a

Insegnamenti dell'AA 2018/19
Corso di studio (?) Curr. Codice Insegnamento CFU Anno Periodo Lingua Responsabile
ME1726 COMUNE MEP6077020 11 III Primo
semestre
ITA ARAM MEGIGHIAN
ME1727 COMUNE MEP6077020 11 III Primo
semestre
ITA ARAM MEGIGHIAN
FA1732 COMUNE FAM0013091 9 II Secondo
semestre
ITA ARAM MEGIGHIAN